Bitcoin Gold: Cos’è e come funziona

Una nuova criptovaluta chiamata Bitcoin Gold è da poco disponibile sui mercati e su Internet e, sin dal suo debutto, ha generato tanto clamore quanta attenzione per le sue caratteristiche e per la sua relazione con la criptovaluta più famosa del mondo.

Questo fork derivato da Bitcoin, infatti, mira a correggere ciò che i suoi sostenitori vedono come un grave difetto nel design del Bitcoin originale.

Ad oggi, all’attivo, ci sono centinaia di criptovalute su Internet, e molte di esse derivano da Bitcoin in un modo o nell’altro.

Ma Bitcoin Cash di Bitcoin Gold, un altro spin-off di Bitcoin creato in agosto, è diverso in due modi importanti.

Bitcoin Gold si identifica come una versione di Bitcoin piuttosto che semplicemente nuove piattaforme derivate dal codice sorgente di Bitcoin. Ha anche scelto di conservare la cronologia delle transazioni di Bitcoin, il che significa che, se possedevi bitcoin prima della forcella, ora possiedi una quantità uguale di bitcoin in versione Gold.

Mentre Bitcoin Cash è stato progettato per risolvere il problema della capacità di Bitcoin con blocchi più grandi, Bitcoin Gold mira ad affrontare un altro dei difetti percepiti da Bitcoin: la crescente centralizzazione dell’industria mineraria che verifica e protegge le transazioni Bitcoin.

La visione originale di Bitcoin era che chiunque sarebbe stato in grado di partecipare al mining di Bitcoin con i propri PC personali, guadagnandosi un po’ di denaro extra in quanto ha contribuito a supportare la rete.

Ma poiché il Bitcoin è diventato più prezioso, le persone hanno scoperto che il mining di Bitcoin poteva essere fatto in modo molto più efficiente con circuiti integrati specifici dell’applicazione (ASIC) personalizzati.

Di conseguenza, l’estrazione di Bitcoin è diventata un’industria specializzata e altamente concentrata. Le aziende leader in questo nuovo settore esercitano una quantità sproporzionata di potere sulla rete Bitcoin.

Bitcoin Gold mira a detronizzare queste società minerarie introducendo un algoritmo di mining alternativo che è molto meno suscettibile all’ottimizzazione basata su ASIC. In teoria, ciò permetterà agli utenti ordinari di Bitcoin Gold di guadagnare denaro extra con i loro cicli di calcolo di riserva, proprio come le persone potrebbero fare nei primi giorni di Bitcoin.

Come funziona

Al centro della rete Bitcoin c’è la blockchain, un libro mastro distribuito che registra ogni transazione che sia mai avvenuta.

Ogni 10 minuti, in media, un computer della rete peer-to-peer di Bitcoin aggiunge un blocco alla fine della blockchain e raccoglie un premio di 12,5 bitcoin, che attualmente vale circa $ 75.000.

I minatori competono per il privilegio di aggiungere un blocco alla blockchain correndo per risolvere un difficile problema matematico. Ecco come funziona: il minatore prende un elenco di transazioni e aggiunge una stringa casuale chiamata nonce alla fine. Quindi calcola una funzione hash SHA-256 dell’intero blocco.

Perché la rete Bitcoin si è appena divisa a metà e perché è importante

Una funzione di hash è progettata per produrre una stringa di bit essenzialmente casuale che rappresenta in modo univoco i dati che sono stati sottoposti a hash. Il minatore “vince” se questi bit casuali iniziano con un certo numero di zeri. Il più delle volte, questo non accade, quindi il minatore sceglie un altro nonce e ripete il calcolo fino a quando non viene visualizzato un blocco vincente.

Un minatore che scopre un blocco vincente lo annuncia al resto della rete; chiunque altro sulla rete verifica che soddisfi tutti i requisiti delle regole Bitcoin e quindi aggiunge il blocco alle loro copie della blockchain. Quindi la gara ricomincia.

Il punto di questo processo piuttosto elaborato è quello di dare alla rete un modo per raggiungere un consenso senza un’autorità centrale per contare i voti. Se due blocchi vengono annunciati nello stesso periodo, producendo un disaccordo su quale sia il blocco “ufficiale”, la disputa viene risolta eseguendo un altro round della gara. Chiunque vinca il turno successivo deve scegliere quale blocco nel turno precedente diventa ufficiale.

In pratica, ciò significa che l’influenza di un nodo sulla rete è proporzionale alla quantità di potenza di calcolo che ha.

Nei primi anni di Bitcoin, questo ha dato al settore minerario Bitcoin un carattere democratico. Quasi tutti nella comunità avevano il potere di calcolo inutilizzato seduto sui loro banchi che potevano dedicare all’estrazione di Bitcoin, guadagnando moneta virtuale nel processo.

C’erano pochi minatori bitcoin professionali con hardware dedicato perché qualcuno che acquistava hardware speciale non poteva competere con un gruppo di ragazzi che utilizzava cicli di calcolo di riserva che avevano già.

Ma questo è cambiato quando le persone hanno iniziato a creare ASIC personalizzati basati su Bitcoin.

Questi chip potevano calcolare gli hash SHA-256 in modo molto più efficiente di un PC che i minatori di PC presto non potevano nemmeno produrre abbastanza bitcoin per coprire le loro bollette elettriche.

