Bakkt posticipa la data dei Bitcoin Futures

La piattaforma di trading bitcoin, Intercontinental Exchange sta ritardando il lancio ufficiale.

Annunciato martedì tramite un post sul blog aziendale, il primo prodotto di Bakkt, presentato ad agosto, è stato posticipato al 24 gennaio 2019.

La piattaforma ha spiegato che “il nuovo termine di quotazione fornirà un tempo supplementare per i clienti prima dell’inizio del trading e dell’archiviazione del nuovo contratto.”

In un annuncio su Medium, Kelly Loeffler, CEO di Bakkt, ha ampliato questa affermazione, affermando che il “volume di interesse” in azienda ha contribuito al ritardo.

Ha aggiunto:

“Come spesso accade con i lanci di prodotti, ci sono nuovi processi, rischi da testare e ri-testare, e nel caso delle criptovalute, una nuova classe di asset a cui vengono applicate queste risorse. Quindi, ha senso aggiustare la nostra cronologia mentre lavoriamo verso il lancio “.

Bakkt aveva precedentemente anticipato il lancio dei suoi future Bitcoin il mese prossimo, dicendo in un comunicato che avrebbe lanciato il prodotto il 12 dicembre. La nuova data è ancora soggetta all’approvazione normativa, indicando che la piattaforma potrebbe non aver ancora ricevuto tale approvazione.

La piattaforma in precedenza aveva rivelato che avrebbe lanciato i futures bitcoin fisicamente stabiliti, vale a dire che i clienti avrebbero ricevuto bitcoin alla scadenza dei loro contratti, piuttosto che l’equivalente in contanti del token.

La società è focalizzata sulla costruzione di un storage di criptovalute di livello istituzionale, ha affermato, aggiungendo che “riteniamo che questo sia un passo significativo verso la fiducia in questo asset”.

Come parte dei suoi sforzi per lo sviluppo del prodotto, Bakkt ha annunciato in precedenza che stava lavorando con BCG, Microsoft e Starbucks. Le aziende hanno fornito assistenza sia per l’esperienza del cliente che per la gestione del rischio per il prodotto.

Lascia un commento