Criptovalute: cosa sono, benefici e sfide future. Facciamo chiarezza!

Gli odierni sistemi promossi dal sistema crittografico stanno definendo una trasformazione digitale efficace e olistica in ambito economico-finanziario.

Tra le più significative applicazioni della tecnologia digitale al settore Fintech emergono la comparsa e l’espansione delle criptovalute, tra cui la più famosa di tutte è il Bitcoin, meglio conosciuto come “oro delle criptovalute”.

ATTENZIONE: Le informazioni presenti sono solo a scopo informativo e non rappresentano un consiglio di investimento. 

Ma quali sono le competenze che occorre possedere per cogliere le crescenti sfide sul mercato delle criptovalute? Prima di approfondirlo in questa guida, è buon consiglio fare un po’ di chiarezza in merito a cosa sono le criptovalute e come vengono utilizzate. Inoltre, è fondamentale sapere cogliere le sfide future e affrontare i rischi correlati a questo settore. Allora, carta e penna … facciamo chiarezza!

>>> Clicca qui per acquistare Bitcoin con la piattaforma utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo

Cosa sono le criptovalute e come vengono utilizzate?

Con questo vocabolo ci si riferisce a quel tipo di moneta digitale che viene depositata in un Wallet virtuale e consente ai trader e investitori di utilizzarla come strumento di pagamento o di compravenderla per introitare guadagni e rendimenti economici.

Le criptovalute possono essere scambiate in modalità peer-to-peer (ovvero tra due dispositivi direttamente, senza necessità di intermediari) per acquistare beni e servizi, come se fossero valute a corso legale a tutti gli effetti.

Perché sono definiti asset digitali? Le criptovalute non esistono in forma fisica, ma sono in forma “virtuale”: si generano e si scambiano solo telematicamente e non è possibile trovare in circolazione Bitcoin, Litecoin, Ethereum in formato cartaceo o metallico.

Inoltre, è fondamentale sapere che le criptovalute non sono regolamentate da enti centrali governativi o da Banche Centrali, ma sono generalmente emesse e controllate dall’ente emittente secondo regole proprie, a cui gli utenti del network accettano di aderire.

Molti Stati hanno deciso di sperimentare l’utilizzo di una criptovaluta nei propri Paesi (l’Uruguay con l’e-peso) o hanno in cantiere iniziative al riguardo (Svezia).

Gli elementi caratteristici delle criptovalute sono ascrivibili ai seguenti:

  • presenza di una rete decentralizzata di utenti che aggiornano, conservano e consultano la distributed ledger delle transazioni,
  • presenza di una sorta di “libro mastro” che registra immodificabilmente la storia delle transazioni;
  • presenza di un “protocollo” ovvero di un codice informatico che specifica il modo in cui gli utenti possono effettuare le transazioni.

Le criptovalute possono essere create in qualsiasi momento: per creare/distribuire valute digitale, è possibile ricorrere ad una c.d. “initial coin offering” (ICO), che consente di raccogliere fondi per nuove criptovalute e di finanziare direttamente le idee imprenditoriali.

>>> Clicca qui per acquistare Bitcoin con la piattaforma utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo

Criptovalute: Benefici e rischi

Una volta chiarito che cosa sono e come funzionano le criptovalute, è bene conoscere quali sono i benefici ed i rischi correlati.

Come anticipato, le criptovalute, una volta emesse, possono essere acquistate o vendute su una piattaforma di scambio (c.d. Exchange platform) utilizzando denaro a corso legale (dollari, euro, franchi svizzeri, etc.)

Gli Exchange su cui si compravendono valute digitali non sono attualmente regolamentati; pertanto, si corre il rischio di una mancanza di tutela legale in caso di default.

Tra gli altri rischi, bisogna sottolineare che l’assenza di un quadro giuridico preciso determina l’impossibilità di attuare un’efficace tutela legale degli interessi dei consumatori, che possono essere esposti a ingenti perdite di capitale.

Un altro rischio da non sottovalutare riguarda la natura anonima delle criptovalute, che le ha rese molto attraenti per i cyber-criminali, che potrebbero utilizzarli per riciclaggio di denaro sporco e per altre attività illegali.

Le criptovalute possono comportare numerosi interrogativi in termini di protezione dei consumatori/investitori.

Oltre ai rischi correlati, è necessario tenere debitamente conto anche dei benefici: le valute digitali si sottraggono all’azione degli incentivi controproducenti, legati ai Governi sovrani ed agli intermediari creditizi.

Tra i principali vantaggi ricordiamo: una maggiore velocità ed efficienza nei pagamenti digitali.

>>> Clicca qui per acquistare Bitcoin con la piattaforma utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo

Banche e finanza: la paura degli intermediari

Ben si comprende dalle caratteristiche delle criptovalute che gli intermediari finanziari e le banche guardino con estrema diffidenza e riluttanza le criptovalute.

Non a caso, gli stessi temono che gli asset digitali possano spiazzare il business normalmente svolto dall’industria finanziaria e creditizia.

Le Authorities e gli organismi di regolamentazione hanno iniziato ad affrontare le sfide e le risposte con una varietà di approcci differenti.

Si tratta di una serie di risposte di policy differenti rispetto alle sfide poste dalle criptovalute: alcuni hanno diramato apposite avvertenze ai consumatori o hanno assoggettato ad un regime di autorizzazione l’espletamento di talune delle attività proprie del sistema, altri stanno valutando la possibilità di includere le criptovalute nel palinsesto di fattispecie già regolate.

Altri hanno proibito categoricamente alle istituzioni di compravendere asset digitali e ne hanno vietato l’utilizzo. È altamente probabile che, nel prossimo futuro, interverranno ulteriori sviluppi.

Criptovalute: cosa ci attendiamo per il futuro?

Come abbiamo avuto modo di notare, la sfida è aperta e ancora tutta da giocare: ci auspichiamo che le Autorità calibrino i contenuti dei futuri quadri normativi in modo tale da affrontare adeguatamente i rischi correlati, tenendo debitamente conto anche delle innovazioni tecnologiche e finanziarie che permeano il comparto delle criptovalute.

Gli organismi internazionali stanno giocando un ruolo importante nell’identificazione e nella valutazione dei rischi posti dalle criptovalute. Gli asset digitali dovranno facilitare il processo di sviluppo delle policy di regolamentazione a livello nazionale.

Inoltre, non bisogna assolutamente dimenticare che la diffusione di standard internazionali e di best practice fornirà utili indicazioni sulle misure di regolamentazione più appropriate da implementare nei diversi comparti.

Tra le best rules si auspica che gli attori coinvolti possano siglare accordi di cooperazione internazionale nell’espletamento di indagini nel perseguimento dei reati transfrontalieri e nello scambio di informazioni.

>>> Clicca qui per acquistare Bitcoin con la piattaforma utilizzata da milioni di persone in tutto il mondo

TI POTREBBERO INTERESSARE:

Lascia un commento