Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Cryptovalute lista: Elenco delle Top 10

Cryptovalute lista
Cryptovalute lista

Le criptovalute sono delle monete digitali che non hanno un corrispettivo fisico e che possono essere scambiate solo nel mondo virtuale. Le valute digitali possono essere acquistate direttamente oppure speculare tramite il trading online, ovvero i mercati che permettono di speculare sull’andamento del valore di un’azione, un titolo o, come in questo caso, una moneta digitale.

Criptovalute: focus

Le criptovalute hanno diversi valori e questo fattore permette di stilare una classifica delle monete digitali con più volume di mercato e quelle che hanno avuto percentuali più alte di crescita.

Attualmente l’elenco delle 10 criptovalute più interessanti vede ancora Bitcoin, Ripple, Litecoin ed Ethereum alle prime posizioni di questa speciale classifica.

Prima di analizzare il mercato del momento occorre fare un passo indietro e ricordare che nel 2018 vi è stato un’importante correzione del prezzo dei Bitcoin, la moneta digitale da cui l’intero sistema ha avuto origine. In seguito a questo fenomeno, si sono registrati degli importanti cali delle quotazioni delle criptovalute che, in realtà, sono strettamente legati all’improvviso aumento della domanda di criptovaluta che si è registrato verso al fine del 2017.

Il carattere della volatilità è senza dubbio una delle prerogative del mondo delle criptovalute, in effetti il loro valore subisce dei cambiamenti repentini, sia al rialzo che al ribasso, che spesso sono difficili da prevedere e che possono riservare delle belle o brutte sorprese agli investitori.

Tuttavia, occorre precisare che le criptovalute non sono tutte uguali e che alcune di esse hanno delle caratteristiche che le rendono più o meno affidabili. Si tratta di una condizione che deve essere attentamente valutata dall’investitore prima di impiegare il proprio capitale acquistando delle monete digitali, infatti è importante decidere a priori quali sono i rischi che si è disposti a correre e, in base a questi, qual è la somma di denaro che si è disposti a perdere senza andare in contro ad un disastro finanziario.

Il 2019 non è terminato pertanto potrebbero verificarsi ancora degli importanti cambiamento che farebbero ribaltare numerose posizioni. Per questa ragione nell’elencare le 10 criptovalute che quest’anno hanno avuto i rendimenti migliori, abbiamo pensato di suddividere le monete digitali in base alla loro crescita, volume di scambio e caratteristiche.

Quello delle criptovalute è un mercato altamente volatile.

ATTENZIONE: Le informazioni presenti sono solo a scopo informativo e non rappresentano un consiglio di investimento. 

SCOPRI COME FARE TRADING CON LE CRIPTOVALUTE —> VAI ALLA GUIDA

1. Bitcoin: la moneta digitale numero uno al mondo

Bitcoin

Bitcoin è la criptovaluta per eccellenza, anche se negli ultimi anni sono nate molte altre valute digitali che hanno riscontrato un notevole successo. Nonostante la concorrenza sia elevata, attualmente Bitcoin è ancora la cirptovaluta numero uno al mondo, si tratta della madre di tutte le monete digitali perché, in effetti, è da Bitcoin che ha avuto origine l’intero sistema di valute criptate.

Uno dei motivi per i quali Bitcoin è tutt’oggi al primo posto della classifica della più importanti e remunerative criptovalute del mondo, è dovuto alla sua popolarità. Di fatto, anche coloro che non hanno dimestichezza con il mondo delle criptovalute o che ne hanno solo sentito parlare, associano il termine Bitcoin a tutto il settore delle monete digitali.

Bitcoin, conosciuto anche con l’acronimo BTC, ha vissuto momenti di grande crescita arrivando a toccare quota 20.000 euro nel dicembre del 2017, salvo poi essere corretto e abbassato a 4.000 euro a dicembre dell’anno successivo. Il ribasso che ha caratterizzato l’andamento dei BTC è pari al 60% del loro valore e ha influenzato l’intero mercato delle criptovalute, per questo motivo, nonostante il ribasso, Bitcoin è rimasta comunque la valuta criptata numero uno al mondo.
Bitcoin  riesce sempre a mantenere una certa stabilità.

ACQUISTA E VENDI BITCOIN SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

2. Ripple XRP: la criptovaluta istituzionale

ripple
Ripple

Ripple è una delle criptovalute più importanti e conosciute del settore. Essa, a differenza di Bitcoin, offre una visione completamente nuova delle monete digitali intese come un modo per scambiare denaro senza che questo sia sotto il controllo di banche e istituti finanziari.

Ripple, infatti, è nato in contrapposizione con questa idea e si pone come strumento che favorisce gli scambi virtuali nel settore bancario e istituzionale. Non a caso i fondatori di Ripple hanno stretto diversi accordi con American Express (AMEX), Banco Santander, SBI International, MoneyGram.

Un’altra importante differenza che contraddistingue Ripple da Bitcoin è che i primi sono stati già tutti minati, pertanto non sono disponibili in rete ma vengono distribuiti dagli ideatori di XRP in base ad un piano prestabilito, mentre i secondi non sono ancora stati minati, offrendo l’opportunità ai miner di rintracciarli in rete attraverso l’utilizzo di complessi algoritmi.

Queste due caratteristiche (essere già minati e aver stipulato accordi con enti istituzionali) rendono Ripple una delle criptovalute più affidabili del panorama delle monete digitali. Tra gli aspetti che conferiscono un buon livello di solidità a questa valuta vi è la capacità di trasferire – in breve tempo – ingenti somme di denaro da una parte all’altra del globo, mantenendo un ottimo grado di trasparenza e una velocità nelle transazioni senza eguali.

Nonostante tutti questi aspetti positivi, nell’ultimo anno Ripple ha registrato una perdita di capitalizzazione pari all’80%, si tratta di un dato importante che va tenuto in considerazione soprattutto per coloro che hanno intenzione di investire il proprio capitale puntando su questa moneta digitale.

ACQUISTA E VENDI RIPPLE SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

3. Ethereum: ETH e l’andamento dell’ultimo anno

Ethereum
Ethereum

Ethereum è una moneta digitale che fa parte dell’elenco delle 10 criptovalute più importanti del mondo e che sin dai suoi esordi ha dimostrato di avere un importante livello di solidità. L’affidabilità degli ETH è tale da rendere questa criptomoneta in grado di resistere alle continue e significative correzioni che hanno caratterizzato il mercato negli ultimi mesi.

Nonostante il calo della capitalizzazione che ha colpito gli Ethereum, la maggior parte degli analisti del settore si dicono fiduciosi su una possibile risalita degli ETH, a tal punto da azzardare un pronostico piuttosto significativo che vedrebbe questa moneta digitale tra le future leader del 2020.

ACQUISTA E VENDI ETHEREUM SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

4. Bitcoin Cash: l’hard fock di Bitcoin

 

Bitcoin Cash
Bitcoin Cash

Bitcoin Cash deriva da Bitcoin ed è nato dall’idea degli sviluppatori di prendere una copia del codice sorgente e di sviluppare un nuovo software, completamente indipendente dal primo.

