Cosa aspettarsi dalle criptovalute nel 2018

 

Hai sentito parlare di Bitcoin e forse di altre monete digitali, ma i principali concorrenti, incluse le banche centrali, non sono ancora entrati nel mercato.

Avrà senso, per la gente, scambiare valuta cartacea in futuro? Io non la penso così. Le banconote e le monete di carta saranno valutate solo da collezionisti e numismatici. Già, un notevole $ 9 trilioni l’anno è transato con pagamenti mobili in Cina (gli Stati Uniti sono circa $ 1 trilione). Attualmente, i conti di cassa rappresentano solo il 2% del valore di tutte le transazioni in Svezia. Il futuro non è difficile da prevedere, è già nelle nostre facce.

Abbiamo assistito a un’impennata dei meccanismi di pagamento alternativi come Venmo e Apple Pay. Sono molto più a mio agio nell’usare Apple Pay rispetto alla mia carta di credito. Tuttavia, molte di queste innovazioni fintech sono fugaci. Usano la tradizionale spina dorsale bancaria delle transazioni. Il rivenditore deve pagare il 3%, che è un costo enorme per transazione. Apple Pay addebita al dettagliante anche il 3%. Tali commissioni non sono sostenibili, in quanto esiste già una tecnologia che guiderà i costi delle transazioni più bassi: criptovaluta.

Con tutte le notizie su bitcoin e altre criptovalute, le persone si concentrano erroneamente sul cosiddetto negozio di valore. I prezzi dei bitcoin sono saliti alle stelle nel 2017, con un aumento di oltre il 1.500 percento. Molti investitori speculativi sono saliti sul carro. Questi investitori comprano mentre i prezzi salgono. Non vogliono mancare. Non si preoccupano delle basi scientifiche del bene sottostante – sono in giro. È una classica mentalità da bolla.

Ma quando la bolla scoppia, ciò non significa che le criptovalute si azzerano. Considera la bolla tecnologica alla fine degli anni ’90. C’è stata una correzione sostanziale, e le buone compagnie sono sopravvissute. Anche se ci fosse una correzione del 90% nel prezzo del bitcoin, saremmo tornati al valore che aveva 12 mesi fa. Al momento della correzione, gli investitori del carro armato saltano fuori. Gli investitori a lungo termine che hanno avuto il tempo di capire il potenziale della tecnologia potrebbero essere i primi ad essere acquirenti.

Nel frattempo, la conversazione passa dal bitcoin alle migliaia di valute alternative (altcoins). Bitcoin è passato dal comandare la maggior parte della capitalizzazione di mercato di tutti i criptos a rappresentare circa un terzo.

Se sei rimasto scioccato dall’aumento del prezzo del bitcoin, controlla le criptovalute di ethereum o ripple, che lasciano bitcoin nella polvere.

Abbiamo anche introdotto qualche nuovo gergo nel 2017: un ICO o “offerta iniziale di monete”. L’ICO è modellato sull’offerta pubblica iniziale convenzionale. Crediamo fermamente che la maggior parte degli ICO abbia un valore a lungo termine pari a zero. In questo momento, è come il selvaggio West. Quasi chiunque abbia un’idea blockchain o criptovaluta può raccogliere fondi perché l’argomento è caldo. Ma c’è un grande divario tra la raccolta di fondi e un modello di business scientificamente valido che creerà valore a lungo termine.

Questo sarà insomma un anno di selezione. Vedremo centinaia se non migliaia di ICO andare da nessuna parte. Ci sarà una battaglia al vertice tra bitcoin e i suoi fratelli contro l’ether business, l’increspatura e le varie monete che offrono l’anonimato.

Sebbene sembra che a questo punto si sappia già tutto ciò che c’è da sapere sulle monete digitali, beh, ci sbagliamo di grosso. il terreno continua a cambiare e ogni anno, anzi probabilmente ogni mese comporterà novità e cambiamenti e questo richiede una nuova preparazione, spesso in tempo reale. Per questo motivo dobbiamo sempre tenerci aggiornati per cercare di tenerci al passo con il tempo e con la criptovaluta che è in continuo divenire.

Tags:

Lascia un commento

Come iniziare con BitcoinScopri di più