Azioni BPER, Quotazione e Come Comprare



La Bper Banca Spa, conosciuta anche con il nome di Banca Popolare dell’Emilia Romagna, è un istituto di credito con sede a Modena, che dispone di 1.220 filiali dislocate in 18 regioni delle penisola italiana.

È una delle società di capitali che influenza l’indice FTSE MIB della borsa di Milano e che, in realtà, è capogruppo di un insieme di banche costituite da altri 4 istituti finanziari.

Bper Banca: storia della società

La Bper è una delle banche più antiche del Bel Paese, basti pensare che la sua fondazione risale alla fine dell’Ottocento quando operava con il nome di Banca Popolare di Modena. Oltre un secolo più tardi dalla sua nascita, inseguito alla fusione con altre realtà creditizie del territorio come la Cooperativa di Bologna e la Banca Popolare di Cesena, la Banca Popolare di Modena diventa la Banca Popolare dell’Emilia Romagna.

Ma è con l’avvento del Nuovo Millennio che la Bper si trasforma in un società di capitali e, più precisamente, ciò accade nel 2016 quando da banca popolare avviene il passaggio a società per azioni.

Nel corso di circa 150 anni la Banca di Modena ha fatto molta strada diventando una realtà affermata su tutto il territorio nazionale. Il merito di questa crescita è da ricercare nelle diverse fusioni con altri istituti di credito che hanno aiutato il processo espansionistico del gruppo, ma anche nelle numerose iniziative intraprese con lo scopo di favorire la crescita del territorio.

In effetti, quella che oggi conosciamo con il nome di Bper Banca, oltre ad essere un istituto creditizio, è stata una delle aziende che ha partecipato a numerose iniziative di sviluppo tecnologico del centro-Italia con la realizzazione di opere pubbliche di grande importanza, basti pensare al finanziamento del progetto di elettrificazione delle ferrovie provinciali o l’avvio della bonifica del Burana o alla bonifica del bacino Moglia.

Bper Banca S.p.a.: analisi tecnica

Quando si ha intenzione di investire una parte del proprio patrimonio acquistando le azioni di una società quotata in Borsa come la Bper Banca, è necessario prendere in esame tutti gli elementi, che riguardano il processo di sviluppo e le iniziative finalizzate alla crescita, che possono aiutare a capire se l’azienda è solida e sana.

Per fare ciò occorre studiare a fondo i dati relativi ai bilanci aziendali degli ultimi anni e agli investimenti posti in essere, ma allo stesso tempo è importante valutare anche il settore in cui opera la società e quindi i possibili andamenti, i concorrenti che potrebbero far perdere mercato all’azienda e altri fattori ancora.

Per quanto riguarda la Bper Banca Spa occorre dire che opera in un settore, quello bancario, che ha attraversato la crisi del primo decennio degli anni duemila con non poche difficoltà, ma che, attualmente, sta vivendo un periodo di risalita e di crescita.

La Bper Banca è la capogruppo di una delle associazioni di banche tra le più importanti del Paese che ha mire espansionistiche oltre i confini nazionali.

Tutto ciò genera una capitalizzazione borsistica totale, quindi che riguarda tutte le banche del gruppo, che arriva a toccare i 1.890 milioni di euro, per un numero complessivo di titoli che supera le 490 mila unità.

Anche se Bper Banca è una delle più incisive realtà italiane del settore bancario, ovviamente non è l’unica e quindi è esposta ad una forte concorrenza da parte dei suoi diretti competitor. Una di queste è senza dubbio Unicredit che attualmente è leader nel settore del nostro Paese, sia dal punto di vista della capitalizzazione sia sotto l’aspetto economico.

Un’altra realtà che è molto forte nel ambito bancario e che, senz’altro, rappresenta un concorrente di grande rilievo per Bper Banca, è Intesa Sanpaolo. Stiamo parlando della secondo forza bancaria del Paese e, come tale, è molto stabile sia sotto il profilo finanziario che dal punto di vista economico.

Bper Banca è il terzo polo bancario dell’Italia ed è il frutto della fusione tra BPM e il Banco Popolare. Ma questo non deve far credere che i competitor del suddetto gruppo bancario siano solo i due istituti di credito appena citati, anzi, in realtà le banche che insidiano maggiormente Bper Banca sono proprio alle sue spalle perché spingono per recuperare posizioni e per crescere ed imporsi sul mercato.

Pertanto si può dire che le vere rivali di Bper Banca sono: il gruppo bancario Cassa Depositi e Prestiti, Ubi Banca, il Monte Paschi di Siena, la Banca Nazionale del Lavoro, Mediobanca e altre ancora.

Chi decide di investire in azioni Bper Banca deve guardare al processo di sviluppo e crescita che questa ha messo in atto, senza mai dimenticare di dare uno sguardo alle altre realtà del settore che potrebbero, con le loro iniziative, far perdere terreno alla Banca Popolare dell’Emilia Romagna e quindi farle avere una andamento, seppur in salita, più lento e meno florido del previsto.

Andamento delle azioni di Bper Banca

Nel corso del 2018 le azioni di Bper Banca hanno vissuto un importante e rapido calo del loro valore che ha portata alla sospensione della compra-vendita di titoli. Si parla di un calo che ha raggiunto i sei punti percentuale e che ha reso le quote fin troppo volatili per poter essere negoziate.

Dopo la riapertura, il valore delle azioni di Bper Banca si è assestato, pur mantenendo un trend decisamente negativo, e ha reso la Banca Popolare dell’Emilia Romagna una delle più vendute nella lista delle prime 40 che caratterizzano l’indice FTSE MIB.

Ma cosa ha determinato questo andamento al ribasso? In realtà, il primo semestre del 2018 ha portato con sé un sentimento negativo negli azionisti e il motivo non è legato ai risultati dell’azienda, che sono comunque positivi, ma al confronto tra questi e quelli dell’anno precedente. Se, infatti, si dà uno sguardo agli utili dello stesso periodo, datato 2017, si nota un calo di 13 milioni di euro. In termini percentuale tutto ciò si traduce in una perdita di 11 punti.

Nonostante il ribasso delle quote, non bisogna drammatizzare o evitare di investire in questa società che resta comunque una delle più solide di tutto il panorama bancario italiano. Inoltre, quando il valore delle quote di una società per azioni crolla non è detto che non si possa guadagnare ugualmente, infatti nel mondo dei CFD e del trading si ottengono importanti ricavi proprio dalle speculazione, ossia dalle repentine variazioni di prezzo, senza dare alcuna importanza all’andamento generale delle azioni.

Come Comprare Azioni BPER

Grazie alle migliori piattaforme di trading online è possibile acquistare azioni Bper direttamente da casa tua con PC o smartphone. Di seguito riportiamo un esempio passo a passo, con la piattaforma che io preferisco, eToro.

1. Per poter acquistare azioni Bper per prima cosa: CLICCA QUI (il tuo capitale è a rischio)

2. Inserisci i tuoi dati reali per fare l’iscrizione

3. Fai il tuo primo deposito, quindi in basso a sinistra clicca su “Deposita fondi

copy trading

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere le news ---> CLICCA QUI
 

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

l 65% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.
TOP 10 Risorse Utili:
The following two tabs change content below.
Filippo Martin

Filippo Martin

Filippo Martin – Fondatore, editore, design, direttore editoriale Giornalista pubblicista, gestisce numerosi siti web. Web Content e Web Designer da 7 anni, appassionato di finanza, tecnologia e criptovalute

Leave a Reply

×