Il brevetto Amazon per rendere Bitcoin Non Anonimo

Amazon ha di recente depositato un brevetto che potrebbe rendere Bitcoin non anonimo.

Sappiamo bene che una delle caratteristiche principali di Bitcoin è proprio l’anonimato.

Grazie ai BigData ed una intelligenza artificiale, questo nuovo sistema fornito da Amazon potrebbe rendere i pagamenti in bitcoin tracciabili.

Ad esempio potrebbero essere utilizzati gli indirizzi IP delle persone che fanno le transazioni.

Ma davvero funzionerà il brevetto Amazon contro l’anonimato di Bitcoin ?

Per ora il sistema non è ancora stato impiegato e c’è da dire che Amazon ha comunque brevettato nel corso degli anni altre tecnologie interessanti ma che non hanno mai visto un reale impiego.

Alcune fonti inoltre sostengono che questa notizia di fatto sia falsa, o meglio che le notizie che sono girate nel web abbiano messo un pò di confusione.

Sembra infatti che questo brevetto di Amazon non sia poi nulla di così speciale, in quanto essendo le transazioni Bitcoin pubbliche, la tecnologia di Amazon andrebbe ad automatizzare la ricerca delle transazioni.

E importante da sottolineare è che gli indirizzi Bitcoin possono essere cambiati, quindi se un’utente utilizza sempre un indirizzo diverso, sarà davvero molto difficile conoscere tutti i movimenti di quella persona.

Ecco quali sarebbero le vere caratteristiche del brevetto Amazon e perchè le notizie dove si parla di sconfiggere l’anonimato sarebbero false:

La tecnologia Amazon in tema di Bitcoin servirebbe per esempio per permettere a coloro che vendono online come gli e-commerce e che accettano Bitcoin, di associare un indirizzo di spedizione ad un indirizzo bitcoin.

E come già detto prima, il mittente ha la possibilità di cambiare il proprio indirizzo Bitcoin, oltre che anche l’indirizzo IP (per chi sa come farlo!)

Resta comunque il fatto che ad oggi è solamente un brevetto e potrebbe fare la stessa fine di altri brevetti Amazon che non si sono mai trasformati in realtà.

Nonostante ciò, l’interesse di Amazon nei confronti di Bitcoin sembra sia chiaro, infatti non è la prima volta che ci sono dei rumors su Amazon nei confronti di Criptovalute.

Tags:

Lascia un commento