Trading in Criptovalute come funziona? Piattaforme, rischi, recensioni

Trading in Criptovalute

Trading in Criptovalute

Il Trading in Criptovalute spiegato finalmente in maniera semplice! Siediti comodo e leggi con calma la mia guida!

Il web ha determinato dei cambiamenti sostanziali nella vita quotidiana di tutti gli individui e del mondo economico moderno, con l’introduzione di strumenti sempre più semplici e facili da utilizzare, offrendo anche diverse opportunità di investimento.

Infatti le tecnologie smart e i nuovi sistemi Fintech hanno reso intuitivi e accessibili a un maggior numero di persone, attività che fino a poco tempo fa erano solo collegate a particolari soggetti o enti istituzionali.

L’esempio è quello delle attività collegate al giocare in borsa. Infatti prima dell’avvento della digitalizzazione era necessario doversi rivolgere a una banca o a un consulente finanziario per poter investire i propri risparmi. Oggi basta un computer a casa o in ufficio, un collegamento internet ottimale e un broker autorizzato per entrare nel mondo della borsa in maniera autonoma e fare trading online.

A questo si deve aggiungere la nascita di prodotti finanziari innovativi e completamente digitalizzati come le criptovalute, che hanno rivoluzionato il settore economico.

In questa guida andremo a considerare come fare trading online con le criptovalute e operare in modo diretto sul mercato, analizzando le migliori piattaforme presenti sul web e considerando i pro e i contro del mondo delle monete virtuali e del trading.

ATTENZIONE: Le informazioni presenti sono solo a scopo informativo e non rappresentano un consiglio di investimento. 

Piattaforme legali e sicure per Trading in Criptovalute

BrokerDeposito minimoVotoSito web
200 € Voto: 4.7/5. Su 107 voti
Recensione (Il 75 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)
100 € Voto: 3.2/5. Su 61 voti
Recensione (Il 76.4 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)

Cos’è il trading online

Trading online è un termine che ormai è diventato parte integrante del linguaggio comune, grazie alla diffusione di un numero impressionante di piattaforme e alla possibilità anche da parte dei piccoli investitori di avvicinarsi a questa attività.

Italia banner 300x250

Il trading è quella serie di operazioni e strategie che hanno come fulcro la compravendita di titoli o altri prodotti finanziari, come per esempio il trading sulle criptovalute. Trader è colui che decide di dedicarsi a questa attività, approfondendo la materia, e imparando a conoscere i mercati e i relativi titoli su cui si vuole operare.

I trader fino a pochi anni fa erano figure che lavoravano per gruppi bancari e broker preposti ad essere gli unici ad avere il supporto logistico e tecnologico per poter accedere in linea diretta al mondo della borsa. Quindi se si voleva effettuare un investimento, era necessario contattare un trader, e affidare a lui la propria somma di denaro, dato che gli acquisti e le vendite non potevano essere effettuate in maniera diretta.

Il 2000 e l’avvento di internet hanno cambiato il modo di eseguire le attività in borsa. Il trading online diventa il mezzo diretto attraverso cui poter operare in modo autonomo, utilizzando il web.

Non è più necessario appoggiarsi a un consulente finanzio o a un operatore, ma l’attività viene svolta personalmente utilizzando una piattaforma di un broker online. Tutti i singoli investitori diventano quindi trader potendo operare con piccolo, medi o grandi capitali. Il trading online ha trasformato il modo di rapportarsi ai mercati finanziari, diventando un’attività a cui dedicarsi sia a tempo pieno sia per investire i propri risparmi.

Si è calcolato che dal 1999 il numero di persone che utilizza il trading online, sia come lavoro, sia come investimento è aumentata in maniera esponenziale e oggi sono sempre di più le persone che decidono di dedicarsi a questa realtà.

Come fare trading con criptovalute

Ma come fare trading online? Quali sono gli strumenti che permettono di giocare autonomamente in borsa?

In primo luogo sono necessari degli strumenti digitali.

Quindi se si è deciso di investire online, sarà fondamentale disporre di un computer che abbia almeno due schermi, di una linea internet ad alta velocità, oppure a banda larga, ove possibile, e di un capitale di base da investire. È importante che venga stabilito sin dall’inizio quale debba essere il budget che si vuole utilizzare per operare nel trading online, fissando sin da subito i propri obiettivi, per esempio fare trading sulle criptovalute.

Infatti è importantissimo non dimenticare mai che il trading online come tutte le forme di investimento prevede comunque dei rischi e quindi si potrà avere sia la possibilità di incrementare il proprio capitale iniziale, ma anche di poter perdere i risparmi.

Oltre agli strumenti tecnici, il sistema moderno richiede l’impiego di un broker, ovvero di una piattaforma finanziaria specializzata nel trading online attraverso la quale sarà possibile effettuare gli acquisti e le vendite dei prodotti finanziari. I broker sono quindi delle società che gestiscono un sito su cui ogni soggetto che vuole operare, si dovrà registrare e versare una somma di denaro.

Attraverso il sistema dei broker si avrà l’accesso diretto ai singoli prodotti finanziari e anche alle nuove realtà digitali come per esempio il trading sulle criptomonete.

L’accesso a un broker online è un qualcosa che può essere eseguito da tutti, infatti oggi non è necessario disporre di un capitale ingente per fare trading ma bastano anche piccole somme. Ma una cosa è investire online e un’altra è ottenere un guadagno.

