Bitcoin Cash: Cos’è e Come funziona

bitcoin cash: cos'è come funziona

Bitcoin è apparso per la prima volta quasi esattamente nove anni fa ed è ora più forte che mai.

Al giorno d’oggi, non è solo la prima criptovaluta al mondo, ma anche la più costosa, stabile e popolare.

Detto questo, non è perfetto.

Uno dei problemi più urgenti per la criptovaluta è sempre stata la sua scalabilità.

Più specificamente, è stata la dimensione di un blocco di transazioni, che alla creazione di Bitcoin era limitato a un MB.

Questo limite provoca notevoli ritardi nei tempi di elaborazione delle transazioni e limita il numero di transazioni che la rete può elaborare.

Bitcoin Cash era una storia diversa.

Si differenzia dalle altre versioni in quanto in abilitato l’aumento della dimensione del blocco da 1 MB a 8 MB. L’obiettivo generale è quello di aumentare il numero di transazioni che possono essere elaborate dalla rete, sperando che Bitcoin Cash sarà in grado di competere con il volume di transazioni che giganti del settore come PayPal e Visa possono attualmente elaborare.

  1. Acquistare Bitcoin Cash su Coinbase (clicca qui) – Qui trovi una guida su come farlo: Clicca qui
  2. Fare trading Bitcoin Cash tramite piattaforma broker (clicca qui) – Qui trovi una guida su come farlo: Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Bitcoin Cash è stato lanciato nell’agosto 2017 e da allora è diventato il successo di Bitcoin.


Storia della fork. L’unico limite MB per le dimensioni di ogni blocco era stato originariamente implementato per ridurre la possibilità di potenziali spam e attacchi DDoS.

Mentre non ci sono state molte transazioni nella rete, il limite non ha influenzato nulla.

Man mano che Bitcoin diventava sempre più popolare, il limite iniziava a far accumulare blocchi, che allungavano inutilmente i tempi di transizione.

La situazione è sfuggita di mano a maggio 2017, quando alcuni utenti hanno riferito di dover attendere la conferma per un massimo di quattro giorni.

Gli utenti hanno avuto la possibilità di pagare commissioni di transazione più elevate per accelerare la conferma, ma questo approccio ha sostanzialmente reso Bitcoin inutile come metodo di pagamento, soprattutto quando si trattava di transazioni più piccole.

Ad esempio, pagare un panino o una tazza di caffè con BTC semplicemente non era fattibile, dato che una tazza di caffè da $ 3 incorrere in una tassa di transazione di oltre $ 15. In caso contrario, il venditore riceverà una quantità di polvere non sospesa.


La comunità Bitcoin ha trovato due possibili soluzioni a questa situazione:

  • Bitcoin Unlimited
  • Segregated Witness (SegWit).

Bitcoin Unlimited eliminerebbe del tutto il limite della dimensione del blocco.

Molti minatori erano a favore di questa soluzione, in quanto la mancanza del limite di dimensioni del blocco non solo impedirebbe che i blocchi si accumulassero ma aumenterebbe anche la quota complessiva del minatore per ogni blocco.

Tuttavia, molti sviluppatori erano contrari a questa proposta, pensando che la sua implementazione avrebbe portato i piccoli minatori a cessare la propria attività, il che, a sua volta, avrebbe potuto portare ad una centralizzazione dell’intera rete da parte delle massicce corporazioni minerarie.

Una soluzione di Testimonianza Segreta implicava la memorizzazione di alcune informazioni in file separati al di fuori della Blockchain.

Gli sviluppatori hanno affermato che libererebbe molto spazio di archiviazione, i blocchi si adattano a più transazioni e il tempo di conferma diminuirà in modo significativo.

Ma, molte persone credevano che fosse solo un ostacolo temporaneo più complicato rispetto all’approccio Bitcoin Unlimited.

Di conseguenza, è stato sviluppato un protocollo di compromesso denominato SegWit2x.

L’avvio di questo protocollo ha significato la memorizzazione di alcune informazioni al di fuori della Blockchain e l’aumento del limite di dimensione del blocco a due MB.

Il protocollo è stato implementato il 1 agosto 2017, dopo che il 95% dei minatori ha votato per la proposta.

Tuttavia, la rete non ha visto l’immediato aumento del limite di dimensioni del blocco.

Per molte persone questo significava rimandare un problema invece di risolverlo.

Inoltre, questa decisione sembrava soddisfare coloro che trattano il Bitcoin come un’opportunità di investimento e non un sistema di pagamento che è stato creato per essere.

Poi, durante la conferenza Future of Bitcoin ad Arnhem, in Olanda, la prima implementazione del protocollo Bitcoin Cash chiamato Bitcoin ABC è stata annunciata da Amaury Séchet, ex ingegnere di Facebook.

Séchet e il suo team di sviluppatori hanno deciso di abbandonare il protocollo SegWit2x e di aumentare il limite di dimensioni del blocco a otto MB.

Poiché tali drastici cambiamenti hanno richiesto la loro creazione per dividersi dalla rete Bitcoin originale, è stato annunciato che il 1 agosto 2017 si terrà un hard fork. Per coloro che non lo sanno, un hard fork è l’unico metodo attualmente noto agli sviluppatori per aggiornare il software Bitcoin.