Bitcoin Cash è un ramo dell’albero principale che è costituito da Bitcoin, tuttavia è uno scisma in piena regola che ha avuto origine dalla volontà di alcuni sviluppatori di Bitcoin, che hanno deciso di dissociarsi dal gruppo originario e dare vita ad una creatura nuova.

Il motivo principale che ha causato questa scissione è la volontà, da parte di alcuni sviluppatori, di creare una criptovaluta che non avesse lo stesso limite di scalabilità che caratterizza Bitcoin (1 MB). In pratica, con Bitcoin Cash le transazioni che interessano questa moneta criptata sono molto più veloci e possono avvenire a costi (commissioni) decisamente inferiori.

ACQUISTA E VENDI BITCOIN CASH SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

5. EOS: cos’è e come funziona la criptovaluta flessibile

EOS
EOS

EOS nasce come token ERC20 che si appoggiava alla blockchain di Ethereum, successivamente vi è stata una conversione che ha portato EOS ad allontanarsi da Ethereum.

EOS si caratterizza per la velocità delle transazioni e per l’ottimo livello di sicurezza che consente di bloccare i movimenti di criptovaluta in caso di eventuali furti. EOS ha un buon livello di scalabilità, in pratica la piattaforma che gestisce la moneta digitale è in grado di supportare numerose transazioni.

EOS permette all’utente di bloccare lo spostamento della criptovaluta anche dopo aver avviato la transazione, in questo modo è possibile evitare che il denaro virtuale arrivi al destinatario sbagliato perdendo la somma oggetto dello spostamento.

EOS è un progetto in continua crescita e lo dimostrano i numerosi interventi volti a migliorare la piattaforma e rendere questa criptovaluta sempre più scalabile e flessibile; uno di questi è il sistema di riconoscimento di digital identity.

ACQUISTA E VENDI EOS SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

6. Stellar: scalabilità e decentralizzazione

 

Stellar
Stellar

Stellar è la criptovaluta nata nel 2014 dalla mente di Jed McCaleb, che utilizza la valuta Lumen, conosciuta anche con l’acronimo XLM. Una delle peculiarità di questa moneta digitale, che rientra nella top 10 dell’elenco delle criptovalute più conosciute al mondo, è quello della scalabilità. In effetti, con Stellar è possibile eseguire transazioni nel giro di 5/6 secondi, sostenendo costi di gestione davvero minimi.

Stellar potrebbe essere interessante per tutti coloro che sono alla ricerca di una criptovaluta che abbia una buona scalabilità e possa essere utilizzata anche con un semplice smartphone, grazie alla presenza di un wallet mobile.

ACQUISTA E VENDI STELLAR SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

7. Litecoin: LTC e il rischio medio

Litecoin
Litecoin

Litecoin è una valuta digitale che rientra, a pieno titolo, nella lista delle 10 criptovalute più conosciute e importanti del settore.

Litecoin ha perso gran parte del suo valore a causa di un evento scatenante che ha fatto nascere un senso di sfiducia da parte degli investitori nei confronti degli LTC. Ci stiamo riferendo alla decisione di Charles Lee, ovvero il fondatore di Litecoin, di vendere la sua posizione. In effetti, non era mai accaduto che il padre di una criptovaluta prendesse le distanze dalla sua stessa creatura, questa circostanza è stata interpretata come un campanello di allarme per numerosi investitori che hanno deciso di puntare su altre criptovalute.

Tutto ciò ha portato ad un ribasso che ha visto scendere il valore degli LTC da 350 dollari, nel dicembre del 2017, a 30 dollari, nel dicembre dell’anno successivo. Tuttavia, la nascita di Litepay ha fatto nuovamente splendere questa criptomoneta che si propone come moneta di scambio nel mondo reale. In pratica, con Litepay è possibile utilizzare gli LTC per effettuare transazioni di denaro in alcuni negozi.

Gli aspetti che abbiamo analizzato di questa criptovaluta fanno capire che non ci troviamo di fronte alla moneta digitale più sicura del settore, però Litecoin è senza dubbio una delle criptovalute ad aver registrato la più importante crescita nel primo trimestre del 2018. Inoltre, con l’arrivo di Litepay, gli LTC dovrebbero crescere ulteriormente dimostrando tutto il loro potenziale.

ACQUISTA E VENDI LITECOIN SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

8. Tether: la criptovaluta che insidia Bitcoin

Tether
Tether

Tether è la moneta digitale posizionata all’ ottavo posto della lista delle criptovalute più importanti del mondo. Una delle caratteristiche di Tether – che ha attirato l’attenzione degli – riguarda la mancanza di volatilità del valore della criptovaluta.

In effetti, nonostante l’andamento altalenate dei prezzi sia una delle peculiarità delle monete digitali, Tether sembra distinguersi dalle sue college rimanendo ancorata alla soglia del dollaro.

Tether è stato progettato dai suoi sviluppatori per avere un andamento stabile che sia sempre prossimo a un dollaro. Questa caratteristica potrebbe creare non pochi problemi a Bitcoin e alle altre monete, soprattutto alla luce del fatto che lo scorso anno alcune quotazioni di Bitcoin sono state finanziate proprio da Tether.

9. Cardano: la criptovaluta sviluppata dagli scienziati

Cardano
Cardano

Al nono posto di questa speciale classifica che elenca le più importanti criptovalute del mondo, abbiamo Cardano ovvero la piattaforma della prima moneta digitale ad essere stata ideata da un gruppo di scienziati.

Dopo aver studiato a fondo il meccanismo delle blockchain e le caratteristiche principali che hanno portato Bitcoin e le altre criptomonete al successo attuale, un team di scienziati ha ideato un nuovo meccanismo conosciuto come Proof of Stake che incentra gran parte del suo funzionamento sulla crittografia.

Cardano è la piattaforma che gestisce la moneta digitale conosciuta come ADA e il wallet, ovvero il portafoglio elettronico, grazie al quale è possibile conservare questa criptovaluta è il Daedalus.

La blockchain che regola l’ADA è caratterizzata da una parte che si occupa solo dell’aspetto economico (CSL) e di una parte che si interessa delle identità digitali (CCL).

ACQUISTA E VENDI CARDANO SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

10. Monero: la criptovaluta che fa attenzione alla privacy

 

Monero
Monero

Monero nasce nel 2014 con il nome di BitMonero, si tratta infatti di una valuta criptata del tipo open source che utilizza lo stesso sistema proof-of-work di Bitcoin. Una delle caratteristiche che hanno reso Monero una delle monete digitali più apprezzate del settore è la cura per la privacy.

In effetti, ogni transazione di denaro (che avviene in 60 secondi) viene eseguita mediante l’utilizzo di un algoritmo che funziona con una serie di firme ad anelli che impediscono di vedere il valore della somma di denaro sposta ad una terza persona.