Per questo è molto importante considerare che prima di scegliere il broker di riferimento, sarà necessario apprendere le basi del trading online, quali sono i suoi rischi e inoltre le possibilità di ottenere un profitto.

In questo sono molto utili i forum presenti sul web, gli ebook che possono essere scaricati direttamente online, e le piattaforme di broker che offrono anche dei servizi di formazione sia per i trader alle prime esperienze, sia per ampliare la propria conoscenza, per esempio se si è già esperti nel mondo del trading in criptovalute.

Le migliori piattaforme per fare trading

Ma quali sono le migliori piattaforme di trading online?

Grazie al web, basta accedere a un portale di ricerca e scrivere la query “trading online” per trovarsi innanzi un numero enorme di link che fanno riferimento a diversi broker online. Scegliere non è semplice, dato che spesso vi sono moltissime offerte e tutte di alta qualità e valide soprattutto per il trading sulle criptomonete.

Per essere sicuri del broker che sia più adatto alle proprie necessità può essere utile far riferimento ad alcuni parametri. In primo luogo è fondamentale l’autorizzazione ad operare sui mercati, che dovrà essere indicata da ogni broker nella parte inferiore della pagina, con il nome dell’ente preposto e il numero di registrazione. Tra gli organismi di maggior importanza si ritrovano la Consob italiana, il CySEC cipriota, e la FCA inglese.

Inoltre si deve considerare il costo di apertura del conto ove presente e l’eventuale versamento minimo richiesto.

Accedere a un broker con una somma limitata come 100 € o 200 € può essere molto utile al fine di limitare le proprie perdite soprattutto nelle prime fasi in cui non si ha la giusta esperienza. A questo si deve aggiungere la presenza di un conto demo, fondamentale per poter iniziare ad apprendere i fondamenti della piattaforma e comprendere come funzioni il sistema di interfaccia online.

L’attenzione deve cadere sulla tipologia di piattaforma online offerta sulla presenza di versioni mobile o per tablet e sui servizi collegati, come strumenti di analisi tecnica e fondamentale, un centro di formazione per il trading, eventuale community e forum. Infine è importante anche valutare gli asset di riferimento su cui si può operare online, e la possibilità di effettuare il trading sulle criptovalute.

In base ai parametri indicati, tra le migliori piattaforme si possono evidenziare la eToro e la Plus500.

Piattaforme legali e sicure per Trading in Criptovalute

BrokerDeposito minimoVotoSito web
200 € Voto: 4.7/5. Su 107 voti
Recensione (Il 75 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)
100 € Voto: 3.2/5. Su 61 voti
Recensione (Il 76.4 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)

Fare trading con eToro

Il broker eToro nasce nel 2006 con sede a Cipro, sviluppando l’idea da parte dei suoi creatori di fornire una serie di servizi, a un maggior numero possibile di investitori, permettendo l’utilizzo di una piattaforma funzionale, innovativa e soprattutto economica, ma che avesse le caratteristiche di un sistema professionale. Il broker è autorizzato dalla Consob italiana, dal Cysec cipriota e inoltre dall’FCA inglese, garantendo massima sicurezza in tutte le operazioni e nelle disponibilità dei propri soldi.

Nel 2010 eToro è diventata la prima piattaforma di trading online a proporre un nuovo modo di operare in borsa trasformandosi in un sito di social trading, al fine di fornire ai suoi clienti un’interfaccia che rispondesse alle novità del mondo digitale e dei social network.

Il social trading di eToro permette di unire in un unico sito le funzionalità di una piattaforma per operare in borsa, con dall’altro lato le caratteristiche di un social, ovvero un luogo in cui è possibile scambiare idee, strategie, fare commenti e inoltre visualizzare le attività di altri operatori.

Nel giro di pochissimo tempo la piattaforma eToro si è diffusa nel mondo del trading offrendo un servizio affidabile e sicuro, grazie a che alle nuove tecnologie applicate.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su eToro 

La registrazione ad eToro

Per entrare nel mondo di eToro sarà necessario effettuare la registrazione presso il sito www.etoro.com e selezionare la lingua che si preferisce. L’accesso è gratuito e richiede pochissimi minuti, dato che basterà introdurre il proprio nome e cognome, l’indirizzo email e una password.

Una volta attivato il proprio account si potrò entrare nel mondo di eToro e utilizzare alcuni strumenti come la piattaforma demo, ma senza interagire in maniera reale sul mercato. Per passare al conto reale ed effettivo sarà necessario completare i propri dati.

Anche in questo caso il procedimento è semplice, basterà accedere alla sezione dell’account e inserire un documento valido, il codice fiscale e un indirizzo di residenza. Inoltre si dovrà convalidare la propria identità attraverso webcam, un selfi oppure eseguendo un bonifico da un conto corrente intestato.

La procedura di attivazione del conto richiede solo pochissimo tempo e una volta verificata la propria identità, si potrà effettuare il primo versamento. eToro non richiede un costo di attivazione, ma solo un versamento minimo che è pari a 200 € che potrà essere utilizzato subito per effettuare il trading online.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su eToro 

La piattaforma e i costi di eToro

Al fine di offrire un servizio che si adatti alle esigenze di ogni trader, eToro offre una piattaforma webtrader innovativa e molto funzionale. Negli anni è stata potenziata ascoltando anche le richieste da parte di coloro che operavano con questo strumento, al fine di renderla una realtà ottimale e professionale per chi vuole entrare nel mondo del trading online.

