Cos’è la giacenza media della carta prepagata e come si calcola?

La giacenza media della carta prepagata ad oggi è uno dei documenti indispensabili per poter richiedere il foglio Isee al fine di ricevere gli aiuti di Stato e non solo. In assenza infatti i controlli impediranno al prosecuzione della richiesta e non sarà possibile ottenere l’isee.

Si tratta in ogni caso di un dato indispensabile per tenere conto delle entrate, si può tranquillamente fare da casa, soprattutto se la carta in questione è dotata di un app per tener conto dei movimenti, riuscire a ottenere la giacenza media sarà un gioco da ragazzi. Ad oggi, la giacenza media si sente nominare sempre di più poiché è diventata un documento necessario per completare alcune richieste importanti ma anche per avere l’opportunità di accedere ai benefici previdenziali previsti dal Governo con i decreti attuativi delle leggi. Prima di pensare a come riuscire a ottenere la giacenza media, vediamo come si calcola e cos’è.

Cos’è la giacenza media?

La definizione di giacenza media non è semplice poiché bisogna considerare la media appunto del denaro che nel corso dell’anno, il periodo di riferimento, è circolata attraverso il conto. Non si tratta di una media matematica ma ponderata, tiene conto cioè anche del tempo per cui il denaro è rimasto sul conto. Il tempo di giacenza sulla carta sarà dunque essenziale per poter eseguire con precisione la media ponderata ai fini della giacenza media.

Non si tratta quindi di un calcolo immediato anche se, gli istituti bancari hanno ormai inserito la possibilità per i clienti detentori di carte prepagate o conti corrente la possibilità di ottenere la giacenza in pochi click. Anche perché la necessità d effettuare la giacenza media anche delle carte prepagate è una scoperta recente in quanto in passato non vi era la necessità di dichiarare il contante presente sulle carte prepagate. Ecco perché tale facoltà è stata aggiunta in seguito dagli istituti di credito anche per le carte in questione e non solo per i conti corrente classici.

A cosa serve la giacenza media?

La giacenza media di una carta prepagata contribuisce a definire quella che è la situazione economica di un contribuente. Nello specifico sarà utilizzata ai fini del calcolo del foglio Isee, una certificazione indispensabile per accedere alle agevolazioni previdenziali concesse dagli enti pubblici ma anche all’esenzione del ticket e molti altri aspetti relativi alla quotidianità. La richiesta dell’Isee negli ultimi tempi, a seguito della riforma, viene a coincidere con l’inizio dell’anno, ragion per cui entro il mese di gennaio è bene riuscire ad avere la giacenza media per poter procedere al calcolo dello stesso. Un isee, ovvero indicatore della situazione patrimoniale, inferiore ad una certa soglia consentirà l’accesso a numerosi benefici. La determinazione dello stesso dipende dalla situazione patrimoniale del soggetto, ovvero dai redditi da lui posseduti in ragione del lavoro e delle proprietà. Il calcolo quindi della ricchezza non può che indicare anche la giacenza della carta prepagata o delle carte che il soggetto possiede, anche se negli anni precedenti le stesse erano esenti da controlli.

Giacenza media carta prepagata, serve per i finanziamenti?

Sono numerose le documentazioni che richiedono la presentazione dell’isee e pertanto quella della giacenza media anche della carta prepagata posseduta. Nello specifico, basti pensare che gli istituti di credito, per verificare l’affidabilità del cliente, richiedono il foglio isee per avere l’opportunità di concedere un finanziamento, a prescindere dall’importo richiesto.

Sono tanti altri gli istituti che non possono essere concessi senza adeguato finanziamento, stiamo parlando del bonus bebè, e ora dell’assegno unico per i minori che viene concesso a coloro che non superano nell’isee una certa fascia di ricchezza. Anche per l’accesso all’università è necessario avere un isee inferiore ad una determinata cifra per riuscire a ottenere agevolazioni e borse di studio che facilitano il proseguimento del percorso scolastico. Anche per altre richieste come il reddito di cittadinanza o il bonus sociale, è bene aggiornare il foglio isee così da avere certezza dell’indicatore della situazione economica.

Come si calcola la giacenza media?

Il calcolo della giacenza media si ottiene dunque dividendo la media giornaliera per 365. Questo non solo per l’anno in corso ma anche qualora venga richiesta la carta di credito nel corso dell’anno. Se ad esempio, la carta di credito fosse attiva ad agosto, sarebbe comunque necessario dividere la giacenza giornaliera per 365 giorni. Inoltre, è indispensabile presentare tale documento per la formazione dell’isee proprio perché altrimenti i controlli non consentirebbero di poter ottenere il documento richiesto.

Ma cos’è la giacenza giornaliera? Si tratta di quanto depositato quotidianamente sul conto in valuta. Inoltre è bene conoscere anche un altro dato, ovvero cosa accade quando a carta prepagata o il conto è cointestata. In tal caso il calcolo verrà fatto semplicemente considerando il 50% di quanto risultante dal conto. Questo può essere importante per avere una stima approssimativa del saldo, anche se ai fini del computo è necessario presentare i documenti ufficiali.

Come ottenere la giacenza media della carta prepagata

A questo punto, non resta che capire come chiedere il documento ufficiale attestante la giacenza media. In questo caso, non bisognerà fare altro che sfruttare l’home banking dell’istituto di credito per ottenere il documento.

C’è infatti una sezione specifica dove si trova la giacenza media e non resta che stamparla. Chi lo preferisce può ottenere questa documentazione, necessaria anche per il DSU, presso la filiale fisica dell’istituto. Non tutti però vogliono farsi la fila per riuscire ad avere la documentazione, motivo per cui è meglio usufruire dei servizi online per avere l’opportunità di entrare subito in possesso delle informazioni. Per concludere, nella specifica sezione sarà possibile ottenere anche al giacenza trimestrale o semestrale che potrebbe essere necessaria per alcuni documenti.

Lascia un commento

Sconti pazzi su Amazon con il Black Friday!!!VEDI LE OFFERTE