La crisi politica negli Stati Uniti darà una spinta al mercato di criptovalute?

Vota questo articolo

La chiusura del governo negli Stati Uniti è ufficialmente finita, lo stato attuale delle cose sembra una tregua tremenda rispetto alla fine delle ostilità. Il Congressional Budget Office (CBO) stima che l’arresto temporaneo delle operazioni governative costerà all’economia americana almeno $ 3 miliardi del PIL previsto per il 2019. S & P Global Ratings mette il numero due volte più alto – a $ 6 miliardi. Al confine con il Messico, che è stato il pomo della discordia che ha causato l’arresto, costerebbe $ 5,7 miliardi.  Nel frattempo, daremo un’occhiata a come la situazione ha colpito il mercato delle criptovalute.

Il mancato pagamento è l’unico effetto dell’arresto. Ha inoltre avuto un forte impatto sugli Stati Uniti e sull’economia mondiale, comprese le transazioni societarie, fusioni e acquisizioni e mercati di offerta pubblica iniziale (IPO). Poiché la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti è stata effettivamente chiusa, sono stati costretti a posticipare o scartare del tutto i loro piani. Gossamer Bio Inc. e Alector Inc. e Alright Solutions, una sussidiaria di un grande fondo di investimento, Blackstone Group si stanno preparando per le loro IPO.

Considerando che Donald Trump e i democratici del Congresso hanno accettato di riaprire temporaneamente il governo, fino al 15 febbraio, e che i duri disaccordi sul bilancio (che vanno molto più in profondità della semplice questione del muro con il Messico!) rimangono irrisolti, sembra del tutto possibile che la seconda parte di febbraio vedrà una ripetizione del primo arresto. Questo probabilmente costringerà molte aziende ad affrontare una grande domanda.

“C’è una piccola scappatoia: sotto il Securities Act adottato nel 1933, una dichiarazione di registrazione depositata presso la SEC può diventare automaticamente effettiva senza l’approvazione della SEC 20 giorni di calendario dopo il deposito, ma questa è una proposta piuttosto rischiosa:

Se la SEC inizia a fare domande, questo può avere conseguenze piuttosto spiacevoli sia per la società richiedente che per i suoi investitori “- afferma PhD in Economics Dima Zaitsev, Responsabile PR Internazionale e Business Analytics presso ICOBox.

“Ma c’è un’altra soluzione: le grandi aziende che si preparano a gestire una IPO possono spostare la loro attenzione sui mercati criptati al di fuori degli Stati Uniti, le ragioni di questa decisione sarebbero molto semplici: le nuove opportunità di sviluppo e, ancora più importante, il tempo ridotto per lanciare progetti, che è sempre della massima importanza.

Dal novembre 2018, abbiamo osservato la crescente instabilità e volatilità del mercato azionario a livello globale a causa del fatto che molte società hanno dovuto posticipare le loro IPO.

Nel migliore dei casi, il mercato IPO tornerà alla normalità a marzo.

C’è un altro aspetto importante che non ha nulla a che fare con la SEC e l’arresto. Il tempo che impiega una società fintech o IT per preparare una IPO è in costante aumento con il passare degli anni. Nel 1999 ci sono voluti in media 4 anni, ma ora può durare fino a 11 anni! Dima Zaitsev ritiene che ciò spingerà le aziende a cercare metodi più rapidi, ma non meno affidabili, per attrarre finanziamenti. Ed è qui che il mercato crittografico può essere di nuovo utile con le sue soluzioni nuove e migliorate come le offerte di token di sicurezza (STO).

“C’è un enorme numero di importanti progetti privati ​​in tutto il mondo, che hanno un grande potenziale di sviluppo”, continua Dima Zaitsev. “Prima o poi ognuno di loro potrebbe dover fare una scelta: aspettano qualche anno finché non risparmiano abbastanza denaro per investire in uno sviluppo o espansione di un nuovo prodotto, o costringono il processo e cercano di perseguire tutti i loro piani contemporaneamente?

Chiaramente, il secondo scenario richiede l’accesso a risorse finanziarie esterne: in passato, le venture avevano solo tre opzioni per ottenere finanziamenti: condurre una IPO (non disponibile a causa della chiusura, e quindi incredibilmente costosa da essere oltre i mezzi di piccole e medie imprese di dimensioni ridotte), ottenere un prestito bancario (interessi altissimi per importi relativamente piccoli di finanziamento), o condurre un collocamento privato (fattibile, ma molto difficile in termini di collaborazione con gli investitori). Ma ora invece di questi modelli complessi e costosi si può usare una soluzione perfettamente legale: una STO, un’offerta di token di sicurezza.

Gli esperti di ICOBox non possono escludere che nella situazione attuale anche giganti come Facebook, Apple, Amazon, Netflix e la società madre di Google Alphabet possano avventurarsi nello spazio crittografico.

Naturalmente, si può aspettare fino a quando il mercato azionario, febbrile come risultato (almeno in parte) della guerra commerciale USA-Cina, si calma e le operazioni del governo federale tornano a funzionare come prima della chiusura. Ma le domande vitali restano: quanto tempo ci vorrà? Gli attori del mercato sono abbastanza pazienti? E qual è l’ultimo punto di attesa?

 

Questo è un comunicato stampa. Filippomartin.com non promuove e non è responsabile per alcun contenuto, accuratezza, qualità, pubblicità, prodotti o altri materiali in questa pagina. I lettori dovrebbero fare le proprie ricerche prima di intraprendere qualsiasi azione correlata all’azienda. Filippomartin.com non è responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsiasi danno o perdita causati o presunti essere causati da o in relazione all’uso o affidamento su qualsiasi contenuto, beni o servizi menzionati nel comunicato stampa.

Iscriviti al Canale Telegram per ricevere le news ---> CLICCA QUI
  TOP 9 Risorse Utili:

COME INIZIARE CON BITCOIN E CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

ll 76% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi. I Cryptoasset sono prodotti di investimento non regolamentati altamente volatili. Nessuna protezione degli investitori dell’UE.
The following two tabs change content below.
Filippo Martin

Filippo Martin

Filippo Martin – Fondatore, editore, design, direttore editoriale Giornalista pubblicista, gestisce numerosi siti web. Web Content e Web Designer da 7 anni, appassionato di finanza, tecnologia e criptovalute

Leave a Reply

OFFERTA Lavoro Online Ricevi su Messenger