Azioni Tenaris, Quotazione e Come Comprare

Tenaris è una società di capitali fondata nel 2002 che si occupa della produzione e della vendita di tubi in acciaio. Si tratta di una holding che raggruppa molte aziende del settore che sono dislocate in diversi Paesi, come il Giappone, l’Argentina, il Canada e il Venezuela.

Azioni Tenaris: storia di una multinazionale

La Tenaris S.A. è una multinazionale con sede a Lussemburgo, che appartiene al gruppo Techint, fondata da Agostino Rocca nel lontano 1945.
Insomma, quella di cui ci stiamo occupando è un’importante realtà che svolge un ruolo decisivo nell’industria petrolifera e del gas, infatti i suoi prodotti, i tubi, sono destinati proprio a questo settore.

Alcuni dei tubi in acciaio fabbricati dalla Tenaris servono per compiere le operazioni di perforazione, mentre altri sono delle vere e proprie condutture utili al trasporto di petrolio e gas.

Nel Nord America, in particolare in Canada, sono presenti i più importanti poli industriali della Tenaris che generano gran parte del fatturato della società.

Nonostante il suo fondatore sia un italiano, la Tanaris è stata fondata in Argentina. In effetti, il milanese Agostino Rocca, in seguito ad un suo viaggio alla scoperta del Sud America, comprese le potenzialità del territorio e decise che quello sarebbe stato il punto di partenza da cui far nascere e sviluppare un grande progetto industriale.

Dopo aver instaurato collaborazioni e aver ottenuto il supporto degli imprenditori locali, Rocca avvia la Techint inserendosi, così, in un mercato che fino a quel momento era stata di esclusivo dominio americano, inglese, spagnolo e francese. Fu così che un imprenditore italiano, partito da Milano a con oltre 30 anni di esperienza alle spalle, ottenne l’incarico di costruire il gasdotto che dalla Patagonia avrebbe portato il gas naturale nello Stato argentino.

Azioni Tenaris: l’ingresso sul mercato dei capitali

azioni tenaris

Le origini di quello che attualmente è la più grande società che si occupa della produzione di tubi di acciaio per il trasporto di petrolio e gas naturale, affonda le sue radici nella prima metà del Novecento. La Taneris fa parte di quella schiera di realtà industriali che hanno contribuito allo sviluppo dell’economia nell’immediato dopoguerra. Tuttavia, la società fondata dal Signor Rocca, a differenza di molte altre attività, ha mantenuto e accresciuto la sua importanza grazie ai processi innovativi e avanguardistici adottati dalla dirigenza.

Il successo della Tenaris e delle azioni Tenaris è legata, non solo, alla geniale intuizione del suo fondatore, ma anche e soprattutto alle capacità di chi, nel corso degli anni, è stato in grado di gestire quests realtà industriale in modo profittevole e redditizio.

L’ingresso della Tenaris nel mercato dei capitali è avvenuta nel 2002, dopo essere diventata una holding, ossia una società che ha inglobato altre realtà del settore, parliamo di: Dalmine, Siderca, Tamsa, NKKTubes, AlgomaTubes, Tavsa, Confab e Siat.

La sede della società è stata posta in Lussemburgo pur avendo impianti di produzione dislocati in molti Paesi del mondo, come: Argentina, Giappone, Canada, Colombia, Italia, Messico, Brasile, Romania, Stati Uniti e Venezuela.

Tenaris S.A.: crescita e sviluppo di una multinazionale

Con l’ingresso nel mondo azionario, la Tenaris è entrata a far parte delle società quotate in Borsa che influenzano gli indici di capitalizzazione. In sostanza, trattandosi di una delle realtà industriali che detiene una grande liquidità, la S.A. con sede a Lussemburgo è entrata a far parte degli indici FTSA MIB della Borsa di Milano ma anche della Borsa di New York e di Buenos Aires.

