Carta Prepagata Revolut Come Funziona e Costi? Recensioni e Opinioni

Vota questo articolo

IL MIO NUOVO CORSO ONLINE!

Carta Prepagata Revolut

La Revolut è una carta prepagata emessa dall’omonima società inglese che ha sede a Londra. Si tratta di uno strumento finanziario associato ad un conto corrente online che permette di ricevere bonifici e di effettuare trasferimenti di denaro in diverse valute, parliamo quindi di un conto multicurrency.

La Revolut: cos’è e come funziona?

La carta ricaricabile Revolut appartiene al circuito Visa o MasterCard che viene assegnato in modo del tutto automatico, senza dare la possibilità al titolare della carta di scegliere.
In genere, i clienti italiani che decidono di avere una Revolut ricevono una prepagata affiliata con il circuito MaterCard.

Questo strumento finanziario è un prodotto piuttosto apprezzato per diverse ragioni, una delle quali riguarda la possibilità di cambiare valuta senza dover pagare le commissioni che, generalmente, caratterizzano questo tipo di operazioni.

LEGGI ANCHE: MIGLIORI CARTE PREPAGATE

Attualmente, infatti, la Revolut è considerata una della prepagate più economiche e convenienti che ci sia in circolazione, dimostrando di essere una valida soluzione per chi viaggia all’estero e ha bisogno di uno strumento finanziario che consenta al titolare della carta di cambiare valuta in modo comodo, ma soprattutto a costo zero.

Pur essendo indicata per i privati che viaggiano in giro per il mondo, la società finanziaria Revolut ha pensato a due diverse tipologie dell’omonima carta, permettendo così ai clienti di scegliere tra una versione destinata all’uso personale della ricaricabile e una versione Business pensata per i conti aperti ad uso professionale e aziendale.

Ovviamente, le due diverse tipologie di carte prevedono differenti costi relativi all’abbonamento e all’utilizzo stesso della prepagata.
La carta Revolut può essere richiesta online ed è disponibile in due formati:

– la carta fisica, che permette di effettuare prelievi presso i POS e acquisti online;
– la carta telematica che invece è utilizzabile solo per le operazioni eseguite tramite internet.

Trattandosi di uno strumento finanziario associato ad un codice IBAN, con la carta Revolut è possibile inviare e ricevere bonifici in tutto il mondo.
Il conto a cui fa riferimento la prepagata Revolut è, per gli italiani, un conto estero a tutti gli effetti, dal momento che la sede è in Inghilterra. Per questo motivo, se la giacenza media annua dovesse superare la cifra di 5.000 euro, il titolare della ricaricabile è tenuto a comunicarlo in sede di dichiarazione dei redditi, compilando il quadro RW.

Prepagata Revolut: come si attiva?

Dopo aver effettuato la richiesta per ricevere la versione fisica o digitale della ricaricabile emessa dalla Revolut, il titolare della carta deve procedere con l’attivazione della stessa.

Per poter rendere la prepagata Revolut operativa, e quindi utilizzabile, è necessario installare su un dispositivo elettronico, collegato alla rete, l’applicazione ufficiale che è disponibile sia per smartphone che per iPhone.
Il primo dato da inserire per iniziare l’operazione di attivazione è il numero di telefono dal quale si sta operando e i propri dati anagrafici (nome, cognome, data e luogo di nascita e così via).

Una volta inseriti i dati personali, l’account verrà attivato nel giro di pochi minuti. A questo punto è possibile accedere alla piattaforma digitale che permette ai titolari della carta Revolut di gestire questo strumento finanziario, con la possibilità di rimuovere o modificare i limiti operativi che sono attivi di default.
Per poter effettuare queste variazioni è necessario inviare la foto o la scansione della propria carta d’identità, in corso di validità, e un selfie del proprio viso con lo scopo di permettere ad un operatore di confrontare la foto del documento inviato con la reale identità della persona che sta eseguendo il procedimento.

http://track.adform.net/adfserve/?bn=27530589;1x1inv=1;srctype=3;ord=[timestamp]

Dopo aver ottenuto il via libera a continuare l’operazione, è possibile effettuare le modifiche seguendo una procedura guidata, che è stata pensata per essere piuttosto semplice e intuitiva.

Una volta che tutti i dati identificativi sono stati inseriti correttamente e sono stati sottoposti ad una verifica da parte di un operatore, è possibile chiedere ed ottenere una carta digitale, che viene inviata nel giro di poche ore, oppure una carta Revolut fisica che, invece, viene recapitata direttamente all’indirizzo, indicato durante la fase di autenticazione, in pochi giorni lavorativi (in genere 2 o 3 giorni).

Costi della carta Revolut

La società finanziaria inglese che ha emesso la ricaricabile Revolut ha pensato a due differenti versioni, con lo scopo di soddisfare le diverse esigenze dei clienti: la Revolut Personal e la Revolut Business.

Con entrambe le carte è possibile effettuare cambi di valuta gratuiti, purché tali operazioni vengano eseguite durante l’orario di apertura dei mercati. Se invece si ha la necessità di effettuare un cambio in orario di chiusura (week-end), al titolare della Revolut vengono addebitati costi, che altro non sono, che una maggiorazione del valore sottoposto all’operazione di cambio valuta, compresa tra lo 0,5% e il 2%.

La Revolut Personal è una prepagata che ben si presta ad essere uno strumento finanziario utile ai privati. Per poter diventare titolari di una ricaricabile del genere è necessario scegliere tra due diversi piani di abbonamento.
La Revolut Personal Standard non prevede alcun canone di abbonamento mensile, i prelievi mensili sono gratuiti fino ad un massimo di 200 euro, le ricariche possono essere effettuate a costo zero, l’unico costo da affrontare sono 6 euro per la spedizione della carta fisica.
La Revolut Personal Premium ha un canone mensile di 7,99 euro, i prelievi mensili sono gratuiti fino ad un valore massimo di 400 euro e non sono previsti costi per la spedizione della carta né per le ricariche.
La Revolut Personal Metal ha un canone mensile di 13,99 euro, i prelievi mensili sono gratuiti fino a 600 euro e non sono previsti costi né per la spedizione della carta né per le ricariche.
I prelievi mensili sono gratis fino al tetto sopraindicato al superamento del quale, per tutte e tre le carte, è previsto il versamento di una commissione pari al 2%.

La Revolut Businesse può essere di due tipi:

– la Company (per le aziende) che può essere:
– Start (entrate max. 100mila al mese);
– Standard (entrate max. 1 milione al mese);
– Professional (entrate superiori a 1 milione).

– Freelancer (per professionisti) con un canone mensile di 7,99 euro e la possibilità di ricevere pagamenti fino a 100.000 euro al mese.

LEGGI ANCHE: CLASSIFICA MIGLIORI CARTE PREPAGATE

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere le news ---> CLICCA QUI
 

COME INIZIARE CON BITCOIN E CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

ll 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.
TOP 9 Risorse Utili:
The following two tabs change content below.
Filippo Martin

Filippo Martin

Filippo Martin – Fondatore, editore, design, direttore editoriale Giornalista pubblicista, gestisce numerosi siti web. Web Content e Web Designer da 7 anni, appassionato di finanza, tecnologia e criptovalute

Leave a Reply

Lavoro Serio Online (si apre su messenger)VAI