L’attività mineraria è diventata un’operazione solo ASIC fortemente concentrata in luoghi con bassi costi di energia elettrica.

Bitcoin Gold spera di rendere nuovamente il settore minerario democratico

Questa strategia di influenzare una rete proporzionale alla potenza di calcolo è nota come prova di lavoro. Più lavoro fai – in questo caso, calcolando hash SHA-256 miliardi di volte – più è probabile che tu abbia la possibilità di aggiungere un blocco alla blockchain.

Bitcoin Gold è identico a Vanilla Bitcoin per molti aspetti, ma utilizza un algoritmo di proof of work alternativo chiamato Equihash che i sostenitori ritengono sia impervio di essere accelerato con hardware personalizzato. Equihash è stato anche adottato da un rivale di Bitcoin chiamato Zcash per lo stesso motivo.

L’idea chiave di Equihash è che l’algoritmo è vincolato più dalla memoria che dalla potenza di calcolo. Ecco un riassunto semplificato di come funziona Equihash (puoi ottenere tutti i dettagli cruenti nel white paper Equihash):

– Equihash inizia con un elenco di stringhe di bit pseudocasuali derivate dal blocco che il minatore vuole aggiungere alla blockchain.

– Il minatore prova a trovare un sottoinsieme di n stringhe (fuori da quelle generate nel passaggio 1) che XOR azzera.

– Le stringhe di bit scelte nel passaggio 2 sono concatenate insieme e hash con l’obiettivo (come nel Bitcoin originale) di trovare un valore inferiore ad un valore predefinito.

Il passaggio 2 è la parte difficile di questo processo: il primo e il terzo passaggio sono relativamente banali.

E l’algoritmo più efficiente per completare il passaggio 2 richiede molta memoria. Cercare di risolvere il problema con meno della quantità ottimale di memoria impone sanzioni drastiche computazionali.

In un esempio presentato nel documento Equihash, la risoluzione di una versione del problema con 700 megabyte richiedeva circa 15 secondi, mentre la risoluzione dello stesso problema con 250 megabyte richiedeva 1.000 volte di più.

La ragione per cui questo è importante, affermano i creatori di Equihash, è che non è realmente possibile ottimizzare algoritmi a uso intensivo della memoria con silicio personalizzato nel modo in cui è possibile ottimizzare algoritmi ad alta intensità di calcolo.

L’hardware di mining Bitcoin è incredibilmente veloce perché un chip progettato su misura per l’elaborazione degli hash SHA-256 può calcolare un numero di hash molto più alto al secondo rispetto a una CPU convenzionale con lo stesso numero di transistor. Ma 1 GB di memoria occupa tanto spazio su un chip sia che venga utilizzato per l’hardware di mining personalizzato o per un PC di uso generale.

Il risultato, sperano i sostenitori, è che Bitcoin Gold sarà sempre accessibile agli utenti ordinari che vogliono sfruttare la criptovaluta con i loro PC. Ciò potrebbe conferire a Bitcoin un carattere più democratico e ridurre l’influenza dei grandi pool minerari che sono così potenti all’interno della rete di Bitcoin mainstream.

La visione di Bitcoin Gold di democratizzare l’estrazione di Bitcoin attrae molte persone nel tradizionale mondo Bitcoin. Ma la valuta continua ad affrontare un sacco di scetticismo nella più ampia comunità Bitcoin.

I critici si sono opposti al modo insolito con cui Bitcoin Gold ha lanciato la valuta.

Dopo aver forato la blockchain principale dei Bitcoin poche settimane fa, il team di Bitcoin Gold ha gestito la nuova rete privatamente, permettendo loro di estrarre un sacco di bitcoin “d’oro” senza concorrenza dal resto del mondo Bitcoin. I critici dicono che questo lascia meno bitcoin disponibili per chiunque altro.

Il compromesso di Bitcoin crolla, lasciando la crescita futura in dubbio

L’obiezione più ampia, tuttavia, è che molti bitcoiners guardano con sospetto a qualsiasi tentativo di dividere la comunità Bitcoin.

Si preoccupano che avere più versioni concorrenti di Bitcoin possa confondere il pubblico. Gli oppositori sostengono che Bitcoin Gold sta sfruttando ingiustamente il nome di Bitcoin.

Ma il team di Bitcoin Gold insiste che il loro progetto andrà bene per Bitcoin a lungo termine.

Dicono che il loro obiettivo finale è dimostrare la fattibilità di Equihash come un algoritmo di prova del lavoro alternativo e alla fine convincere la rete di Bitcoin mainstream a fare una mossa simile.

Sembra una battaglia in salita, tuttavia, dati i milioni di dollari che i minatori Bitcoin hanno investito nel loro attuale hardware di hashing.

Staremo a vedere cosa accadrà in futuro, e soprattutto, staremo a vedere se l’ambizioso progetto alla base di Bitcoin Gold si rivelerà realmente di promotore di qualcosa di nuovo e che superi effettivamente i limiti della moneta madre.

Se siete interessati a sapere come ottenere Bitcoin Gold per iniziare la vostra avventura di trading con questa nuova realtà digitale queste sono le due soluzioni possibili:

  1. Acquistare Bitcoin Gold su un exchange (clicca qui) – Qui trovi una guida su come farlo: Clicca qui
  2. Fare trading Bitcoin Gold tramite piattaforma broker (clicca qui) – Qui trovi una guida su come farlo: Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Approfondimenti:

Lascia un commento