L’indice di volatilità di Bitcoin scende al punto più basso da dicembre del 2016

Il bitcoin, la criptovaluta di punta, è stato scambiato all’interno di un intervallo ristretto negli ultimi giorni, tanto che il suo indice di volatilità è ora a un livello basso che non si era visto da dicembre 2016, prima del mercato rialzista dello scorso anno che lo ha visto colpire un massimo storico vicino a $ 20.000.

Secondo i dati di CryptoCompare, il bitcoin è attualmente scambiato a $ 6,460 dopo aver perso solo lo 0,07% nell’ultimo periodo di 24 ore. Dal 17 ottobre, la criptovaluta è stata scambiata tra $ 6,650 e $ 6,400, con un range che si è ridotto a $ 6450 – $ 6,500 negli ultimi tre giorni.

Il ristretto range di trading è stato accompagnato anche da volumi di trading in calo che hanno visto gli scambi di criptovalute come Binance, OKEx e Huobi scambiare meno di $ 1 miliardo al giorno – una cifra che hanno facilmente superato.

Secondo bitvol.info, l’indice di volatilità a 30 giorni di bitcoin è ora al minimo del 1,42%, il minimo da dicembre 2016, quando ha toccato l’1,36%. L’anno scorso la corsa al rialzo ha visto raggiungere un picco di quasi l’8%, ma il calo dei prezzi di BTC sembra aver visto scomparire anche la sua volatilità.

Attualmente, l’indice di volatilità a 60 giorni è al 2,06%, mentre l’indice a 252 giorni è al 3,56%. L’indice calcola la volatilità della criptovaluta utilizzando la deviazione standard del suo prezzo di apertura nel periodo di tempo specifico.

La bassa volatilità di Bitcoin potrebbe significare che sta maturando e sta iniziando a essere vista come una riserva di valore. Come previsto, BTC è stata appena influenzata dal sell-off del mercato di questa settimana, che ha visto la Dow Jones Industrial Average calare del 3% circa. Come ha affermato Brian Kelly, CEO e fondatore di BKCM, le criptovalute sembrano essere “per lo più separati” dai mercati più vasti. Egli ha detto:

Non conosco nessuno che abbia detto “Microsoft è scesa, è meglio vendere bitcoin per coprire il mio margine”

Rob Sluymer di Fundstrat Global Advisors ha recentemente affermato che potrebbe esserci un “rivestimento positivo” della volatilità precipitante della criptovaluta, poiché potremmo essere alla ricerca di una potenziale inversione di tendenza al rialzo, anche se Sluymer ammette che è “prematuro” concludere che sta arrivando.

Willy Woo, un importante analista di mercato, ha recentemente sostenuto che attualmente il bitcoin è ancora in un mercato ribassista poiché il suo rapporto NVT, che mette la capitalizzazione di mercato di BTC rispetto al volume trasferito attraverso la sua rete, lo dimostra. Tuttavia, ha sostenuto che è ancora un buon momento per entrare nel mercato, in quanto il prezzo è nella media mobile a 200 giorni.

Lascia un commento