Bitcoin arriva a 11.000 e poi crolla, e poi risale a 15.000…Perché? Abbiamo indagato e questo è ciò che abbiamo scoperto..

 

Il Regno Unito e altri governi dell’UE stanno pianificando un giro di vite contro i bitcoin, tra crescenti preoccupazioni sul fatto che la valuta digitale venga utilizzata per riciclaggio di denaro e evasione fiscale.

Bitcoin oggi raggiunge lo record storico di 15.000 dollari, ma vediamo nei giorni passati cosa è successo.

 

La crescente attenzione e le notizie degli ultimi giorni (con i Bitcoin che sfondando il muro dei 10.000 dollari e ora anche dei 15.000) ha portato numerosi governi a interrogarsi circa queste nuove realtà di denaro digitale pianificando persino di regolamentare bitcoin e altre criptovalute per allinearli alla legislazione finanziaria antiriciclaggio e antiterrorismo. I commercianti saranno dunque costretti a rivelare la propria identità, ponendo fine all’anonimato che ha reso la valuta interessante per potenziali spaccio di droga e altre attività illegali.

Nell’ambito del piano a livello UE, le piattaforme online in cui vengono scambiati i Bitcoin saranno tenute a svolgere la dovuta diligenza sui clienti e segnalare transazioni sospette.

Le regole dovrebbero entrare in vigore il prossimo anno. L’Inghilterra in prima linea.

I capi di Goldman Sachs e JP Morgan hanno criticato Bitcoin come veicolo per commettere frodi e altri crimini. Ma Sir Jon Cunliffe, vice governatore della Banca d’Inghilterra, la scorsa settimana ha affermato che la valuta digitale è troppo piccola per costituire una minaccia sistemica per l’economia globale. Ha anche avvertito che gli investitori di Bitcoin avevano bisogno di “fare i compiti”.

Il Bitcoin lunedì è stato scambiato a $ 11,566 e ha toccato un nuovo massimo record di $ 11,800 di domenica, ma è sceso a $ 10,554 per le notizie sulle nuove normative che si intendono imporre per il loro controllo.

Il parlamentare laburista John Mann, membro del comitato ristretto della Camera dei comuni del tesoro, ha suggerito ai parlamentari di esaminare la regolamentazione delle valute virtuali. Questi ha affermato che queste nuove forme di scambio si stanno espandendo rapidamente ed è necessario e fondamentale assicurarsi di non rimanere indietro, di tenersi sempre aggiornati e pronti a reagire proprio per proteggere le banche centrali e le economie statali, soprattutto da riciclaggio di denaro, terrorismo o furto puro.

In realtà, dagli ultimi avvenimenti, si è reso opportuno indagare sulle reali motivazioni che hanno portato all’affermazione e alla crescita rapida ed esponenziale dei Bitcoin, in quanto potrebbe essere un chiaro segnale degli utenti a confidare in un sistema economico digitale autonomo, forse per la paura suscitata dalle recenti crisi ma, proprio per questo motivo, è essenziale studiarne a fondo tutti i meccanismi e creare un apposito regolamento.

Stephen Barclay, il segretario economico del Tesoro, ha esposto i piani del governo in una risposta parlamentare scritta in tempi non sospetti ad ottobre. Il governo del Regno Unito sta quindi attualmente negoziando emendamenti alla direttiva contro il riciclaggio di denaro che porterà piattaforme di scambio valutario virtuali e fornitori di portafogli di custodia nella regolamentazione anti-riciclaggio e anti-terrorismo, che porterà a supervisionare le attività di queste imprese da parte delle autorità nazionali autorità competenti per queste aree. Il governo inglese sostiene l’intenzione dietro questi emendamenti, aspettandosi che i negoziati si concludano a livello di UE alla fine del 2017 o all’inizio del 2018.

Insomma, ecco il motivo che si cela dietro al crollo improvviso dei Bitcoin, ossia la notizia di un intercessione da parte dello stato, per ora quello inglese, rendendo dunque la moneta digitale e i propri scambi, non più un affare autonomo ma comunque radicato a regolamenti e controlli esterni dall’universo digitale. Le domande sorgono spontanee e sono davvero molteplici in questo clima misto tra incertezza ed eccitazione: Come si comporterà la moneta e come si ripercuoteranno queste notizie sul mercato di scambio a lungo termine? Ma soprattutto, è effettivamente possibile controllare un mercato digitale così vasto e oramai radicato?

Probabilmente queste notizie, hanno avuto una minima influenza, considerando che oggi Bitcoin ha superato i 15.000 dollari. Significa sicuramente che ogni giorno ci son sempre più nuovi acquirenti di Bitcoin

Lascia un commento