Azioni Mediobanca, Quotazione e Come Comprare

Vota questo articolo

L’investimento in azioni presuppone un’ attenta opera di informazione per poter ripagare l’operazione che si decide di intraprendere. Come è noto, i mercati finanziari sono estremamente volatili e approcciarsi ad essi senza una strategia in grado di stendere una rete di protezione intorno ai propri soldi non rappresenta di sicuro il viatico migliore per farli fruttare.

Il modo più idoneo di varare una strategia tesa a guadagnare è sicuramente rappresentato dallo studio delle condizioni macroeconomiche relative al titolo su cui si è appuntata la propria attenzione. Un discorso che vale anche e soprattutto per le azioni Mediobanca.

Mediobanca, il salotto buono della finanza tricolore

azioni mediobanca

Mediobanca è un istituto finanziario nato nel 1946, ovvero pochi mesi dopo la fine di un conflitto mondiale che aveva in pratica distrutto anche economicamente il nostro Paese.

Nei decenni successivi ha via via aumentato la sua importanza, sino a rappresentare il fulcro di quello che è stato definito capitalismo di relazione, nel quale appunto a contare era la fitta rete di alleanze create.

In particolare il periodo aureo dell’istituto fondato da Enrico Cuccia e Raffaele Mattioli è stato quello successivo agli anni ’60, quando una parte del sistema produttivo italiano ha intravisto in Mediobanca lo strumento per sfuggire alla presenza sempre più massiccia dello Stato nell’economia.

Proprio in quegli anni nacque la leggenda del salotto buono della finanza, in cui le azioni non si contavano, ma si pesavano. In particolare, quindi, Mediobanca rientra a pieno titolo nella definizione di banca d’affari oggi tanto in voga, nella quale l’attività prevalente non è il risparmio, ma la concessione di fondi alle imprese che li richiedono.

A partire dal 1992, ovvero dal convegno sullo yacht Britannia, una riunione in cui si decise in pratica chi doveva partecipare alle privatizzazioni nel nostro Paese, da cui l’istituto fu escluso, Mediobanca ha però visto progressivamente ridursi il suo raggio d’azione, ovvero la sua influenza.

La quotazione Mediobanca in borsa è avvenuta nel 1956, dopo l’estensione della sua azione ai mercati internazionali, mentre a partire dal 2008 è stata messa in atto l’entrata nel campo della multicanalità, ovvero del modello che prevede di affiancare alle filiali tradizionali la presenza online.

Lo strumento che ha realizzato questa decisione è stato Che Banca!, istituto che ha subito mostrato notevole dinamismo riuscendo in tal modo a consolidare la sua presenza nel segmento retail.

Tanto che alla fine del 2014 risultava essere al terzo posto nella classifica relativa ai diciotto istituti bancari dotati di maggiore capitalizzazione all’interno della nostra borsa.

Perché Mediobanca ha perso il suo potere all’inizio del nuovo millennio

Come abbiamo già ricordato, dopo il 1992 Mediobanca ha iniziato a perdere la sua grande influenza, tanto che già nel 2001 gli analisti finanziari concordavano nel ritenere fossero ormai finiti gli anni del salotto buono.

In particolare a sancire questo processo di declino è stata la morte di Enrico Cuccia, il cui successore Vincenzo Maranghi non è riuscito a mantenere le relazioni costruite nei decenni precedenti. Inoltre proprio il modello di protezionismo finanziario proposto dall’istituto è andato sempre più perdendo appeal agli occhi di gruppi che ormai guardano ad una dimensione globale e non asfittica, come quella che per decenni ha caratterizzato l’Italia.

Conviene investire nelle azioni Mediobanca?

quotazione mediobanca

Quanto detto sinora aiuta sicuramente a comprendere come il ruolo di Mediobanca all’interno della scena finanziaria tricolore non sia più quello di un tempo.

