Naspi 2018, Novità sul Sussidio di Disoccupazione

Naspi

Ecco tutte le novità su Naspi 2018, come calcolare l’assegno di disoccupazione dell’INPS e quanto dura ?

Naspi 2018 è l’assegno di disoccupazione che è stato introdotto grazie al Jobs Act nel 2015. Per sapere quanto dura l’assegno di disoccupazione Naspi, biosgna fare un calcolo.

L’Inps infatti predispone l’assegno di disoccupazione Naspi per un numero di settimane pari alla metà delle settimane di contributi degli ultimi 4 anni di lavoro.

In questo calcolo, non si prende in esame il periodo di contributi che hanno già previsto prestazioni di disoccupazione.

In questo comunicato vedremo anche nel dettaglio come funziona il sussidio di disoccupazione. Leggi anche: Bonus disoccupati.

Novità Naspi 2019

Per il 2019 potrebbero esserci delle novità per il sussidio di disoccupazione Naspi, che con la proposta del reddito di cittadinanza, non si capisce bene se il Naspi verrà eliminato oppure se rimane come nell’anno corrente 2018.

Per conoscere le future novità per il 2019, bisogna aspettare la nuova Legge di Bilancio 2019.

A quanto ammonta l’assegno di disoccupazione ?

La somma massima che si può percepire è di 1314,30 € al mese e ovviamente la somma dell’assegno non è uguale per tutti e bisogna quindi fare un calcolo specifico, caso per caso.

La circolare Inps n° 224 del 15 dicembre 2016 ha introdotto comunque delle novità che ora i disoccupati possono godere per quanto concerne il calcolo dell’assegno Naspi.

Inoltre con la circolare del 2016 si segnala che i lavoratori che non rispettino le regole previste nel Jobs Act, incorreranno in sanzioni che possono portare alla perdita dell’assegno di disoccupazione Naspi.

Naspi 2018: Cos’è e come funziona

prima di passare a capire come calcolare importo e durata del Naspi definiamo meglio cos’è e come funziona. Per Naspi si intende il nuovo sussidio di disoccupazione che viene dato al lavoratore disoccupato ed è vincolato dalla ricerca attiva di un nuovo posto di lavoro.

Coloro infatti che non cercheranno di trovare un nuovo lavoro anche iscrivendosi ai Centri d’Impiego, possono ricevere una sanzione.

I disoccupati che fanno domanda al Naspi 2018 si devono recare presso i CPI e fare un patto di servizio per la ricerca di un nuovo lavoro.

Calcolo durata Naspi

Il sussidio di disoccupazione Naspi spetta ai lavoratori che hanno perso lavoro in maniera involontaria ed è erogato anche nel 2018.

La durata massima del Naspi è di 2 anni e per fare il calcolo, bisogna fare riferimento alla metà dei contributi versati negli ultimi quattro anni di lavoro.

Per ottenere il Naspi bisogna inoltre aver lavorato e aver versato i contributi per almeno 13 mesi nei precedenti 4 anni e avere svolto almeno 30 giorni di lavoro nell’anno corrente.

Calcolo importo Naspi assegno di disoccupazione

Per calcolare la somma dell’assegno di disoccupazione, bisogna sempre riferirsi al reddito degli ultimi 4 anni di lavoro e il naspi sarà il 75% dell’imponibile medio degli ultimi 4 anni meno un 3% dal quarto mese in poi.

Si dovrà calcolare la retribuzione media settimanale e moltiplicare per 4,33

Per stipendi inferiori a 1208,15 € il Naspi corrisponde al 75%, per stipendi superiori invece l’importo è del 75% più il 25 % della somma in eccesso rispetto i 1208,15 €.

Colf e Lavoratori Domestici

Il requisito per colf e lavoratori domestici è di almeno 5 settimane lavorate con un minimo di 24 ore di lavoro a settimana. Questa è una delle ultime novità e nello specifico riguarda le seguenti categorie: lavoratori domestici; lavoratori a domicilio; dipendenti con periodi di lavoro estero; lavoratori interessati da neutralizzazione con contribuzione di interesse molto datata; lavoratori agricoli.

Iscriviti al Canale Telegram di Filippo Martin per ricevere news CLICCA QUI
TOP 10 Risorse Utili:

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

Il tuo capitale è a rischio
The following two tabs change content below.
Antonio Mecca – Caporedattore, sezione Economia e Finanza Giornalista pubblicista, la sua passione per i siti web e la SEO lo porta a gestire diversi portali ed essere un redattore professionista nel settore economia e finanza.

Leave a Reply

×