ACQUISTA E VENDI MONERO SU ETORO —> Clicca qui

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Portafoglio elettronico: siamo pronti a liberarci di carte di credito e contanti?

I portafogli elettronici, conosciuti anche come digital wallet ed e-wallet, sono sempre più diffusi soprattutto tra i giovani per effettuare con velocità e comodità pagamenti online, inviare denaro ai propri amici e, a volte, fare acquisti anche in negozio. Un portafoglio elettronico, come suggerisce il nome, non è altro che un profilo personale online su cui vengono caricati dei soldi dal proprio conto corrente o su cui è possibile ricevere denaro.

Proprio per questo gli e-wallet permettono di pagare senza dover fare affidamento su contati e carte di credito. Alcuni portafogli elettronici sono legati al device su cui sono caricati, come Samsung Pay, mentre altri dipendono da un account e da un’app che può essere scaricata su qualsiasi dispositivo.

Riviste come Smartmag prevedevano già in passato un boom dei portafogli elettronici entro il 2017 e la salita alla ribalta di questi metodi di pagamento è stata strettamente legata con lo sviluppo dei bitcoin, moneta digitale senza un corrispettivo fisico. Se gli e-wallet hanno così successo al giorno d’oggi, è possibile affidarsi solo a loro per gli acquisti di tutti i giorni?

Fare acquisti online con i portafogli elettronici

Se pensiamo a un portafoglio elettronico, il primo a venire in mente è senza dubbio PayPal, società fondata nel 1999 da Elon Musk. Questo servizio permette infatti di aprire un proprio profilo, collegare una o più carte ed effettuare pagamenti utilizzando i fondi presenti su PayPal o sulla carta collegata.

Ormai quasi tutti i siti di e-commerce, di fianco all’opzione di pagamento con carta di credito o prepagata, offrono la possibilità di pagare con PayPal. Grande eccezione è Amazon, il leader della vendita online che in PayPal vede un costoso competitor e non una risorsa. Effettuare pagamenti online con PayPal, o con altri e-wallet, rende l’intera procedura molto più veloce. Non bisogna infatti riportare i lunghi codici delle carte di credito, ma basta accedere al proprio profilo tramite email e password e approvare il pagamento. Proprio per questo sempre più piattaforme, come il colosso della compravendita dell’usato Ebay, hanno iniziato ad aggiungere gli e-wallet tra le opzioni di pagamento.

PayPal, con i suoi 210 milioni di utenti, resta il capolista imbattuto quando si tratta di pagamenti elettronici e spesso è l’unica opzione disponibile su molti siti. Alcune piattaforme, però, capendo che il mondo degli e-wallet è in pieno boom e non si limita solo a PayPal, stanno allargando i propri orizzonti.

Tra queste spiccano quelle aziende la cui clientela è formata principalmente da utenti nativi digitali o appassionati di tecnologia aggiornati sulle ultime novità: corrispondono a questo profilo i casinò online, i cui giocatori preferiscono utilizzare computer o smartphone per giocare nel mondo digitale invece che in casinò fisici. Tenendosi aggiornate sulle ultime novità, piattaforme di gioco come Betway Casinò permettono ai loro clienti di depositare e ritirare denaro nel modo più comodo e veloce possibile non solo tramite carta di credito ma anche tramite diversi servizi di digital wallet come Skrill, Neteller ed Entropay, una nuova carta VISA virtuale.

Altra azienda giovane e rivolta a una clientela amante del web e quindi informata sulle ultime novità è italki, la piattaforma online, disponibile sia su computer che tramite app, per imparare le lingue online. Per poter accedere alle lezioni con insegnanti da tutto il mondo gli studenti devono infatti acquistare dei crediti scegliendo tra diversi metodi di pagamento che includono anche i portafogli elettronici AliPay e Skrill.

I pagamenti digitali al di fuori di internet

La comodità dei portafogli elettronici spesso di espande al di fuori del mondo digitale. Negli Stati Uniti, ad esempio, l’e-wallet Venmo è diventato così diffuso e famoso per inviare soldi ai propri amici da essere diventato un verbo. “I’ll Venmo you”, ovvero ti faccio un Venmo, è una delle frasi che più si sentono dopo cene tra amici in cui irrimediabilmente qualcuno ha pagato per tutti. Se in America Venmo è usato da più di 40 milioni di utenti, anche in Italia questo nuovo metodo di invio di denaro non è passato inosservato alle principali banche come Intesa San Paolo che ha creato BANCOMAT Pay.

Anche se è sempre più utilizzato, questo tipo di pagamento è raramente disponibile nei negozi fisici, ma una nuova azienda italiana sta rendendo lo shopping nei negozi con e-wallet sempre più diffuso.

Prendendo esempio da Paesi come la Cina, in cui è boom di pagamenti con questo metodo nei negozi tramite i portafogli digitali con un miliardo di utenti in totale WeChat Pay o AliPay, in Italia il leader del settore sta diventando Satispay, servizio che permette di inviare denaro agli altri utenti e a effettuare pagamenti nei negozi fisici.

Sono sempre di più i negozianti, infatti, che hanno aderito a questo metodo di pagamento che permette di pagare in modo digitale anche piccole cifre tramite smartphone. Non bisogna però cantare vittoria troppo presto: in confronto ad altri Paesi l’Italia è decisamente indietro per quanto riguarda i pagamenti con carta o e-wallet nei negozi. Se le grandi distribuzioni si stanno tutte aggiornando, come ad esempio Trenord, che ora permette di acquistare i biglietti con Satispay, molti piccoli negozianti si sono solo da poco evoluti alle tecnologie contactless di pagamento con la carta e sono lontani dell’integrare anche la tecnologia e-wallet.

Il mondo dei pagamenti online vede ogni giorno che passa un numero sempre maggior di servizi di digital wallet nascere e venire usati. Anche nella vita di tutti i giorni queste tecnologie possono tornare utili, sopratutto per inviare denaro ad amici e parenti. Per poter usare gli e-wallet liberamente nei negozi, invece, pare che dovremmo aspettare ancora qualche anno.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Perchè “Mixare” i tuoi Bitcoin con SmartMixer?!

smartmixer bitcoin

Gli hacker di criptovaluta sono ai massimi livelli nel 2019, il che significa che la sicurezza adeguata dei tuoi bitcoin è della massima importanza. I ladri di bitcoin sono più intelligenti che mai, usando mezzi per identificare account che appartengono a te che sono per lo più sconosciuti e non considerati dall’utente medio di criptovaluta.

Poiché la blockchain è un registro permanente di tutte le transazioni, potrebbe essere più facile di quanto pensi per un ladro individuare la fonte dei tuoi fondi bitcoin e rintracciarli su un portafoglio che potrebbero quindi tentare di hackerare. È anche facile per le parti che sono destinatarie del tuo indirizzo bitcoin tracciare e studiare il movimento dei tuoi bitcoin, rivelando le tue abitudini di spesa. Questo è il motivo per cui è importante utilizzare un servizio di missaggio bitcoin come SmartMixer per attirare l’attenzione indesiderata sulle tracce dei tuoi bitcoin o altri fondi di criptovaluta.