Non sarà necessario scaricare un software, ma si potrà accedere alla piattaforma attraverso qualunque postazione, semplicemente inserendo i propri dati di riconoscimento. Si avrà l’opportunità di personalizzare ogni aspetto della schermata, adattandola perfettamente alle proprie esigenze in modo da permettere un’operatività che rispecchi le proprie strategie.

Infatti si potranno personalizzare la grandezza delle finestre il loro numero e la disposizione.

La piattaforma si aggiorna in tempo reale e inoltre offre un sistema di analisi tecnica completa con grafici che possono essere settati con tutti i parametri che si preferiscono e introducendo i vari indicatori necessari, il tutto in modo molto intuitivo e completamente in lingua italiana.

Il sistema di immissione ordini è rapido e diretto, prevedendo comunque una seconda schermata di verifica in modo da evitare che possono esserci degli errori. Infine si disporrà di un’applicazione mobile e di un’app per il tablet per portare sempre con sé la piattaforma di eToro ed operare ovunque si voglia.

Non sono previste commissioni operative, ovvero quelle che si applicano direttamente sulle attività di compravendita, così come sono gratuiti i versamenti e i prelievi che vengono effettuati. Il Broker applica uno spread, tra i più competitivi, grazie al quale si applicherà un costo sul differenziale tra il prezzo di acquisto e quello di vendita.

La piattaforma permette di operare su un numero impressionante di asset, come il Forex, gli indici, materie prime, l’oro, gli ETF, le azioni, obbligazioni e anche di eseguire il trading sulle criptovalute.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su eToro 

La particolarità di eToro il social Trading

Ciò che differenzia eToro dalla maggior parte delle piattaforme è il sistema rivoluzionale del social trading, grazie al quale non si sarà più soli ad operare davanti alla propria piattaforma di eToro, ma si potrà agire come in un vero social network, condividendo, informando, confrontando le proprie idee al fine di migliorare la propria operatività.

Il social trading è un sistema che può essere vantaggioso sia per coloro che sono alle prime esperienze, e quindi necessitano di completare le loro conoscenze sul mercato, imparando ad utilizzare la piattaforma e i vari strumenti, sia per i t più esperti, dato che si avrà la possibilità di perfezionare le strategie e inoltre ottenere anche un guadagno in più.

Ma come funziona il social trading di eToro? Di seguito indichiamo gli aspetti principali.

Formazione: entrando i eToro si riceveranno dei manuali gratuiti sul trading online, su cui sarà possibile studiare le basi per operare sui principali prodotti finanziari e su quelli specifici come per esempio il trading delle criptovalute. Il centro di formazione inoltre prevede la presenza di articoli oltre che a video informativi, completi ed esaustivi.

Community e forum: la community è un luogo in cui sarà possibile condividere i propri pensieri inerenti al trading online, discutendo con altri operatori, sia esperti sia alle prime esperienze, e potendo così confrontare le proprie idee e le strategie. Il forum è suddiviso in discussioni, all’interno delle quali si potrà accedere liberamente come utente di eToro, partecipando in maniera attiva o semplicemente leggendo le valutazioni degli altri. Grazie alla community operare con il trading online di eToro non è più una realtà solitaria e alienate.

Copy trader: il termine può essere letteralmente tradotto come copiare un trader. Infatti sarà presente una lista di popular trader su cui scegliere, suddivisi in base alle loro attività e all’indice di rischio dei loro portafogli. Basterà valutare quello che si adatta principalmente al proprio modo di operare per osservare le sue operazioni e copiarlo, riproducendo le stesse azioni o prendendo spunto dalla sua strategia.

CopyPortfolio: il sistema a specchio o di copia delle strategie vale anche per la realizzazione del portafoglio. Il CopyPortafolio infatti è uno strumento attraverso il quale si potranno visionare tutti gli investimenti di particolari utenti e scegliere in questo modo di imitarli e al fine di realizzare il proprio portafoglio azionario.

Popular trader: infine per chi è un trader esperto, può decidere di entrare nella lista dei popular trader, ovvero di coloro che vengono copiati e imitati. Il vantaggio è quello di ottenere dalla piattaforma un incremento del proprio guadagno, pari al 2% degli utili di ogni operazione che è stata copiate e che è andata a buon fine.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su eToro 

Fare trading con Plus500

Tra le piattaforme più diffuse in Europa e nel mondo, si può nominare la Plus500 una realtà nata nel 2009 ma che nel giro di pochissimi anni si è trasformata in un punto di riferimento per tutti coloro che vogliono operare in modo professionale sul mercato e anche con il trading di criptovalute.

Plus500 ha sede a Limassol, e inoltre dispone di diverse filiali in tuta Europa, sviluppando un sistema di trading molto attento al cliente, sia per i servizi offerti sia per la tecnologia delle sue piattaforme. Infatti può essere considerata tra i broker online più sicuri sia dal punto di vista finanziario sia tecnologico.

Nel primo caso Plus500 ha ricevuto l’autorizzazione della Consob italiana, dell’FCA inglese e dal CySEC cipriota, offrendo ai clienti una tutela dei loro soldi a 360°.

In base ai regolamenti di questi organi di controllo, ogni volta che vengono versati dei fondi su un account i soldi saranno posizionati su conti separati rispetto a quelli della società principale e inoltre non potranno essere utilizzati per altre forme di investimento, ma solo ed esclusivamente per le operazioni dei clienti.

