La BCE come la Cina, vuole limitare le criptovalute

 

Sembra che anche la BCE abbia un pò le stesse idee della Banca Popolare Cinese, ovvero limitare le criptovalute. Bitcoin e le altcoins prendono sempre più piede in tutto il mondo e sono non viste bene da tutti, soprattutto dalle istituzioni, in quanto come ben sapete le criptovalute non sono regolate da governi e banche.

Ecco che Ewald Nowotny. governatore della Banca d’Austria in un incontro tenutosi a Firenze, dichiara che la BCE sta per valutare se mettere un divieto alle criptovalute come ha fatto la Cina.

Ewald Nowotny inoltre dichiara che al momento il mercato delle criptovalute non essendo ancora enorme, anche se cresce giorno dopo giorno, non rappresenta al momento un pericolo per quanto riguarda la stabilità finanziaria.

Interessante l’opinione di Mario Draghi che ancora a settembre ha dichiarato che la BCE non ha potere per mettere un divieto all’uso delle criptovalute.

In effetti non potrebbe risultare semplice regolamentare o addirittura vietare Bitcoin e le altre criptovalute in quanto le transazioni sono anonime e non vengono tenute su conti bancari ma su wallet online o wallet offline.

La guida facile su —> Come investire in Bitcoin

Lascia un commento