Cos’è un Bitcoin Mixer?

Un mixer bitcoin (o un servizio di mixaggio bitcoin) come SmartMixer è un servizio che anonima il bitcoin di una persona mescolandolo con altri bitcoin e depositandolo in un nuovo indirizzo non correlato. Bitcoin viene inviato all’indirizzo del mixer, combinato con monete provenienti da diverse altre fonti, mescolato e ridistribuito in quantità diverse a indirizzi diversi. Questo aiuta a nascondere la fonte del bitcoin, rendendo difficile risalire alle sue origini.

Come funziona SmartMixer?

SmartMixer offre alcune diverse opzioni per il mixaggio, a seconda del livello di sicurezza di cui l’utente è interessato. La prima opzione più basilare è nota come “Standard Pool”. In questa opzione, le monete di un utente vengono mescolate con le monete di altri utenti che hanno selezionato lo stesso metodo. La seconda opzione è “Smart Pool”.

Questa opzione combina monete di diversi utenti di Smart Pool con monete private dalle riserve proprie di SmartMixer, nonché monete dei loro investitori. L’opzione più sicura è nota come “Stealth Pool”. Questa opzione mescola le monete degli utenti con le monete solo dalle riserve di SmartMixer e dai loro investitori, escludendo le monete di altri utenti.

Come posso iniziare?

Innanzitutto, è necessario notare che non è necessario alcun account per utilizzare SmartMixer. Basta visitare il sito Web e selezionare il tipo di moneta che si desidera mescolare (SmartMixer attualmente supporta BTC, ETH, LTC e BCH) per iniziare. Successivamente, ti verrà chiesto di inserire uno (o più) indirizzi di ricezione presso i quali desideri depositare le tue monete miste.

Esistono un paio di personalizzazioni diverse tra cui scegliere se vengono utilizzati più indirizzi di un deposito, inclusa l’impostazione del periodo di tempo tra ciascun deposito e la percentuale delle monete totali inviate da depositare su ciascun indirizzo. Sceglierai anche la percentuale che desideri pagare, con diversi intervalli di commissioni corrispondenti a diverse opzioni di intensità di miscelazione. Dopo aver finito di personalizzare la configurazione del tuo mixaggio, fai clic su “Continua” per essere presentato con l’indirizzo al quale depositerai le tue monete da miscelare.

Dopo aver ricevuto le tue monete, inizierà il processo di miscelazione.

Per un ulteriore livello di privacy, gli utenti possono accedere al sito Web SmartMixer tramite il browser tor per rimuovere dal processo qualsiasi traccia del loro indirizzo IP o posizione. Gli utenti possono inoltre usufruire del programma di riferimento di SmartMixer e guadagnare commissioni inviando altri a SmartMixer.

In poche parole, l’utilizzo di un mixer bitcoin è una pratica di sicurezza standard che dovrebbe essere utilizzata da chiunque sia seriamente intenzionato a mantenere la privacy dei propri fondi e utilizzo di criptovaluta. SmartMixer sta rendendo questo processo più sicuro e più semplice che mai, il che significa che gli utenti di criptovaluta, sia nuovi che esperti, possono godere di livelli avanzati di privacy e protezione senza la preoccupazione di perdere le loro monete.

Per ulteriori informazioni e per iniziare a mescolare le monete ora, visitare il sito Web SmartMixer all’indirizzo https://www.smartmixer.io.

 

Questo è un comunicato stampa a pagamento. Filippomartin.com non promuove e non è responsabile per alcun contenuto, accuratezza, qualità, pubblicità, prodotti o altri materiali in questa pagina. I lettori dovrebbero fare le proprie ricerche prima di intraprendere qualsiasi azione correlata all’azienda. Filippomartin.com non è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causati o presunti essere causati da o in relazione all’uso o affidamento su qualsiasi contenuto, beni o servizi menzionati nel comunicato stampa.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

3 settori inaspettatamente pionieri delle Criptovalute

Bitcoin e monete virtuali sono un’opzione di pagamento e finanziamento sempre più utilizzata dalle aziende, che ne riconoscono il potenziale e gli indubbi vantaggi.

Quello delle criptovalute è, senza dubbio, un mondo in costante evoluzione. Quasi 10 anni sono trascorsi dal 31 ottobre 2009, data in cui il misterioso Satoshi Nakamoto pubblicò il manifesto che di fatto sancì la creazione dei Bitcoin (BTC).

La prima transazione con moneta virtuale risale invece all’anno successivo, quando il programmatore statunitense Laszlo Hanyecz riuscì ad acquistare due pizze del valore di poco meno di 30 dollari pagandole 10mila BTC. Ad oggi, 29 agosto 2019, l’equivalente di tale cifra è di oltre 90 milioni di dollari: in poco meno di un decennio il valore di un Bitcoin è aumentato fino ad arrivare a superare gli 8500 dollari.

Di pari passo all’incremento del valore (ma anche della volatilità) della criptomoneta, si è osservato una progressiva crescita della sua popolarità, facendole guadagnare nientemeno che la copertina della prestigiosa rivista finanziaria “The Economist”. Altrettanto in espansione è il mercato delle altre valute virtuali, prima fra tutte Ripple, usata da istituti bancari come Santander e UBS. Un motivo è che le transazioni in BTC (e in criptovaluta più in generale) hanno il vantaggio di essere effettuate su blockchain, sistema che consente di rendere tali procedure decisamente più rapide ed economiche. Proprio per questo settori come il food, l’industria dell’intrattenimento online e lo sport si sono fatti pionieri dell’introduzione delle monete virtuali come forma alternativa di pagamento.

Vediamo quindi quali sono le realtà che hanno scelto di accettare le criptovalute, e perché.

KFC

Il branch canadese della catena di fast food del Colonnello Sanders è stato il primo tra i competitor del settore a lanciare un’offerta, a tempo limitato, che consente di ordinare online tramite un servizio di pagamento in Bitcoin. La strategia elaborata con il supporto dell’agenzia Grip Limited si è rivelata essere una scelta di marketing vincente, come testimoniano i bucket di pollo andati presto tutti esauriti.

Gambling online

I pagamenti in BTC e criptovaluta rendono tutto più semplice per l’industria dell’intrattenimento e i casinò online. Secondo l’agenzia ADM, in Italia nel 2018 questi ultimi hanno incassato complessivamente 23,3 miliardi di euro, facendo segnare un trend positivo rispetto all’anno precedente. Grazie ai vantaggi della blockchain, i “criptocasinò” possono garantire la sicurezza delle transazioni effettuate e l’anonimato dei propri giocatori.

Sport

Se le sponsorizzazioni in moneta virtuale non sono una novità nel mondo sportivo, lo è invece quanto sta facendo la società calcistica del Gibraltar United, che ha iniziato a pagare i propri giocatori in criptovalute. Il vantaggio? Quello, ad esempio, di ridurre i costi delle elevate commissioni in caso di trasferimento estero di denaro e di non dipendere dalle eccessive fluttuazioni delle monete estere.