Altro aspetto che caratterizza la piattaforma sono i costi bassi, data la mancanza di commissioni operative e l’applicazione dello spread, tra i più concorrenziali in Europa, che varia in base alla tipologia di prodotto finanziario e di operazione, con un minimo di 0,01% a un massimo di 0,24%, nel caso per esempio del trading sulle criptovalute.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su Plus500 

Il conto demo e la piattaforma webtrader

La registrazione al sito di Plus500 è gratuita, permettendo di disporre subito della piattaforma demo senza necessità di effettuare versamenti. Questo strumento è molto utile, dato che riproduce in modo fedele la piattaforma reale di Plus500, ma permette di operare solo ed esclusivamente con soldi fittizi.

Ciò significa che si potranno simulare acquisti e vendita di titoli, strategie, analizzare i vari grafici e ipotizzare momenti in cui entrare in un asset senza però rischiare di perdere i propri soldi, dato che non si svolge un’attività reale, ma solo virtuale.

La piattaforma demo è utile per familiarizzare con tutti gli strumenti di quella reale e inoltre per iniziare a interfacciarsi con il mondo del trading online per chi è alle prime esperienze con il mercato del mondo delle borse.

Gli ideatori di Plus500 hanno posto molta attenzione a realizzare un sito che fosse affidabile e competitivo, optando per una versione webtrader, senza necessità di scaricare software o installare applicazioni per operare.

Basterà accedere al portale www.plus500.com ed effettuare il login da qualunque postazione. Sono stati molti i dubbi sull’offerta di Plus500 e in particolare se una piattaforma online potesse essere competitiva anche per i trader professionisti, ma la realtà che contraddistingue Plus500 è di avere un sistema che funziona in modo veloce ed efficienze persino superando la funzionalità delle versioni di piattaforme come la MetaTrade4.

Si potrà personalizzare ogni aspetto, selezionare i titoli che si preferiscono, trascinandoli in un riquadro specifico su cui porre degli allert per ogni cambio di valore, oppure semplicemente effettuando una ricerca. Infatti Plus500 permette di operare dal Forex alle commodities, dagli indici più importanti in Europa e nel mondo alle azioni, dalle obbligazioni agli ETF, dall’oro al trading con le criptovalute.

Inoltre si potranno utilizzare i nuovi strumenti finanziari come i CFD e la leva finanziaria al fine di migliorare le proprie possibilità di investimento e l’operatività, per un totale di più di 2.000 assets differenti.

Acquistare e vendere è un processo intuitivo e diretto grazie a una schermata che permette in un paio di click di selezionare il prodotto, scegliere l’azione che si vuole eseguire, come acquisto o vendita, introdurre le quantità e dare l’ordine, il tutto in pochissimi secondi.

Infine Plus500 prevede un sistema di memorizzazione delle attività, permettendo quindi di salvare tutte le impostazioni e i settaggi e inoltre di collegarsi all’app mobile e quella del tablet.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su Plus500 

I vantaggi di Plus500

Sono sempre di più i trader che hanno deciso di operare attraverso la piattaforma di Plus500, basta considerare che ad oggi sono 200 mila gli utenti che la utilizzando in maniera costante, un numero in continuo aumento.

Ma quali sono i vantaggi di entrare nel mondo di Plus500?

Di seguito elenchiamo quelli principali:

economicità: l’accesso non prevede un costo di registrazione e un canone mensile obbligatori, ma basterà un versamento pari a 100 € per iniziare ad operare. Molto utile soprattutto per chi è alle prime esperienze e vuole verificare la funzionalità della piattaforma, limitando eventuali errori.

Sicurezza: il broker è registrato presso gli enti più importanti in Europa per ciò che concerne le attività di trading e inoltre dispone di sistemi di crittografia tra i più moderni, in modo da evitare frodi e sottrazioni.

Wallet digitale: con Plus500 si potrà operare direttamente sul trading di criptovalute grazie a un portafoglio virtuale su cui trasferire le monete virtuali

Certezza nei versamenti e nei prelievi: Plus500 è un sito che permette di effettuare i versamenti in modo sicuro impiegando strumenti tradizionali come l’IBAN o le nuove realtà digitali, ma anche di ottenere i pagamenti con la certezza e precisione di un broker serio.

Piattaforma webtrader: il sistema online della piattaforma si adatta a tutte le esigenze dei trader, permettendo di operare ovunque.

Centro di formazione: è presente un centro di formazione per tutti coloro che vogliono apprendere l’attività del trading online e conoscere in maniera particolare il mondo delle criptovalute attraverso una serie di libri, ebook, documenti e videoclip da scaricare gratuitamente.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su Plus500 

Cosa sono le criptovalute

Il termine criptovalute indica una particolare tipologia di moneta che nasce e si sviluppa direttamente collegata al web. Vengono anche definite monete virtuali dato che nella realtà non esistono ma sono un sistema di scambio ideato al fine di semplificare le transazioni su internet.

La prima volta che si è sentito parlare di criptovalute è stato nel 2009 quando comparve la prima moneta virtuale il Bitcoin. Il suo ideatore è conosciuto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, il quale creò il primo codice alfanumerico corrispondente a una moneta virtuale.

L’idea era quella di sviluppare un prodotto finanzio che semplificasse le attività commerciali attraverso il web, e che non fosse sottoposto alle tassazioni e ai costi previsti da parte delle normali monete reali.

Per questo il Bitcoin è una moneta che non è rilasciata da un ente o un istituto monetario centrale e quindi non è sottoposta a controlli, ma è completamente indipendente e le transazioni che avvengono con le criptomonete sono anonime.

