Lettera a Satoshi Nakamoto

Caro Satoshi Nakamoto,

Mi hanno chiesto di scriverti una lettera, e ho deciso di farlo perché in fondo la mia vita è cambiata grazie alla tua tecnologia.

Su di te ne ho sentite tante, e immagino quante risate ti starai facendo.

Dicono che potresti essere un gruppo di persone, e non 1 perché il tuo lavoro a quanto pare è troppo geniale.

Lo ammetto, sembra difficile che solo una persona abbia potuto avere tutte quelle conoscenze necessarie a far funzionare Bitcoin in maniera così perfetta.

Ma mi piace pensarti come Uno, ti darò quindi del Tu se non ti dispiace.

Sinceramente per me Bitcoin è stata una crescita totale come individuo.

Ho capito praticamente solo guardando gli andamenti dei prezzi come funzionavano le azioni e la borsa, cosa che non avevo compreso appieno neanche studiando economia o lavorando in banca.

Sono riuscito a comprendere come la crittografia sia per forza il futuro per la protezione “mondiale”, e lo dimostra il fatto che tengo delle chiavi crittografiche e le custodisco come se fossero delle pepite d’oro.

Sono diventato molto molto più attento alle mie spese, perché si sa, ogni satoshi speso oggi, è una birra in meno nel 2020.
E quindi niente, nonostante accumulo BTC, non voglio spenderli, perché mi hai insegnato a pensare nel lungo periodo, e non nella “bella vita” nel breve periodo.

Mi ha insegnato a aprire e probabilmente gestire aziende, soci, collaboratori, dipendenti e capi.
Mi ha portato a capire le mie potenzialità.

Forse è pazzia o forse ho trovato una passione, in qualcosa che non avrei mai considerato minimamente potesse appassionarmi a tal punto.

Probabilmente il messaggio dentro Bitcoin, quel moto di rivoluzione, mi ha mosso e portato a condividerlo appieno e dedicare questi ultimi 2 anni allo studio e la costruzione di servizi attorno a questa nuova economia.

Forse sono i miei sogni di costruire un futuro migliore per i miei 2 bimbi e mia moglie, e per le generazioni che verranno, alla fine sono sempre stato controcorrente per come il mondo stava andando avanti, e forse Bitcoin ha acceso una speranza in me che potessi fare qualcosa di interessante, anche per il futuro.

O semplicemente, come direbbe qualche gatto, sono finito dentro una truffa, e tutto quello che mi ha insegnato poi me lo farà pagare caro.

Non ha importanza a mio avviso, perché certe cose non hanno prezzo.

La libertà, il senso di “sicurezza”, la trasparenza e la collaborazione (e mille altre cose) che ho trovato nelle persone che con Bitcoin ci vivono ogni giorno, non sono paragonabili minimamente a quello che potrebbe essere del vile denaro.

Il denaro riflette il lavoro degli esseri umani. Tutti i programmatori che lavorano al tuo (nostro) progetto, lo fanno gratis, per risolvere i problemi di tutti, per salvare LA Blockchain.

Eh si, perché dicono che il futuro è Blockchain.
bitcoin è solo una bolla.

Altri invece intravedono delle funzionalità per liberarsi dalle corruzioni e per aumentare la trasparenza nei processi pubblici.

Devo dire che secondo me, dal punto di vista ideologico sicuramente hai aiutato anche in questo, anche se non so dal punto di vista pratico se sia possibile usare Bitcoin per questo.

Hai portato una ventata di aria fresca, che se vorremo ci porterà a rinnovare questa economia e cercare di sanare le fesserie commesse in passato, su cui non dobbiamo assumerci le colpe.

Dobbiamo ricostruire, questo si, e vedo questo strumento che non può essere spento come una possibile soluzione.

Grazie quindi Satoshi.

Davvero

Matteo Cugusi

Iscriviti al canale Telegram per notizie lampo CLICCA QUI
ARTICOLI SPONSORIZZATI:
LEGGI ANCHE: TOP 10 Risorse Utili:

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

Il tuo capitale è a rischio
The following two tabs change content below.
Filippo Martin

Filippo Martin

Filippo Martin – Fondatore, editore, design, direttore editoriale Giornalista pubblicista, gestisce numerosi siti web. Web Content e Web Designer da 7 anni, appassionato di finanza, tecnologia e criptovalute

Leave a Reply

×