Nonostante la reputazione delle criptomonete abbia subito qualche duro colpo negli ultimi anni, il sistema continua a evolvere e ad attrarre le aziende che riconoscono gli indiscutibili vantaggi dell’impiego di Bitcoin ed equivalenti.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Ripple o Bitcoin: chi vincerà nel 2019?

Grazie alle sue interessanti soluzioni – xRapid e xCurrentRipple sta gradualmente guadagnando l’attenzione di vari player finanziari: banche globali, borse e istituzioni creditizie.

Finora, Ripple (XRP) ha stretto importanti collaborazioni per espandere ulteriormente la sua piattaforma: da JPMorgan a MoneyGram fino a Travela, un sito di viaggi con oltre 500.000 proprietà in oltre 200 paesi.

Ripple è la principale criptovaluta partner delle istituzioni finanziarie e ciò costituisce un valore aggiunto ed un “plus” per la quotazione e le prospettive del trend della valuta digitale.

Ripple potrebbe superare il Bitcoin in termini di usabilità e di scalabilità per il corrente 2019? Scopriamolo!

Anno 2019: una buona annata!

Che l’anno 2019 si preannunci una buona annata per il Ripple non è di certo una novità assoluta.

Proprio durante l’ascesa delle criptovalute nel 2017, Ripple e Bitcoin hanno conosciuto un significativo aumento della loro quotazione, addirittura oltre le attese dei trader e degli esperti.

Tuttavia, nel 2018, Bitcoin, Stellar Lumens, Monero, TRON e persino EOS sono crollate drasticamente, mentre Ripple è riuscito a mantenere il passo e ha segnato anche qualche tendenza al rialzo.

Ripple ha annunciato la volontà di stringere nuovi accordi con vari istituti: ciò ha decretato un incremento della domanda e del prezzo.

Proprio alla fine dell’anno 2018, la piattaforma aveva garantito oltre 200 partnership, distribuite in 40 paesi. Ripple ha surrogato l’Ethereum come seconda criptovaluta per capitalizzazione di mercato.

Secondo Forbes, Ripple ha perso solo il 50% del suo valore nel 2018, mentre l’Ethereum e il Bitcoin hanno perso rispettivamente l’88% e il 75%.

Ciò contribuisce a decretare il successo di Ripple come criptovaluta più forte nel prossimo futuro.

LEGGI ANCHE: GUIDA COMPLETA PER INVESTIRE IN CRIPTOVALUTE

Ripple XRP: fattori determinanti per il successo

Alcuni sviluppi e funzionalità hanno avuto un ruolo importante nel determinare il successo di Ripple nel 2018, come la quotazione su Coinbase, uno dei più grandi Exchange di criptovaluta al mondo con milioni di utenti.

Il team di Ripple è stato in grado di convincere con successo la Securities and Exchange Commission (SEC) che XRP è un buon asset digitale su cui investire e diversificare il proprio crypto portfolio.

Ripple xCurrent

Nel mese di maggio del corrente anno 2019 David Schwartz, il CTO di Ripple, ha pubblicato un nuovo post su Twitter in merito a all’aggiornamento di xCurrent alla versione 4.0.

Si tratta di un’interessante soluzione business che consente agli istituti di credito di espletare pagamenti cross-border con un tracciamento end-to-end dell’operazione.

Si tratta di un efficace soluzione che agevola il flusso di comunicazioni tra banche potendo confermare il pagamento e i dettagli della transazione.

Oltre a creare valore per il mondo corporate, l’aggiornamento di xCurrent è pensato anche per migliorare la user experience da parte dei clienti privati.

Infatti, da quanto comunicato dal CTO di Ripple gli utenti avranno la possibilità di usare la funzione multi-hop, che consente di concludere le transazioni con gli istituti di credito, oltre l’accesso diretto al supporto di xRapid, un peer-to-peer semplificato.

La soluzione xRapid è una soluzione di XRP dedicata ai commercianti per servizi di pagamento che consente di utilizzare i token per richiedere liquidità.

Per rendere i pagamenti transfrontalieri istantanei xRapid sfrutta la tecnologia alla base dell’asset digitale XRP.

Ciò consente di ridurre in maniera significativa i costi nell’accettare le valute digitali o i pagamenti in generale.

Inoltre, xRapid elimina i ritardi nei pagamenti globali.

La rimessa transfrontaliera tramite XRP fa risparmiare all’Arabia Saudita da $ 200 milioni a $ 400 milioni all’anno.

Anche la community a supporto di Ripple è cresciuta in termini di utenti e di potere nel 2018. È facile per gli investitori fidarsi di Ripple perché è partner di alcune delle più grandi banche del mondo.

Il fatto che Ripple collabori costantemente con gli istituti di credito è un enorme vantaggio sia per le aziende che per i consumatori.

LEGGI ANCHE: GUIDA COMPLETA PER INVESTIRE IN BITCOIN ONLINE

Ripple: Sviluppi futuri

Nonostante i risultati finora raggiunti, Ripple ha un potenziale davvero immenso, per questo molti esperti ritengono che possa superare anche il Bitcoin.

Per il prossimo futuro Ripple si propone di collaborare con un maggior numero di istituti di credito.

In sostanza, Ripple assumerà il ruolo di “facilitatore” di pagamenti transfrontalieri. Per ora, la piattaforma è sulla buona strada, avendo stretto una partnership con JPMorgan.

Ciò impatterà sulla quotazione della criptovaluta, per questo è una buona strategia detenere tale asset digitale all’interno del portafoglio crittografico.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

I possessori di criptovalute, 1 su 5 sono donne secondo il sondaggio di Bitpanda

sondaggio bitpanda

Vienna, 31 luglio 2019 – Bitpanda ha collaborato con GlobalWebIndex per produrre il sondaggio più approfondito sui detentori di criptovaluta europei con ricerche in 17 paes. L’obiettivo del rapporto era di attingere a una vasta gamma di punti dati per dipingere un quadro olistico degli investitori europei in criptovaluta. L’obiettivo era quello di fornire una visione degli atteggiamenti e dei comportamenti che li distinguono dall’investitore medio.

I principali risultati del rapporto di ricerca includono:

  • I possessori di criptovaluta tendono ad essere maschi giovani, altamente istruiti e ad alto reddito che lavorano nei centri finanziari europei in informatica, ingegneria o finanza.
  • Questo stereotipo è sfidato dalla crescente diversità. 1 su 5 detentori di criptovaluta sono donne e il 40% ha più di 35 anni.
  • I detentori di criptovaluta europei hanno conoscenze tecniche, un reddito disponibile più elevato e tendono ad assumere rischi.
  • Perseguono la novità e hanno un forte senso di empowerment economico.

“Volevamo demistificare le persone che modellano il settore delle criptovalute. Spero che questo rapporto aiuti tutti a capire meglio chi sono queste persone, quali sono i loro atteggiamenti, nonché il loro stile di vita, i comportamenti finanziari e di investimento “, afferma Eric Demuth, CEO di Bitpanda.