I Bitcoin non ebbero subito un grande successo, ma chi ha credito in loro si è trovato in pochissimo tempo con un portafoglio milionario, dato che basta considerare che furono immessi sul mercato al prezzo di pochi centesimi e oggi valgono davvero un bel pò.

Valore oggi di Bitcoin:

Sulla scia dei Bitcoin iniziarono a crearsi nuove forme di monete digitali riproponendo una struttura simile. Oggi sono centinaia le monete digitali: Ethereum, Bitcoin Cash, Litecoin, NEO, Ripple, Stellar, Monero, IOTA, Zcash e Tron.

Come funzionano le criptovalute

In quanto monete virtuali, le criptomonete non sono emesse da un organo monetario centrale, ma generate direttamente in rete, rispecchiando una delle caratteristiche principali di queste valute.

Infatti chiunque può, in modo teorico, creare una criptomoneta, attraverso un processo che prende il nome di mining e che può essere tradotto letteralmente come estrazione. Il miner, ovvero il minatore o anche definito estrattore, è colui che riesce a trovare il codice alfanumerico all’interno della rete, attraverso il quale si genera una criptomoneta.

Infatti per estrarre una sarà necessario identificare l’algoritmo che la caratterizza e che permette quindi di identificare la sua esistenza.

Il processo è molto democratico, dato che può essere effettuato attraverso un computer ad alte prestazioni e la presenza di un software specifico specializzato nell’estrazione delle criptovalute, un investimento che però prevede, non solo tecnologie molto moderne e che hanno costi enormi, ma anche uno spazio adatto, con una linea di rete a banda larga e un consumo di energia elevato.

Cos’è e come funziona la Blockchain

Lo sviluppo delle criptomonete è strettamente collegato all’introduzione di una tecnologia innovativa strettamente connessa al mondo digitale: la Blockchain.

Questa tecnologia, in modo semplificato, permette una registrazione delle transazioni e operazioni in rete suddividendole tra diversi server in contemporanea. La sua applicazione al mondo delle criptovalute ha permesso di sviluppare il sistema che è alla base del loro utilizzo.

Infatti ciò che caratterizza ogni transazione della criptomonete è il fatto di venir suddivisa tra una serie di computer, che prendono il nome di catena, e non concentrata in un unico server.

La Blockchain è quindi l’insieme delle catene di blocchi che interviene per poter permettere di registrare una transazione e il codice alfanumerico di una criptomoneta. Ciò significa che nel momento in cui viene eseguita una qualunque attività legata a un Bitcoin o a un’altra criptovaluta, questa dovrà essere verificata da tutti i computer della catena che verrà chiusa in modo definitivo, convalidando l’operazione di vendita o di acquisto.

Grazie a questo sistema si avrà un’estrema sicurezza nelle transazioni delle criptovalute, dato che per poter modificare una singola operazione un hacker dovrebbe intervenire su tutti i computer della catena di blocchi e soprattutto in contemporanea.

Cos’è il trading sulle criptovalute

I Bitcoin e le criptomonete inizialmente erano una forma di premio per coloro che partecipavano alla loro creazione e permettevano il funzionamento del sistema della Blockchain, offrendo quindi una valuta che poteva essere utilizzata sul web per essere scambiata al fine di effettuare transazioni commerciali.

Le monete virtuali ben presto però sono diventate dei veri e propri strumenti di investimento, infatti hanno delle caratteristiche che le rendono molto utilizzate sia per un’operatività a breve termine sia a medio e lungo termine, operazione che viene definita trading di criptovalute.

Una moneta virtuale è un bene che non è soggetto al normale mercato della borsa, dato che il prezzo viene stabilito dalla richiesta e dall’offerta, permettendo oscillazioni molto ampie e un’alta volatilità. Inoltre rispetto alle valute FIAT, le criptovalute non subiscono l’influenza dell’inflazione o dei cambiamenti politici ed economici, anzi sembrano andare in controtendenza.

Infine negli anni hanno dimostrato un alto rendimento. Quando si parla di trading sulle criptovalute si intende quindi l’attività di acquisto e vendita sul loro valore che può essere effettuato attraverso piattaforme di trading online specializzate come eToro e Plus500 oppure attraverso gli exchange.

Piattaforme legali e sicure per Trading in Criptovalute

BrokerDeposito minimoVotoSito web
200 € Voto: 4.7/5. Su 107 voti
Recensione (Il 75 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)
100 € Voto: 3.2/5. Su 61 voti
Recensione (Il 76.4 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)

Come funziona il trading di criptovalute?

Il trading di criptovalute offre delle possibilità economiche differenti a coloro che vogliono operare sulle monete virtuali a breve e medio termine, quindi con attività che rispecchiano una strategia di scalping oppure intraday.

Il trading sulle criptomonete si differenzia dal semplice acquisto delle criptomonete a fine di investimento, dato che in questo caso si tenderà a possedere una valuta virtuale per poi rivenderla dopo un periodo di tempo molto lungo, per esempio mesi o anni, per ottenere un profitto dal rendimento della stessa.

Nel caso del trading in criptovalute invece si sfrutterà l’ampia volatilità e le differenze di valore delle singole criptomonete. Ma come si effettua il trading sulle criptomonete? le soluzioni principali sono due: gli exchange e il trading CFD sulle criptomonete.

Gli exchange e il trading di criptovalute

Un exchange è una piattaforma sul quale è possibile scambiare una criptomoneta trasformandola in un’altra monete virtuale oppure in una valuta FIAT. Il termine può essere letteralmente tradotto come cambio, ed infatti l’operazione principale per cui furono creati, è quello di permettere di rendere il valore virtuale di una Bitcoin o di un’altra criptomoneta, in qualcosa di reale. Gli exchange permettono di investire sulle monete virtuali attraverso diverse attività: compravendita, cambio e trading sulle criptovalute.

