Cos’è e come funziona Ripple

 

Sebbene Bitcoin risulti sempre la criptovaluta più scambiata e diffusa nel mondo finanziario c’è una nuova realtà che si sta facendo strada nell’intricato e complesso universo delle monete digitali. Stiamo parlando di Ripple. Oggi, con questa guida, vogliamo introdurvi a questa criptovaluta assolutamente da tenere d’occhio per tenervi sempre aggiornati sulle novità e sulle caratteristiche di questo nuovo intrigante strumento per fare economica in modo assolutamente innovativo e alternativo.

Cos’è Ripple

Prima di tutto c’è da dire che, con il nome Ripple ci si riferisce non solo alla moneta digitale in sé (così come avviene per molteplici altre criptovalute), ma anche al protocollo di pagamento attraverso il quale la valuta (identificata con il simbolo XRP) viene scambiata. Chiarito ciò c’è da comprendere il sistema che si trova alla base di questa moneta digitale. Tendenzialmente Ripple, sebbene abbia un sistema molto simile a quello di Bitcoin, si differenzia anche tanto dalla criptovaluta più celebre e diffusa del mondo.

La principale differenza è che Ripple è un sistema pensato per trasferire somme di denaro in qualsiasi valuta in modo assolutamente gratuito e rapido. Se quindi i Bitcoin sono un modo di immagazzinare capitale, Ripple è un sistema studiato per trasferirlo con successo ottimizzandone i passaggi e snellendone i procedimenti. I Ripple (XRP) sono la valuta universale nel sistema Ripple, che a differenza di Bitcoin è gestito da un organo centrale, e cioè la società omonima. È questa società a immettere nel mercato i Ripple (XRP), che a differenza di altre criptovalute possono essere minati, cioè non possono essere guadagnati dagli utenti operando con i propri computer.

La filosofia che si cela dietro al sistema Ripple è che, nel panorama degli investimenti e dei passaggi di denaro in sé la chiave di volta sta nella fiducia. Ripple fa esattamente questo: trova il modo più semplice per trasferire somme di denaro attraverso la fiducia.

Solo che nel caso di Ripple non si tratta di persone quanto di grandi società o banche, soprattutto in Corea del Sud e in Giappone: ma sono moltissime oggi le banche che stanno sperimentando questo sistema, in quanto sembra ottimizzare e snellire il lavoro di chi deve fare centinaia di migliaia di trasferimenti, ogni giorno, tra enti e persone in tutto il mondo e in ogni valuta. A differenza delle transazioni in bitcoin, che richiedono diversi minuti per essere approvate, quelle su Ripple sono molto più rapide ed effettive in circa 4 secondi. L’obiettivo dichiarato di Ripple è fare per i soldi quello che internet ha fatto per le informazioni. Ripple vuole rendere scambiarsi soldi facile come è oggi scambiarsi le email.

La società Ripple, che come abbiamo detto è l’ente che introduce sul mercato e controlla la criptovaluta, ha creato 100 miliardi di XRP, ma ne ha messi sul mercato soltanto 38 miliardi, i rimanenti sono stati investiti in ricerca per il sistema per migliorarne ancora ulteriormente funzionalità e caratteristiche. I Ripple XRP servono al sistema perché sono “l’ultima spiaggia” per le sue transazioni: se non si riesce a trovare una catena di fiducia per un trasferimento di beni, il sistema ricorre agli XRP, sul cui valore invece concordano (e ripongono fiducia) tutti gli utenti.

Ecco dunque un piccolo prospetto riassuntivo su ciò che abbiamo scoperto su Ripple.

  • XRP è l’unica risorsa digitale specificamente progettata per istituti finanziari e fornitori di pagamento
  • Funge da ponte tra le monete fiat
  • L’XRP consente pagamenti transfrontalieri più rapidi, meno costosi e più affidabili
  • Fa parte di una soluzione di rete globale per pagamenti transfrontalieri più rapidi
  • XRP opera su una scala e velocità molto maggiore di Bitcoin
  • È sicuro
  • L’XRP è più sostenibile delle risorse digitali minate, come Bitcoin

Tradare Ripple

Come avviene con Bitcoin e le principali monete digitali, anche con Ripple è possibile fare Trading attraverso i CFD (contratti per differenza) e quindi senza costi di commissione. Nel blog ho già preparato se ti interessa una guida passo a passo su —> Come comprare Ripple appunto attraverso i CFD.

Approfondimenti:

Sommario

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere le news ---> CLICCA QUI
 

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

l 65% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.
TOP 10 Risorse Utili:
The following two tabs change content below.
Filippo Martin

Filippo Martin

Filippo Martin – Fondatore, editore, design, direttore editoriale Giornalista pubblicista, gestisce numerosi siti web. Web Content e Web Designer da 7 anni, appassionato di finanza, tecnologia e criptovalute

Leave a Reply

×