Concorrenza sleale di Airbnb che spopola a Foggia, secondo la Federalberghi

La Federalberghi diffonde i dati di Airbnb dopo un’indagine nazionale e secondo la quale sta creando una concorrenza sleale nella provincia di Foggia.

Questa nuova forma di attività alberghiera sta raggiungendo livelli molto alti e per l’associazione di categoria, sono dati preoccupanti.

Secondo la Federalberghi, chi mette a disposizione i propri alloggi spesso non è in regola e dovrebbero esistere le stesse norme che valgono per gli albergatori sia in materia di fisco, sicurezza ed igiene, previdenza ecc ecc.

Sarebbe quindi compito delle amministrazioni comunali fare dei controlli amministrativi.

Secondo i dati raccolti, in agosto 2018 nella provincia di Foggia si sono registrati su Airbnb oltre 20.000 alloggi mentre rapportato allo stesso periodo dell’anno precedente erano circa la metà.

Di tutti questi alloggi registrati su Airbnb, il 79,99 % si riferiscono ad appartamenti interi; il 62,26 % messi a disposizione per più di 6 mesi; il 65,27 % mettono in affitto più di un locale.

Secondo Gino Notarangelo, presidente della Federalberghi di Foggia è indispensabile che il Governo cominci a fare distinzione tra quella che può essere un’attività extra del reddito familiare e quella invece che diventa una vera e propria attività imprenditoriale.

Federalberghi e Confcommercio vogliono istituire un registroa livello nazionale degli alloggi turistici in quanto diventano attività economiche a tutti gli effetti e non si tratta il più delle volte di attività occasionali.

Lascia un commento

Come iniziare con BitcoinScopri di più