INTEL vuole brevettare un hardware per il mining di Bitcoin a basso costo

Giovedì 29 marzo è stato appreso che Intel, il più grande produttore di circuiti integrati nel mondo, aveva presentato all’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti una richiesta di registrazione per l’hardware di mining  di Bitcoin, che sarebbe in grado di migliorare il processo di estrazione e ridurre la quantità di energia richiesta.

Intel ha depositato il brevetto per un Bitcoin Mining Hardware Accelerator.

Fai trading con Bitcoin in modo facile e senza acquistarli —> Apri un account ora

È necessario sottolineare che, sebbene l’applicazione sia stata resa pubblica il 29 marzo, il documento è stato presentato alle autorità nel settembre 2016. In questo documento Intel spiega che può migliorare il processo di estrazione riducendo il consumo energetico, rendendolo più efficiente e meno costoso.

Intel spiega in questo documento che il suo hardware sarebbe in grado di ridurre il consumo di energia fino al 35%, rispetto ad altri processori di uso diffuso.

Inoltre, Intel suggerisce che questo hardware non è dedicato esclusivamente a circuiti integrati specifici (ASIC), ma anche a processori e piattaforme.

Quindi questo “acceleratore” potrebbe essere applicabile a una varietà di stazioni minerarie Bitcoin.

Tuttavia, fino ad ora le autorità non hanno rilasciato una dichiarazione ufficiale sull’approvazione o la negazione di questo brevetto.

Qualche giorno fa è stata presentata un’altra domanda di brevetto relativa alla tecnologia blockchain davanti alle autorità americane, dal momento che il servizio postale statunitense ha presentato una domanda di brevetto che descrive una “infrastruttura digitale in grado di offrire servizi di messaggistica e autenticazione sicuri”, che include la tecnologia blockchain come uno dei suoi componenti.

articolo tradotto; fonte: https://www.criptonoticias.com

Lascia un commento

Come iniziare con BitcoinScopri di più