Il rapporto conferma che i possessori di criptovaluta hanno maggiori probabilità di assumere rischi, apprezzare gli ultimi prodotti tecnologici e cercare di proteggere la loro privacy. Ma mentre la maggior parte dei possessori di criptovaluta sono uomini, uno su cinque proprietari di criptovaluta sono donne, sfidando altri sondaggi che mostrano distribuzioni di genere che rappresentavano più del 90% di uomini.

Jason Mander, Chief Research Officer di GlobalWebIndex, commenta: “Quando si tratta di atteggiamenti, c’è poca differenza tra uomini e donne. Le lievi differenze impallidiscono quando confrontiamo i possessori di criptovaluta con il grande pubblico ”.

Informazioni su Bitpanda

Bitpanda è una fintech con sede a Vienna, in Austria, fondata nel 2014 da Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer. La società crede fermamente nel potere innovativo delle criptovalute, degli asset digitalizzati e della tecnologia blockchain. La missione di Bitpanda è abbattere gli ostacoli agli investimenti e portare i prodotti finanziari tradizionali al 21 ° secolo. Oggi Bitpanda ha oltre 1 milione di utenti e 120 membri del team. Con una licenza per provider di servizi di pagamento PSD2, una sicurezza all’avanguardia e un’esperienza utente ottimizzata, Bitpanda è diventata una piattaforma di trading popolare sia per i principianti che per gli esperti. Gli utenti possono attualmente scambiare Bitcoin, Ethereum, oro e oltre 20 altre risorse digitali.

 

Questo è un comunicato stampa a pagamento. Filippomartin.com non promuove e non è responsabile per alcun contenuto, accuratezza, qualità, pubblicità, prodotti o altri materiali in questa pagina. I lettori dovrebbero fare le proprie ricerche prima di intraprendere qualsiasi azione correlata all’azienda. Filippomartin.com non è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causati o presunti essere causati da o in relazione all’uso o affidamento su qualsiasi contenuto, beni o servizi menzionati nel comunicato stampa.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Le 5 informazioni fondamentali per un progetto PCB che ogni progettista deve conoscere

progetto PCB

Chiunque decida nel cimentarsi in progetti di PCB deve essere in grado di creare un lavoro che funzioni sia a livello teorico che pratico, per aiutarvi in tutto ciò è necessario seguire le 5 migliori linee guida per il progetto PCB che permettono al vostro progetto di essere funzionante, sicuro e veloce

Le 5 informazioni fondamentali per un progetto PCB per gli ingegneri

Quando si è alle prese con un progetto del tutto nuovo molto spesso si lavora sulla progettazione del circuito della scheda e sull’accurata scelta dei componenti tendendo così a dimenticarsi di seguire le line guida che, se non rispettate, possono portare a delle complicazioni a livello progettuale.

Queste informazioni e molte altre sono presenti sul BLOG PCB DESIGN dove potete trovare anche molto altro.

-1) Inserire con attenzione i componenti

E’ sempre molto delicato il momento in cui si vanno a disporre i componenti e questo processo richiede molta cura per sfruttare al meglio lo spazio della scheda; l’errata disposizione dei componenti la scheda sarà più complicata da produrre.

Nonostante esistano linee guida più generali ora ne vedremo alcune più nel dettaglio.

Orientamento. E’ fondamentale orientare i componenti simile nello stesso verso per ottenere una saldatura migliore

-Disposizione. Evitare di porre i componenti sul lato della saldatura

Organizzazione. E’ consigliato posizionare i componenti a montaggio superficiale sullo stesso lato e i componenti a foro passante su quello superiore diminuendo i processi relativi all’assemblaggio.

Se vengono utilizzati componenti a tecnologia mista il processo di assemblaggio sarà più costoso poiché necessitano di un ulteriore passaggio per l’assemblaggio

-2) Collocare le tracce per il segnale, la massa e l’alimentazione

E’ necessario porre i segnali permettendogli di viaggiare nel modo migliore e senza disturbi

Orientamento dei piani di alimentazione e di massa

E’ consigliato porre i piani di alimentazione e massa in modo simmetrico, centrato e all’interno della scheda impedendo così alla scheda di piegarsi cambiando la posizione dei componenti. Riguardo l’alimentazione è consigliato l’uso di morsetti di alimentazione comune, tracce solide e abbastanza larghe e evitare il collegamento a catena

Posizionare le tracce dei segnali

Per un collegamento corretto è necessario creare tracce il più corte e dirette possibile tra due componenti; se è necessario un tracciamento verticale le tracce sull’altro lato devono essere orizzontali

Scegliere la larghezza delle reti

Per correnti inferiori a 0,03° e per segnali analogici digitali la larghezza è di 0,010”, se la corrente supera quel valore anche la larghezza deve aumentare

-3) Mantenere tutto separato

Per ridurre le interferenze seguite i consigli qua sotto elencati

Separazione Separare sempre i piani di alimentazione e controllo oppure posizionarli alla fine del percorso di alimentazione.

Disposizione Se il piano di massa è situato nello strato intermedio è consigliato inserire un percorso a bassa impedenza

Accoppiamento Posizionare piani di massa e tracce sopra o sotto di essi favorisce l’accoppiamento capacitivo e per limitarlo è necessario che il piano analogico sia attraversato solo da tracce analogiche

-4) Complicazioni provocate dalle alte temperature

Temperature troppo alte danneggiano il funzionamento della scheda quindi seguite i consigli sotto riportati

Trovare i componenti che creano problemi

Selezionare i componenti che scaldano di più è il primo passo per risolvere il problema, lo step successivo è diminuire la temperatura con ventole o dissipatori.

Aggiungere i pad termici

I pad termici sono fondamentali poiché svolgono un ruolo importante per le applicazioni di saldatura ad onda su prodotti ad elevato contenuto di rame o schede multistrato.

-5) Controllare il progetto

Di estrema importanza è il controllo costante del lavoro svolto per evitare complicazioni a livello produttivo.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Bitpanda supera 1 milione di utenti!

bitpanda

Bitpanda fintech con sede a Vienna continua a crescere. Prima del lancio di Bitpanda Global Exchange, la piattaforma di trading ha superato 1 milione di utenti.

Vienna, 25 luglio 2019 – Dal lancio della loro piattaforma di broker per criptovalute nel 2014, la comunità Bitpanda è cresciuta costantemente. Con l’incombente lancio di agosto della loro piattaforma di trading professionale, Bitpanda Global Exchange, la società è determinata ad espandere la propria portata in tutto il mondo.

In questo momento, vedono una crescita costante delle iscrizioni degli utenti, con il 90% proveniente dall’Europa. Ciò dovrebbe spostarsi verso l’espansione mondiale. Bitpanda registra un volume di scambi annuo a 10 cifre, con Bitcoin, Pantos ed Ethereum tra i principali asset negoziati. L’app Android di Bitpanda è stata scaricata oltre 120.000 volte e recentemente ha scalato le classifiche del Play Store grazie alle recensioni positive degli utenti.

