Quanto valeva un bitcoin all’inizio nel 2009 e quanto vale oggi

 

 

Piccolo excursus alle oscillazioni di prezzo della criptovaluta tra crescita e crolli

Il prezzo dei Bitcoin è uno degli argomenti più discussi in fatto di criptovalute e che, ovviamente, è anche il parametro che rende la moneta digitale più famosa del mondo costantemente monitorata. Ma come e perché è cambiato il valore dei Bitcoin dalle origini fino ad ora? Scopriamolo insieme con questo articolo dedicato proprio al prezzo dei Bitcoin per sapere quanto valeva un Bitcoin all’inizio nel 2009 e quanto vale oggi.

Il 5 ottobre 2009 viene pubblicato il tasso di cambio del Bitcoin rispetto al dollaro sul mercato: $1 = 1309  BTC.

Quindi un Bitcoin all’inizio valeva davvero pochissimo e precisamente 0.0007639 dollari 

Quindi all’inizio con 10 dollari acquistavi 13 mila Bitcoin!!! Avere 13 mila Bitcoin oggi varrebbe a dire possedere circa 96 milioni di dollari :-), ecco che la Storia dello studente Norvegese forse ora ti sembrerà più veritiera!

Oggi, al momento della stesura dell’articolo, il valore di un Bitcoin equivale a 7392 dollari. Puoi sempre usare il mio convertitore bitcoin euro.Vengono avviate le negoziazioni sul mercato. Il prezzo del Bitcoin è sceso a circa $ 8.000 negli ultimi giorni, dopo aver quasi raggiunto $ 10.000 nell’ultimo mese e aumentato di oltre l’1.850% dal 2015. Tutto ciò mostra quanto sia volatile la valuta, portando la domanda, che cosa porta a tali movimenti di grossa portata?

Ricordiamo anche il picco a quasi 20.000 dollari del 17 Dicembre 2017.

La nostra ricerca in corso rivela alcuni fattori che inevitabilmente influenzano il prezzo di Bitcoin. Questi includono il clamore mediatico e la diffusione di altre criptovalute, l’incertezza politica e il rischio (come l’elezione di Donald Trump o il voto per la Brexit), le mosse dei governi e dei regolatori e la governance dello stesso Bitcoin.

È probabilmente l’ultimo fattore che ha guidato l’ultimo calo del prezzo, in quanto una proposta di divisione di Bitcoin (o “fork”) non è riuscita a ottenere il sostegno degli sviluppatori verso la fine della scorsa settimana. La divisione avrebbe raddoppiato il numero di monete in circolazione (come le divisioni precedenti) e la maggiore velocità delle transazioni.

Fattori culturali di tendenza e politici

Gli economisti hanno a lungo avuto l’idea che i fattori psicologici influenzino le decisioni degli investitori. Questo è chiamato “spiriti animali” e si riferisce agli investitori che prendono decisioni basate sul comportamento di altri partecipanti al mercato e le loro intuizioni, piuttosto che un’analisi approfondita.

L’analisi del prezzo di Bitcoin mostra che la copertura mediatica positiva è uno dei principali fattori alla base del prezzo.

La copertura mediatica positiva delle nuove tecnologie causa un noto hype-cycle: un vero e proprio picco di popolarità e quindi di domanda.

Questo è stato più evidente nei primi giorni di Bitcoin, quando la stampa mainstream ha iniziato a riferire sulla nuova valuta e ha causato una serie di picchi e crolli a breve termine. Con l’aumento della copertura dei media e l’introduzione di altri fattori, è più difficile distillare l’effetto dei soli media.

Il rischio politico attorno alle valute nazionali può anche influenzare il prezzo del Bitcoin poiché le persone lo utilizzano per proteggersi dai movimenti di prezzo in una particolare valuta, oppure devono spostare rapidamente grandi quantità di valore in un paese o in una valuta.

La crisi economica in Grecia nel 2015 è stata seguita da segnalazioni di un aumento degli acquisti di Bitcoin da parte dei cittadini greci che desiderano proteggere la loro ricchezza. Ciò non sembrava influenzare il prezzo del Bitcoin sui mercati globali, tuttavia, che è rimasto costante tra A $ 300 e $ 400 per la maggior parte di quell’anno.

Ma il nervosismo sul referendum nazionale per la Gran Bretagna di lasciare l’Unione Europea (Brexit) il 23 giugno 2016 ha portato ad un aumento del prezzo del Bitcoin insieme ad una diminuzione del valore della sterlina britannica.

La sterlina ha iniziato a precipitare intorno al 20 maggio 2016. Entro il 25 luglio era inferiore di oltre il 10% al suo valore pre-Brexit. Per lo stesso periodo il prezzo del Bitcoin è aumentato di oltre il 65% (da £ 302 a £ 502).

L’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti è stata seguita anche da due mesi di forti aumenti del prezzo del Bitcoin. Molti lo attribuiscono all’incertezza nell’economia statunitense.

Per gli altri investitori, la volatilità di Bitcoin crea un buon ambiente di trading (ad esempio, molti movimenti di prezzo offrono opportunità per fare soldi comprando o vendendo). Puoi vedere questo nel confronto sopra con oro.

Il bitcoin può anche essere un investimento a lungo termine perché non regolamentato nell’offerta e con alcuni enormi vantaggi rispetto ad alcune valute nazionali: è globale, non è soggetto alla fornitura di valute da parte delle banche centrali, è facilmente trasferibile attraverso i confini e non soffre di le considerevoli spese di transazione e amministrazione pagate a banche, mercati valutari e operatori finanziari.

Essendo un mercato relativamente nuovo, tuttavia, senza alcun meccanismo matematico per prevedere come agirà in futuro, è davvero un caso di attenzione da parte dell’acquirente. Il nostro unico consiglio sarebbe quello di non investire mai più di quanto tu possa permetterti di perdere.

Se vuoi fare trading con una piattaforma regolamentata in Italia —> Clicca qui

Iscriviti al canale Telegram per notizie lampo CLICCA QUI
TI POTREBBE INTERESSARE:
loading...
TOP 10 Risorse Utili:

COME INIZIARE CON LE CRIPTOVALUTE

PER ISCRIZIONE: CLICCA QUI

Il tuo capitale è a rischio
LEGGI ANCHE:

Leave a Reply