La storia della Tenaris è caratterizzata da una crescita costante e pianificata, questa politica aziendale continua ad esse la strategia vincente della società che, infatti, prosegue il proprio di sviluppo.

Proprio nel 2004, la Tenaris ha inglobato la società rumena Silcotub, mentre nel 2006 effettua la stessa operazione anche con l’azienda statunitense Maverick Tube Corp.

Tre anni più tardi, nel 2009, le mire espansionistiche del gruppo Tenaris puntano all’Estremo Oriente e prevedono l’acquisizione dell’azienda indonesiana SPIJ. L’anno successivo, in Arabia Saudita vi è l’apertura di un polo industriale che si occupa principalmente dell’attività di filettatura.

Due anni dopo, è la volta del Messico con l’apertura di uno stabilimento industriale a Veracruz, mentre nel 2012 avviene l’inaugurazione del primo centro per la produzione di tubi di acciaio senza saldatura degli Stati Uniti d’America.

Tenaris: quotazione e consigli

quotazione tenaris

Il processo di sviluppo e di crescita, che la Tenaris segue, è piuttosto costante e, tutto ciò, si traduce in un tendenza al rialzo delle quotazioni Tenaris in borsa.
In effetti, a partire dal 2002, anno in cui la società con sede a Lussemburgo ha fatto il suo ingresso nel mercato dei capitali, l’andamento del valore dei titoli è stato decisamente positivo.
Nel 2008, le azioni della Tenaris hanno toccato quello che, ad oggi, è il picco più alto della loro storia in Borsa, attestando la quotazione Tenaris a 22,29 euro. In linea di massima, il valore delle quotazioni di questo titolo si aggirano attorno ai 15 euro.

Negli ultimi quattro anni ci sono state delle importanti novità per i titoli della Tenaris. A cavallo tra il 2014 e il 2016 è stato registrato un calo del fatturano di oltre il 50%, tuttavia le ragioni di questa riduzione sono legate alla crisi petrolifera che ha colpito quel biennio. Questo evento di portata globale ha, inevitabilmente, portato ad una diminuzione del costo di acquisto dei tubi in tutto il mondo.

In effetti, quando sono stati presentati i conti finanziari la Tenaris ha reso noto che il volume di affari aveva subito una battuta d’arresto facendo registrare una riduzione di circa il 38%

A partire dai primi mesi del 2017 si è verificato un incremento, seppur lento, delle attività di trivellazione che fa prevedere un rialzo e un miglioramento complessivo delle azioni Tenaris, sia in termini di fatturato che in termini di quotazioni.

In effetti, i fatturati delle attività presenti sul territorio statunitense e canadese sono aumentati del 42% rispetto all’anno precedente, portando così ad un incremento del fatturato complessivo della Tenaris di circa il 10%. Purtroppo sono ancora in calo le attività dislocate in Estremo Oriente e in Africa.

Secondo alcuni analisti, le previsioni circa l’andamento delle quotazioni Tenaris sono positive. In particolare, i broker di Mediobanca hanno individuato, come possibile tetto massimo, un valore unitario che potrebbe sfiorare anche i 19 euro.
Tuttavia, resta da capire se la crescita della società sia limitata solo ai fatturati delle aziende collocate in Nord America o se coinvolgerà anche gli altri poli industriali che operano sotto lo stesso marchio.

Come Comprare Azioni Tenaris

Grazie alle migliori piattaforme di trading online è possibile acquistare azioni Tenaris direttamente da casa tua con PC o smartphone. Di seguito riportiamo un esempio passo a passo, con la piattaforma che io preferisco, eToro.

1. Per poter acquistare azioni Tenaris borsa per prima cosa: CLICCA QUI (il tuo capitale è a rischio)

2. Inserisci i tuoi dati reali per fare l’iscrizione

3. Fai il tuo primo deposito, quindi in basso a sinistra clicca su “Deposita fondi

copy trading

Lascia un commento