Come investire 100.000 euro oggi

Hai 100.000 euro da parte e stai cercando utili informazioni per creare una rendita? Benissimo, allora sei capitato proprio nella pagina giusta.

100.000 euro rappresenta una cifra piuttosto consistente ed interessante per la tua finanza personale.

Investire un capitale così cospicuo richiede ottime competenze finanziarie e affidare tutto in mano ad un promotore finanziario, di certo, non è la più saggia soluzione.

Alla fine ti venderebbe solo prodotti della banca mandante.

Quindi, è necessario acquisire giuste nozioni e apprendere quali sono i migliori strumenti finanziari offerti dal mercato in modo tale da investire soldi in modo assolutamente consapevole.

Ti senti pronto per iniziare?

Perfetto, allora procediamo.

ATTENZIONE: Le informazioni presenti sono solo a scopo informativo e non rappresentano un consiglio di investimento. 

Investire 100.000 euro: consigli per non sbagliare

Per prima cosa ricorda di diversificare l’investimento: non lasciarti prendere dalla tentazione di investire tutto il capitale su un unico asset.

100.000 euro è una cifra consistente che ti consente di costruire un buon portafoglio di investimenti e di minimizzare il rischio.

Occorre “spalmare” la somma su più strumenti finanziari con diversi gradi di rischio. In questo modo le eventuali perdite potranno essere bilanciate da eventuali profitti.

Potrai valutare l’investimento in titoli azionari, titoli obbligazionari, derivati, materie prime, beni immobiliari, criptovalute, ETF, Hedge Funds, etc. etc.

Ricorda che potrai rivedere sempre la tua strategia di investimento in ogni momento e “riaggiustare” gli obiettivi.

Investire in Titoli di Stato

Se vuoi investire senza rischi opta per i titoli di Stato, obbligazioni emesse dal Ministero dell’Economia e delle Finanze per conto dello Stato con la finalità di finanziare il debito pubblico o il deficit pubblico.

Alla scadenza dell’obbligazione lo Stato rimborsa il capitale iniziale e gli interessi.

Maggiore è il rendimento dei titoli di Stato in un paese, più elevato è il rischio che uno Stato non paghi i creditori.

Si pensi, infatti, che i BTP italiani rendono molto più dei Bund Tedeschi in quanto sono considerati molto più rischiosi.

Investire in azioni

Un “classico” è investire in titoli azionari che rappresentano una quota della proprietà di una società per azioni.

Si tratta di uno strumento finanziario, soggetto ad un rating di valutazione e di una forma di investimento da parte del detentore.

Il rendimento di un’azione dipende dall’incremento (o decremento) del valore del titolo azionario in un dato periodo a cui si aggiungono eventuali dividendi nello stesso periodo.

Il rendimento percentuale può essere calcolato come [(valore di vendita di un’azione + dividendo – prezzo di acquisto) / prezzo di acquisto] * 100.

Ogni investitore azionista può auspicare ad essere:

  • un mero speculatore non interessato ai diritti amministrativi, ma in grado di mantenere in portafoglio le azioni per un breve arco di tempo, aspettando che il valore delle azioni salga e si realizzi una plusvalenza;
  • un cassettista che tende a tenere le azioni in portafoglio per lunghi periodi, in quanto interessato ad esercitare i diritti di natura amministrativa (come il diritto di voto).

Investire in immobili

Gli immobili e il mattone non passano mai di moda e potrebbe essere interessante sfruttare le varie aste fallimentari per acquistare immobili a buon prezzo.

Investire in materie prime

Anche se è molto difficile investire sulle materie prime, il loro valore è determinato da diversi fattori molto specifici.

Ci sono listini di Borsa che includono il caffè, il mais, il cotone, lo zucchero, la carne di manzo, l’olio combustibile, l’argento, l’oro, il platino, il palladio e così via.

Le materie prime hanno un certo margine di sicurezza dato che il loro valore non potrà mai scendere a 0, in quanto la domanda non potrà mai azzerarsi.

Grazie alle loro notevoli oscillazioni di prezzo, le materie prime possono fruttare molto bene a chi riesce a identificare delle buone opportunità di mercato.

Investire in strumenti derivati

Si tratta di titoli il cui valore è influenzato direttamente dal valore di un altro titolo.

Si pensi, ad esempio, ai contratti futures che consentono di acquistare anticipatamente ad un prezzo degli asset che verranno consegnati ad una data scadenza fissata con

In altre parole, i futures sono contratti a termine standardizzati per poter essere negoziati facilmente in una borsa valori.

Investire in criptovalute

ATTENZIONE: Le informazioni presenti sono solo a scopo informativo e non rappresentano un consiglio di investimento. 

Chi non conosce il popolare Bitcoin? Il mercato delle criptovalute è esploso negli ultimi anni ed è destinato a svilupparsi sempre di più.

Scopri in questa guida come comprare le criptovalute e dove farlo in sicurezza.

Non devi investire tutti i 100.000 euro in criptovalute, ma puoi valutare un investimento del 5% massimo in quanto investire in Bitcoin e Criptovalute è molto rischioso, per la loro volatilità e potresti perdere il tuo denaro.

Ricorda di diversificare sempre il tuo portafoglio investimenti!

Lascia un commento

Come iniziare con BitcoinScopri di più