Nel primo caso si potrà decidere di acquistare un Bitcoin o un Ethereum e ampliare il proprio wallet digitale, oppure trasformare la moneta digitale in denaro reale e trasferirlo su una propria carta o conto, al fine di effettuare un prelievo.

Nel caso del cambio, sarà possibile invece utilizzare una criptomoneta per acquistare altre monete virtuali, per esempio se si ha a disposizione un Bitcoin, grazie al suo valore elevato, si potrà trasformarlo in un certo numero di Ethereum o Bitcoin Cash, con un costo minore, e sfruttare la differente volatilità per ottenere un guadagno.

Infine è possibile fare anche trading sulle criptomonete, sfruttando le differenze di prezzo tra l’acquisto e il valore di vendita.

Il trading sulle criptovalute con gli exchange è una realtà possibile, ma non è tra quelle più remunerative, a causa di commissioni elevate, dato che la finalità principale di questi portali è quella del cambio delle criptovalute e della loro compravendita

Il trading con i CFD

Operare sulle criptovalute oggi è possibile grazie alle piattaforme di trading che includono tra le varie tipologie di assets anche la possibilità di fare trading sulle criptovalute tramite strumenti finanziari innovativi come i CFD e la leva.

I contract for difference sono delle forme di derivati attraverso i quali viene chiuso un vero e proprio contratto con il broker, in base al quale si potranno eseguire operazioni di acquisto e di vendita su un prodotto sottostante ma senza averne la titolarità. I CFD quindi permettono, anche nel trading sulle criptovalute, di poter operare su un assets più grande ma anche con un capitale ridotto.

Infatti verrà sfruttato un altro strumento molto utile dal punto di vista del trading e che prende il nome di leva finanziaria, ovvero una sorta di finanziamento che è effettuato dal broker a favore di un trader al fine di potenziare la sua operatività.

Un esempio può essere molto utile al fine di comprendere la potenzialità di questo strumento. Se si immagina che un broker offre una leva di 2:1 per l’acquisto di una criptomoneta come l’Ethereum, che ha un valore di 169 €, grazie alla leva per acquistare 10 Ethereum non saranno necessari 1690 € ma la metà, permettendo comunque di ottenere un eventuale vantaggio economico, dato che l’esposizione finanziaria è quella più ampia.

In questo modo si potrà impiegare o un capitale inferiore, e utilizzare il resto delle liquidità per altre attività, oppure aumentare il numero di monete virtuali su cui si vuole fare trading di criptovalute.

Piattaforme legali e sicure per Trading in Criptovalute

BrokerDeposito minimoVotoSito web
200 € Voto: 4.7/5. Su 107 voti
Recensione (Il 75 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)
100 € Voto: 3.2/5. Su 61 voti
Recensione (Il 76.4 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)

Perché impiegare i CFD per il trading sulle criptovalute

I CFD sono uno strumento molto vantaggioso, dato che permettono al trader di avere un’ampia libertà di operatività su titoli importanti anche se ha un portafoglio ridotto. Inoltre si potrà operare con strategie molto efficaci come quelle intraday, sfruttando piccoli spostamenti del prezzo e con un possibile profitto più ampio.

I CFD permettono di operare sia nel caso in cui il mercato è in fase positiva sia negativa. Infatti sarà possibile aprire una posizione long o di acquisto, se si ipotizza che il valore di una criptovaluta stia salendo e quindi ottenere un vantaggio chiudendo il contratto nel moneto in cui il prezzo è superiore a quelli di apertura della posizione.

Se invece si ipotizza un’inversione del trend, allora si potrà optare per una posizione short o di vendita, e ottenere un guadagno nel momento in cui il valore della criptovaluta è inferiore a quello di apertura del contratto.

È importante considerare che l’utilizzo dei CFD nel trading per criptovalute è qualcosa che deve essere eseguito con estrema prudenza e attenzione. Infatti la leva finanziari se da un lato può essere un valido supporto per un vantaggio economico, dall’altro può determinare una perdita ingente se si è effettuata una valutazione errata del trend. Infatti in caso di perdita si avrà un’esposizione finanziaria superiore con la possibilità di un danno economico ingente, che può portare anche alla perdita di tutti i propri risparmi.

Per questo prima di intraprendere il trading sulle criptovalute con i CFD è fondamentale avere una comprensione precisa dei rischi a cui si può andare incontro. Inoltre potrà essere molto utile utilizzare solo ed esclusivamente le piattaforme specializzate nel trading sulle criptovalute, come eToro e Plus500, le quali forniscono anche opzioni al trading con la presenza degli stop loss e degli stop profit.

Grazie ad essi si potranno chiudere in maniera diretta, e quindi senza dare un ordine, le operazioni di CFD nel momento in cui il valore scende al di sotto di quello stabilito, limitando le perdite.

Trading sulle criptovalute con eToro

Tra gli asset offerti da eToro per operare sul mercato è presente anche il trading con i CFD sulle criptovalute. Il broker si è adeguato alle nuove direttive ESMA introdotte il 1° agosto del 2018 in materia di leva finanziari. Per questo mentre per il trading sul Forex si applica una leva di 30:1, sulle valute principali, di 20:1 su quelle secondarie, per il trading sulle criptomonete la leva è di 2:1.