“Siamo entusiasti di aver raggiunto il traguardo di 1 milione di utenti. La nostra continua crescita è la prova che siamo sulla buona strada. Attualmente, siamo nelle fasi finali del lancio del Bitpanda Global Exchange. Con il nostro primo prodotto globale, miriamo a crescere ancora più velocemente. Inoltre, i nostri utenti possono aspettarsi in futuro prodotti e funzionalità più innovativi che trasformeranno in realtà la nostra missione di democratizzare il mondo degli investimenti “, afferma Eric Demuth, CEO di Bitpanda.

Bitpanda è attualmente nel mezzo della sua prima offerta di scambio iniziale, BEST IEO, che ha già il maggior successo in Europa. Finora hanno raccolto € 28,9 milioni e questi fondi verranno utilizzati per sviluppare ulteriormente l’ecosistema Bitpanda: la piattaforma broker e Bitpanda Global Exchange, che verrà lanciata il 7 agosto 2019.

Informazioni su Bitpanda

Bitpanda è una fintech con sede a Vienna, in Austria, fondata nel 2014 da Eric Demuth, Paul Klanschek e Christian Trummer. La società crede fermamente nel potere innovativo delle criptovalute, degli asset digitalizzati e della tecnologia blockchain. La missione di Bitpanda è abbattere gli ostacoli agli investimenti e portare i prodotti finanziari tradizionali al 21 ° secolo. Oggi Bitpanda ha circa 1 milione di utenti e oltre 120 membri del team. Con una licenza per provider di servizi di pagamento PSD2, una sicurezza all’avanguardia e un’esperienza utente ottimizzata, Bitpanda è diventata una piattaforma di trading popolare sia per i principianti che per gli esperti. Gli utenti possono attualmente scambiare Bitcoin, Ethereum, oro e oltre 20 altre risorse digitali.

 

Questo è un comunicato stampa a pagamento. Filippomartin.com non promuove e non è responsabile per alcun contenuto, accuratezza, qualità, pubblicità, prodotti o altri materiali in questa pagina. I lettori dovrebbero fare le proprie ricerche prima di intraprendere qualsiasi azione correlata all’azienda. Filippomartin.com non è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causati o presunti essere causati da o in relazione all’uso o affidamento su qualsiasi contenuto, beni o servizi menzionati nel comunicato stampa.

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

Quanto vale Libra la Criptovaluta di Facebook e dove acquistare

Quanto vale Libra, la criptovaluta di Facebook? La nuova Stablecoin di Facebook Libra è stata appena ufficializzata: è basata su una blockchain sicura ed è gestita da un gruppo di 27 partner oltre il popolare social network.

Sicuramente la coin digitale Libra sarà integrata su Messenger e WhatsApp. Ma quanto vale Libra in Italia? La sua quotazione sarà soggetta a fluttuazioni repentine come accade per le criptovalute? Scopriamolo in questa guida!

Stablecoin di Facebook Libra: adesso è realtà!

Dopo mesi di rumors, più o meno fondati, il Social Facebook ha finalmente ufficializzato l’ambizioso progetto: Libra, la Stablecoin che potrà essere utilizzata come mezzo di pagamento attraverso i servizi di messaggistica.

Ma, bisogna avere molta pazienza: c’è da attendere ancora qualche mese perché la Stablecoin Libra venga lanciata sul mercato (metà anno 2020?).

Sarà una coin digitale e le transazioni verranno registrate su un libro mastro della Blockchain. Nata con l’obiettivo dichiarato di aprire la strada a un sistema finanziario accessibile e più connesso e di permettere a miliardi di utenti di accedere ai servizi di pagamento digitale, Libra è la nuova Stablecoin ufficializzata da Mark Zuckerberg.

L’asset digitale sarà integrato anche in Facebook Messenger e in WhatsApp Messenger tramite Calibra, un E-Wallet con il quale si potrà concludere le transazioni sulle piattaforme di messaggistica istantanea.

Ma è lecito chiedersi se Libra sarà simile al Bitcoin, la famosa criptovaluta creata da Satoshi Nakamoto.

ACQUISTA E VENDI BITCOIN SULLA PIATTAFORMA LEADER MONDIALE: CLICCA QUI

Oppure leggi la mia guida completa: Come investire in Bitcoin

Libra è una criptovaluta?

Come già anticipato la nuova coin digitale di Facebook Libra non è una criptovaluta ma una Stablecoin.

Che cosa significa? Si tratta di una moneta il cui valore è “ancorato” ad un paniere di asset che ne garantirà la massima stabilità e difesa da ogni forma di speculazione.

Rispetto alle criptovalute come il Bitcoin e l’Ethereum, la Stablecoin di Facebook consentirà di dire definitivamente addio all’inflazione. L’offerta di Libra varierà a seconda delle richieste degli utenti del popolare Social.

Facebook siglerà accordi con le autorità bancarie per prevenire il riciclaggio di denaro e altri reati finanziari.

Chi gestirà la Stablecoin di Facebook Libra?

La Stablecoin Libra sarà gestita dalla Libra Association, un’organizzazione no profit, che espleterà il ruolo di autorità monetaria centrale per la valuta.

Ben si comprende che anche in questo aspetto Libra si differenzia dai Bitcoin e dal mondo delle criptovalute.

Tra i Partner dell’associazione figurano grandi nomi: MasterCard, Visa, Paypal, Spotify, PayPal, Uber, eBay, Vodafone e altri.

Più che al Bitcoin o all’Ethereum, Libra è assimilabile ai sistemi di pagamento basati su blockchain private come il programma Blockchain World Wire lanciato da IBM o JPM Coin, la moneta digitale di J.P. Morgan.

Ma, l’obiettivo ambizioso di Facebook è quello di riuscire a cooptare fino a 100 Partner aderenti alla Libra Association.

La maggior parte dei cooptati investirà un ammontare di 10 milioni di dollari sull’ambizioso progetto che sarà coordinato principalmente dal popolare Social, specie nelle fasi iniziali del progetto.

Successivamente, il suo ruolo e le sue responsabilità saranno gli stessi di qualsiasi altro partner dell’associazione no profit. Sarà vero? Ne dubitiamo!

Libra: quanto vale in Italia?

Arriviamo al “nocciolo” della questione: quanto vale la Stablecoin di Facebook Libra? Anche se per conoscere il vero valore dell’asset digitale bisognerà attendere la metà del 2020, periodo in cui verrà ufficialmente lanciata sul mercato, da fonti attendibili si può già comprendere come verrà gestita e progettata per rimanere stabile nel tempo ed evitare le repentine fluttuazioni, che caratterizzano il mercato delle criptovalute.

Tutti i possessori di Libra avranno un alto grado di sicurezza nel convertire la propria valuta digitale in valuta locale in base a un tasso di cambio, che rende la transazione simile a quella del cambio valuta durante i viaggi“, scrive il white paper diffuso dalla Libra Association.

