La rete Ripple potrebbe essere una valida alternativa allo SWIFT

L’utente di Twitter @Hodor, un forte sostenitore della criptovaluta XRP della società Ripple, ha recentemente pubblicato un post sul blog in cui ha scritto che il Financial Stability Board (FSB), un’organizzazione internazionale che monitora la politica finanziaria globale, ha dichiarato che la rete di Ripple potrebbe diventare una valida alternativa per le transazioni  transfrontaliere.

Nello specifico, l’FSB aveva pubblicato un rapporto in cui menzionava che Ripple “può diventare un’ alternativa quando i pagamenti correnti o i servizi bancari sono meno convenienti o lenti e / o costosi”.

Ripple potrebbe aiutare nelle transazioni transfrontaliere

L’FSB ha sottolineato gli alti costi associati ai pagamenti delle rimesse e che “resta da vedere” se la tecnologia delle criptovalute potrebbero essere sempre più utilizzate “in alternativa ai tradizionali … servizi bancari”.

Secondo Hodor, l’FSB “ha identificato correttamente il caso di utilizzo del trasferimento di valore transfrontaliero”, in particolare XRP. Ha aggiunto che il 3 ottobre, il Parlamento europeo ha affermato che la tecnologia DLP (distributed ledger technology) potrebbe aiutare a ridurre i costi di transazione “rimuovendo gli intermediari”.

Inoltre, l’FSB ha chiesto maggiore chiarezza normativa e ha sottolineato che le piccole e medie imprese (PMI) potrebbero “trarre vantaggio dalla disintermediazione”, facilitata da soluzioni basate sulla DLT, in quanto consentirebbe transazioni più convenienti.

Hodor pensa che “i leader globali prestino molta attenzione a ciò che Ripple ha detto” perché queste sono alcune delle aree che la tecnologia DLT di Ripple Labs punta a migliorare.

Alternativa allo SWIFT

Prevede anche che i clienti SWIFT esistenti “possano iniziare a esaminare” o prendere in considerazione l’utilizzo di RippleNet, che la fintech americana sostiene essere una rete decentralizzata di istituzioni finanziarie che utilizzano la suite di prodotti finanziari di Ripple.

Come spiegato da Hodor nel suo blog, RippleNet può essere visto come “una valida alternativa alla messaggistica SWIFT in alcune circostanze … [e] un complemento alle loro attuali funzionalità SWIFT.”

Il dottor Jerome Rousselet, un informatico teorico, aveva identificato tre segmenti nell’ecosistema di cripto e blockchain:

  • il livello del protocollo: le piattaforme di criptovaluta,
  • infrastruttura: cripto exchange, portafogli, produttori di attrezzature minerarie e minatori, soluzioni di custodia,
  • applicazioni distribuite: servizi B2B, B2C

SWIFT Partners con Ripple’s Partner, Santander Bank

Ripple Labs, fondata nel 2012, conta solo 150-200 dipendenti, ma afferma di aver già sviluppato prodotti in grado non solo di trasferire risorse finanziarie, ma anche di fornire un’alternativa migliore al sistema di messaggistica SWIFT.

È interessante notare che SWIFT ha recentemente annunciato la sua partnership con la banca Santander l’11 ottobre in quanto la grande istituzione finanziaria spagnola ha intenzione di introdurre i propri servizi in paesi come Regno Unito, Polonia, Spagna e Argentina.

La partnership coinvolgerà Santander utilizzando il servizio di global payment innovation (gpi) di SWIFT per le transazioni transfrontaliere; e dovrebbe anche essere adottato in Messico verso la fine del 2018. In particolare, SWIFT ospiterà la sua conferenza SIBOS 2018 a partire dal 22 ottobre e molte persone stanno ora ipotizzando che Ripple possa collaborare con SWIFT.

Lascia un commento

Come iniziare con BitcoinScopri di più