Non deve però essere preso come un invito al disimpegno dal titolo di un istituto che proprio nell’ultimo esercizio ha fatto registrare la sua migliore performance assoluta. Nel corso del 2017-2018, infatti, Mediobanca ha messo a segno 2,4 miliardi di ricavi, con un incremento di quasi un decimo rispetto all’esercizio precedente. A fare da traino a questo risultato sono stati soprattutto il credito al consumo, settore presidiato tramite Compass, e la gestione patrimoniale.

In particolare occorre mettere in evidenza l’utile operativo che, oltrepassando il miliardo di euro, ha consentito di raggiungere addirittura con dodici mesi di anticipo gli obiettivi che erano invece stati fissati per il 2019.

Se questo è il quadro relativo all’istituto bancario, se si vuole cercare di prevedere quale potrà essere nel futuro la quotazione Mediobanca occorre anche prendere in considerazione i dati che fanno riferimento al comparto bancario italiano.

Nel corso del 2017, va notato come le principali banche tricolori siano riuscite a collezionare un utile complessivo intorno ai 14 miliardi di euro. Nell’anno precedente le perdite avevano invece superato quota 16 miliardi.

Si è trattato di un progresso importante, che dovrebbe essersi consolidato nel corso dell’anno che sta per finire. Il livello di redditività rimane comunque inferiore a quello fatto registrare dai principali competitori continentali.

Come comprare azioni Mediobanca

Alla luce dei dati ricordati, si può dire che comprare azioni Mediobanca può rappresentare un buon investimento, proprio in considerazione del fatto che il settore si sta riorganizzando e sta riducendo i cosiddetti crediti deteriorati che negli anni successivi alla crisi lo hanno appesantito oltremodo.

L’investimento nelle azioni del gruppo può essere condotto in due modi, che sono molto diversi tra di loro e che presentano profili di rischio abbastanza diversificati.

Il primo metodo è quello dell’acquisto diretto delle azioni, che però obbliga a scegliere con grande cura il momento dell’ingresso a mercato, ovvero quando il titolo attraversi una fase non molto brillante e se ne preveda una crescita.

Il secondo è quello proposto dalle piattaforme di trading online, in particolare tramite lo strumento del CFD, Contract for Difference, che non obbliga a detenere l’asset su cui si decide di scommettere.

In questo caso non è necessario che la quotazione salga, ma si può puntare anche ad una discesa dell’azione scelta. Per poter utilizzare al meglio questo strumento è però necessario ricorrere all’analisi fondamentale, ovvero la tecnica che consente di capire se un titolo sia quotato per quello che vale o meno.

Il giudizio in questione deve essere ricavato andando ad analizzare dati relativi all’azienda, ad esempio la sua redditività o le prospettive future, aggiungendo poi una valutazione del quadro macroeconomico. In questa definizione vanno a rientrare le decisioni di carattere politico ed economico, le previsioni congiunturali e altri fattori che potrebbero pesare non poco sui destini del comparto in cui opera l’azienda esaminata.

Grazie alle migliori piattaforme di trading online è possibile acquistare azioni Mediobanca direttamente da casa tua con PC o smartphone. Di seguito riportiamo un esempio passo a passo, con la piattaforma che io preferisco, eToro.

1. Per poter acquistare azioni Mediobanca borsa per prima cosa: CLICCA QUI (il tuo capitale è a rischio)

2. Inserisci i tuoi dati reali per fare l’iscrizione

3. Fai il tuo primo deposito, quindi in basso a sinistra clicca su “Deposita fondi

copy trading

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere le news ---> CLICCA QUI
  TOP 9 Risorse Utili:

COME INIZIARE CON BITCOIN E CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

ll 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.
The following two tabs change content below.
Filippo Martin

Filippo Martin

Filippo Martin – Fondatore, editore, design, direttore editoriale Giornalista pubblicista, gestisce numerosi siti web. Web Content e Web Designer da 7 anni, appassionato di finanza, tecnologia e criptovalute

Leave a Reply

Ecco Come Guadagno + di 65722 € al meseScopri di più