Inoltre, dato che la Stablecoin di Facebook non sarà legata ad una singola valuta, il suo valore varierà in base ai movimenti degli assets.

Inoltre, le variazioni della coin digitale Libra saranno annichilite (o quasi) da una serie di attività di riserva, che consentono di ridurne la volatilità e le fluttuazioni.

In attesa di avere maggiori informazioni ufficiali su quanto vale Libra, ad oggi siamo certi che il suo valore varierà in base allo Stato in cui avverrà la transazione di acquisto o di vendita. Ad oggi il rapporto di cambio con le valute di ogni Stato rimane ancora sconosciuto.

Dove Acquistare Libra la criptovaluta di Facebook? ? Wallet Libra Calibra 

Al momento della scrittura, Libra non è ancora stata lanciata, però si parla già del wallet Calibra e quindi si presume che per acquistare Libra si utilizzerà tale wallet.

Per conservare le stablecoin di Facebook avremo bisogno dell’app wallet Calibra. A quanto pare l’icona di Calibra sembrerebbe essere stata copiata, secondo la Start up finanziaria Current.

In effetti la somiglianza tra i due loghi è davvero enorme. L’unica differenza è il colore. Si tratta di un plagio o di una mera casualità?

ACQUISTA E VENDI BITCOIN SULLA PIATTAFORMA LEADER MONDIALE: CLICCA QUI

Oppure leggi la mia guida completa: Come investire in Bitcoin

Categorie
Notizie Bitcoin & Criptovalute

GlobalCoin Criptovaluta di Facebook: cos’è e come funziona?

La Stablecoin di Facebook Globalcoin sta arrivando: ecco cos’è e come funziona!

GlobalCoin in arrivo: ecco cos’è la criptovaluta di Facebook!

Aria di novità per il popolarissimo Social Facebook che lancerà la sua prima stablecoin: stiamo parlando del Global Coin o “Libra”.

Cos’è e come funziona questo asset digitale? A quanto pare, la società di Mark Zuckerberg rivelerà qualcosa di più sul progetto nel corso del corrente anno.

Negli ultimi mesi, Facebook sta lavorando sodo per realizzare il suo prossimo ambizioso obiettivo dopo il restyling della grafica e l’abbandono del celebre colore blu.

La nascita dell’asset digitale Global Coin rappresenterà il prossimo step verso la rivoluzione di una piattaforma nata come Social Ma come funzionerà l’asset digitale di Facebook? Quando verrà lanciata sul mercato delle criptovalute? È veramente una moneta digitale? Scopriamo tutti i dettagli!

ACQUISTA E VENDI BITCOIN SULLA PIATTAFORMA LEADER MONDIALE: CLICCA QUI

Oppure leggi la mia guida completa: Come investire in Bitcoin

Globalcoin di Facebook: è davvero una criptovaluta?

Globalcoin di Facebook è davvero una criptovaluta? Sebbene la notizia stia facendo il giro sul web, bisogna precisare che non può essere definita come tale.

Infatti, Global Coin non presenta le stesse caratteristiche del Bitcoin e non rispetta i cinque elementi e caratteristiche fondamentali delle vere criptomonete decentralizzate basate su blockchain.

Vogliamo ricordare quali sono? Le criptovalute per essere definite tali devono essere asset pubblici, utilizzabili da tutti, neutrali, resistenti alla censura e senza confini.

Qualsiasi moneta creata da un’organizzazione centralizzata non può essere definita una criptovaluta, in quanto mancano i cinque elementi succitati.

Per gli utenti saranno obbligatorie le procedure KYC per la verifica dell’identità, e Facebook agirà come se fosse un comune intermediario bancario.

La normativa vigente prevede che l’emittente debba intervenire per impedire trasferimenti da o verso determinate entità o Stati.

Da ciò ben si comprende che la Globalcoin non potrà essere di certo neutrale e aperta a tutti: gli utenti saranno obbligati ad accedere dalla stessa Piattaforma Facebook.

Inoltre, non dimentichiamo che tale asset non potrà nemmeno essere completamente pubblica, perchè le normative sulla privacy vietano alla piattaforma Social di rendere pubblici tutti i dati relativi al suo utilizzo.

In buona sostanza, Facebook opererà in modo assimilabile a Paypal.

Come funzionerà Globalcoin?

Una volta chiarite le caratteristiche della coin di Facebook, bisogna capire anche come funziona.

L’asset avrà un valore stabile (stablecoin) e non sarà soggetto alla volatilità ed alle fluttuazioni tipiche delle criptovalute.

Globalcoin si ispirerà a Steem Dollar, la criptovaluta utilizzata dal social network Steemit per i pagamenti tra utenti.

La stablecoin di Facebook sarà più adatta per eseguire i micropagamenti e verranno applicate le classiche commissioni per gli acquisti online. Ciò renderà il servizio più fruibile.

Inoltre, Globalcoin potrà essere scambiata anche su Messenger, Instagram e Whatsapp. Con un progetto così ambizioso, Facebook si propone di battere la concorrenza dato che gli altri “Big” della tecnologia, come Amazon o Google, non hanno preso in considerazione la seria possibilità di lanciarsi sul mercato delle criptovalute digitali.

Globalcoin: quando sarà lanciata?

Quando sarà finalmente disponibile la coin di Facebook? Ad oggi non ci sono dettagli precisi in merito alla data in cui la criptovaluta di Facebook farà il suo ingresso sul mercato.

Con molta probabilità la stablecoin di Facebook sarà disponibile nel 2020, e lo stesso anno nel mese di maggio, sarà previsto anche l’halving del Bitcoin.

Per il momento si tratta di rumors: la data di lancio del Globalcoin non è stata ancora confermata dagli sviluppatori.

Stablecoin di Facebook: quale sarà l’impatto sulle altre criptovalute?

A rispondere a tale quesito è la tesi avanzata dall’analista Mark Moss. Secondo il fondatore di Market Disruptor e Signal Profits, la stablecoin di Facebook potrebbe favorire il trasferimento di denaro in modo immediato a livello globale, abbattendo qualsiasi costo.

Inoltre, grazie al suo potenziale ed alle sue caratteristiche, la moneta di Facebook potrebbe cercare di riprodurre i servizi offerti da aziende come Paypal e Visa, garantendo pagamenti istantanei e convenienti da effettuare tramite uno smartphone.

Tuttavia, per garantire ciò alla Community dovrà investire sulla sicurezza, integrando software di pagamento sicuro in grado di tracciare milioni e milioni di transazioni al giorno.

Una criptovaluta in tandem con la vasta conoscenza di Facebook dei suoi utenti è un ambiente perfetto in cui costruire veicoli finanziari senza attrito”, sottolinea Konstantin Brazhnik, Chief Technology Officer del Progetto Juris.

ACQUISTA E VENDI BITCOIN SULLA PIATTAFORMA LEADER MONDIALE: CLICCA QUI

Oppure leggi la mia guida completa: Come investire in Bitcoin

APPROFONDIMENTI: Quanto vale Libra la Criptovaluta di Facebook e dove acquistare