Gli sviluppatori dividono la rete e in sostanza creano una nuova Blockchain con regole alterate.

La versione originale e quella biforcuta della criptovaluta hanno Blockchain identici fino al blocco quando si è verificata la divisione. Da lì in poi, le due reti esistono indipendentemente


Dopo lo split, tutti coloro che avevano Bitcoin prima del fork hanno ricevuto la stessa quantità di gettoni Bitcoin Cash.

La nuova criptovaluta è stata rapidamente adottata dagli investitori, poiché alla fine del primo giorno della sua esistenza, Bitcoin Cash è diventata la terza criptovaluta di Bitcoin ed Ethereum in termini di capitalizzazione di mercato.

Bitcoin Cash più economico da usare rispetto a Bitcoin Core?

In breve: sì. Le commissioni sempre crescenti associate alle transazioni Bitcoin sono state una delle ragioni principali per l’avvio di Bitcoin Cash.

Un test molto pratico, condotto a dicembre 2017, ha mostrato che una transazione di Bitcoin Cash era del 99,56% più economica della transazione equivalente sulla rete originale Bitcoin.

Alla fine del 2017, le persone pagavano in media $ 28 in commissioni di transazione per spostare i loro token Bitcoin.

Qualcuno ha persino affermato di dover pagare una commissione di $ 16 per inviare $ 25 di Bitcoin, che è una commissione del 40%.


Critici della hard-fork. In un mondo di criptovalute, un fork difficile è sempre un evento piuttosto preoccupante.

Molte persone credono che vada contro il principio stesso dell’immutabilità di Blockchain e contraddica il principio del “codice è legge“.

Quando si tratta di questo particolare ostacolo, molti critici temono che la potenza del computer necessaria per elaborare blocchi più grandi stanzierà i minatori più piccoli, il che potrebbe portare il potere decisionale ad essere concentrato nelle mani di grandi aziende che possono permettersi di più e equipaggiamento migliore.

Infine, poiché tutti coloro che detenevano Bitcoin prima della divisione ricevevano una quantità uguale di gettoni Bitcoin Cash, alcune persone espressero le loro preoccupazioni sul fatto che la scissione non fosse altro che uno schema per fare soldi.

In effetti, l’hard fork ha creato una situazione simile a un problema di doppia spesa, poiché ha effettuato due transazioni da un singolo wallet utilizzando lo stesso set di chiavi possibile.

Chi è Roger Ver?

Roger Ver è un investitore di primo piano e uno dei primi ad adottare Bitcoin.

Ha investito oltre un milione di dollari in varie startup emergenti di Bitcoin, tra cui Ripple, Z.Cash, Blockchain.com, Bitpay, Purse.io e Kraken.

È anche amministratore delegato di Bitcoin.com e uno dei cinque creatori della Bitcoin Foundation, a cui ha anche donato più di $ 1 mln di bitcoin.

Ver vede Bitcoin come un mezzo per raggiungere la libertà economica.

Nella comunità criptovaluta, è anche conosciuto come Bitcoin Jesus.

In questi giorni, tuttavia, Roger Ver sta sostenendo per Bitcoin Cash. In una recente intervista con Cointelegraph, Ver ha descritto Bitcoin Cash come “il vero Bitcoin”, affermando che avrà la maggiore capitalizzazione di mercato, volume degli scambi e base di utenti nel prossimo futuro.

È stato anche citato dicendo che detiene la maggioranza dei suoi fondi di criptovaluta in Bitcoin Cash, che è, forse, il più grande indicatore della sua fiducia nella risorsa.


Bitcoin Cash non è in circolazione da molto tempo, ma si è già affermato come una criptovaluta estremamente forte.

Al momento della scrittura, è la quarta criptovaluta del mondo in termini di capitalizzazione di mercato, dietro i sostenitori del settore Bitcoin, Ethereum e Ripple.

È anche la seconda criptovaluta più apprezzata al mondo a $ 645 per un BCH oggi.

Per molte persone, Bitcoin Cash è diventato una risposta a tutto ciò che era sbagliato con il Bitcoin originale e continua a ricevere nuovi follower giorno per giorno.

Generalmente, ogni investimento e mossa di trading comporta dei rischi, dovresti condurre la tua ricerca quando prendi una decisione.

Il prezzo di Bitcoin Cash dipende dal prezzo di Bitcoin?

Bitcoin Cash è una criptovaluta completamente indipendente, quindi il suo prezzo non dipende da quello del Bitcoin originale.

Tuttavia, è importante notare che Bitcoin è ancora la criptovaluta dominante del mondo, quindi se sale o scende, la maggioranza assoluta di altre criptovalute è molto probabile che segua la sua tendenza.

Come acquistare Bitcoin Cash

Se siete interessati a sapere come acquistare Bitcoin Cash per iniziare la vostra avventura di trading con questa nuova realtà digitale queste sono le due soluzioni possibili:

  1. Acquistare Bitcoin Cash su Coinbase (clicca qui) – Qui trovi una guida su come farlo: Clicca qui
  2. Fare trading Bitcoin Cash tramite piattaforma broker (clicca qui) – Qui trovi una guida su come farlo: Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Approfondimenti:

Lascia un commento

BUONO AMAZON DA 30 €RICHIEDILO ORA