Il grosso vantaggio di utilizzare questa piattaforma consiste nel fatto che rispetto a un semplice exchange non si applicano commissioni sull’operatività di acquisto o di vendita, ma solo lo spread che è molto basso. Inoltre in quanto social trading eToro mette a disposizione una sezione specifica per informarsi su tutte le caratteristiche delle criptovalute e sui rischi collegati all’impiego dei CFD.

Infine si ha la possibilità di copiare le operazioni di trading sui Bitcoin o altre criptomonete effettuate da parte di un popular trader, in modo da avere una maggiore opportunità di un risultato vantaggioso.

È importante considerare che il trading sulle criptovalute attraverso il sistema social, non garantisce per forza un guadagno, anche nel caso in cui si effettua il copy trader, dato che possono esserci tantissimi fattori in base per i quali non si riuscirà ad ottenere un profitto.

Non basta quindi inscriversi al portale di social trading più conosciuto al mondo, ma sarà sempre necessario studiare, apprendere e confrontare le proprie conoscenze con gli altri trader.

eToro offre una vasta gamma di criptomonete su cui operare. Di seguito l’elenco completo:

• Bitcoin
• Bitcoin Cash
• Ethereum
• Dash
• Ethereum Classic
• Litecoin
• Ripple
• Cardano
• Stellar
• EOS
• NEO
• Tron
• Binance coin
• Zcash

Clicca qui per aprire un conto gratuito su eToro 

Trading sulle criptovalute su Plus500

Plus500 al fine di offrire servizi competitivi e di alto livello ai suoi trader, presenta una sezione molto ampia di criptovalute sulle quali sarà possibile operare. Tra quelle più importati si possono scegliere: Ethereum, Litecoin, NEO, Ripple XRP, IOTA, Stellar, EOS, Bitcoin Cash, Cardano, Tron e Monero.

In quanto broker autorizzato, Plus500 si è adattato alle nuove norme in materia di leva finanziaria rientrando nei nuovi limiti previsti dagli accordi ESMA del 2018. Quindi sarà possibile operare sulle criptovalute con una leva di 2:1. Eventuali percentuali più alte saranno possibili solo ed esclusivamente per i profili professionisti autorizzati solo dopo la dimostrazione di una serie particolari di documenti.

Plus500 offre anche la possibilità di operare con i CFD su altri prodotto finanziari collegati alle criptomonete, eseguendo transazioni sul cambio di valute Ethereum/Bitcoin, sugli indici di volatilità delle criptovalute e infine sull’indice Cripto 10.

Infine offre un servizio di formazione gratuito a cui si potrà accedere in ogni momento con video specifici sull’operatività delle criptovalute e sull’utilizzo dei CFD nel trading sulle monete virtuali.

Clicca qui per aprire un conto gratuito su Plus500 

Quali sono i rischi del trading di criptovalute

Il trading sulle criptovalute comporta dei rischi? La risposta è positiva, ed è importante soffermarsi su alcuni aspetti che rendono questo prodotto finanziari da un lato molto remunerativi, ma dall’altro anche pericoloso.

In primo luogo si deve considerare il loro valore, dato che per esempio un Bitcoin oggi si aggira sui 7.000 € e anche se si utilizza la leva finanziaria comporta comunque un ingente investimento.

Per esempio se si vuole operare con una posizione long su 10 Bitcoin per un valore grazie pari a 35.000 €, grazie ai CFD e alla leva finanziaria si entrerà in un assets che corrisponde a un capitale pari a 70.000 €. In questo caso anche una solo scatto del prezzo in negativo, può portare a un perdita ingente.

Inoltre l’estrema volatilità di alcune delle criptovalute può determinare cambi repentini di trend, senza possibilità di ipotetiche previsioni, dato che le criptomonete non dipendono dall’andamento dei mercati tradizionali, oppure dagli eventi geo-politici dei Paesi.

Infine si deve anche considerare le nuove criptomonete, che offrono una maggiore operatività, dato la novità sul mercato.

Entrare nel mondo delle criptovalute può essere una possibile strategia di trading online, ma deve essere sempre valutata con molta attenzione e accettando i rischi di un mercato volatile.

È sicuro fare trading di cripto?

La tecnologia innovativa collegata alle criptovalute e le loro caratteristiche possono inevitabilmente portare a domandarsi se operare con il trading sulle criptovalute sia un’operazione sicura. La risposta è in questo caso positiva.

Infatti il sistema della Blockchain è una realtà efficace, che permette di registrare ogni transazione all’interno di un gruppo di computer senza concentrali in un unico server principale, rendendo una singola operazione molto più sicura rispetto a quelle dei tradizionali strumenti finanziari.

Basta considerare che per sottrarre una criptomoneta, l’intervento di un hacker dovrebbe essere mirato su tutti i computer che fanno parte di una catena di blocchi e in contemporanea, cosa che è impossibile. Quando quindi si esegue il trading sulle criptovalute, le monete digitali saranno contenute all’interno di un portafoglio digitale o wallet presente sulla piattaforma e in cui si evidenzierà il codice sorgente che si riferisce alla criptovaluta.

Altro aspetto riguarda il prodotto finanziario stesso, dato che per alcuni analisti le criptovalute venivano considerate come una nuova bolla speculativa, simile a quella del 2007, che ben presto avrebbe portato a un nuovo crollo dei mercati. Il valore odierno dei Bitcoin e la diffusione delle altre criptomonete ha dimostrato che invece sono prodotti solidi e in continua crescita.

A questo si deve aggiungere che le piattaforme di trading specializzate nelle criptovalute come Plus500 ed eToro, dispongono degli ultimi strumenti di crittografia sia per la tutela dei dati sia per l’esecuzione delle transazioni.

È legale fare trading di criptovalute?

La diffusione delle criptovalute all’inizio della loro comparsa non è stata vista in modo positivo dal sistema economico moderno, dato che ogni operazione è completamente anonima e inoltre non è sottoposta a un controllo di un ente.

Spesso quindi le criptovalute sono state criticate per poter essere considerate un sistema occulto per spostare capitali, e quindi anche il trading sulle monete virtuali era valutato in maniera negativo. Inoltre veniva anche criticata la tecnologia collegata alle criptomonete, troppo innovativa e soprattutto digitale, per questo in alcune nazioni come la Cina il trading sulle criptomonete è stato limitato.

Oggi nella maggior parte dei Paesi, le valute virtuali e i Bitcoin sono considerati legali e inoltre un valido strumento per eseguire le transazioni commerciali oltre che un ottimo investimento nel settore del trading, rendendo questo prodotto perfettamente legale.

LEGGI ANCHE: E’ SICURO INVESTIRE IN CRIPTOVALUTE 

Conviene oggi fare il trading di criptovalute

Nel mercato moderno sono presenti centinai di nuove monete digitali, ognuna con valori differenti e un andamento che nel tempo è stato sempre costante, tra alti e bassi. Ma quali sono i vantaggi di fare trading sulle criptomonete? Di seguito elenchiamo gli aspetti principali:

Differenti prezzi: grazie ai differenti valori delle criptomonete, anche un investitore con un piccolo capitale potrà dedicarsi al trading delle criptovalute per mezzo dei CFD. In questo modo si è determinata un’ampia diffusione di questa attività, rafforzando la solidità degli scambi e i prezzi.

CFD e leva finanziaria: il trading sulle criptomonete può essere eseguito attraverso strumenti finanziari molto vantaggiosi come la leva finanziaria e i CFD, anche se con le dovute attenzioni, permettendo di accedere in assets più grandi ma con investimenti ridotti.

Volatilità: i prezzi delle criptovalute non dipendono dagli andamenti del mercato o dagli eventi economici dei singoli paesi, ma sono connessi alla richiesta e alla domanda.

Piattaforme di Trading: sarà possibile operare attraverso le piattaforme, di trading che hanno abilitato l‘operatività sulle criptovalute sfruttando tutti i vantaggi di interfacce online innovative e complete degli strumenti finanziari più importanti, come grafici, o aggiornamenti in tempo reale dei prezzi.

Strategie: il trading sulle criptovalute permette di eseguire differenti strategie sia a breve termine sia a medio termine. In questo modo le monete virtuali si adattano a tutte le tipologie di gestione di un portafoglio sia per operare con un’attività di scalping e quindi acquistando e vendendo nel breve, sia con operazioni intraday.

Rendimento: il valore delle criptomonete continua ad avere dei rendimenti costanti permettendo delle oscillazioni che offrono diverse opportunità di operare sia in una situazione a ribasso sia in un trend ascendente.

Recensioni, opinioni e pareri di chi fa trading con le criptovalute

Il trading sulle criptovalute è considerato dalla maggior parte dei trader un’ottima opportunità per poter investire a breve termine riuscendo ad ottenere un vantaggio economico.

L’aspetto che suscita parecchio interesse su questa tipologia di trading, è l’alta volatilità delle monete virtuali che permette quindi dei cambiamenti di prezzo con un ampio margine di operatività. Inoltre si deve considerare l’impiego della leva finanziaria e dei CFD che permette di operare in modo più ampio anche con capitali ridotti.

Infine l’altro aspetto molto apprezzato è la combinazione del trading di criptovalute con l’utilizzo di piattaforma innovative come eToro e Plus500 che offrono dei sistemi avanzati e intuitivi al fine di semplificare la compravendita.

Cosa dicono nei forum

Il trading sulle criptovalute è una tematica presente su molti forum finanziari e che ha portato all’apertura di pagine specifiche in cui commentare e condividere le proprie esperienze.

In particolare su tutti i canali web si sottolinea come il trading sulle criptomonete può portare a un certo margine economico, con un profitto, ma comunque ha un elevato rischio di operatività.

Quindi per chiunque si avvicina a questa realtà, si ripete più volte la necessità di non essere troppo abbagliati dalle potenzialità dei CFD e dalla leva finanziaria e di avvicinarsi al mondo delle criptovalute con attenzione. Bisogna infatti mettere da parte l’idea di poter acquistare una criptovaluta e ottenere l’effetto esponenziale come dei primi anni.

Oggi il loro andamento ha oscillazioni continue, ma comunque è costante. Conoscenza, esperienza e soprattutto massima attenzione sono tre elementi da tenere sempre presente nel momento in cui si decide di operare sul trading nelle criptovalute.

Piattaforme legali e sicure per Trading in Criptovalute

BrokerDeposito minimoVotoSito web
200 € Voto: 4.7/5. Su 107 voti
Recensione (Il 75 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)
100 € Voto: 3.2/5. Su 61 voti
Recensione (Il 76.4 % degli account CFD al dettaglio perde denaro)
Disclaimer eToro: 

Il 75% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading con CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Disclaimer Plus500:

Il 76.4% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Lascia un commento

COME INIZIARE CON BITCOIN IN SICUREZZASCOPRI DI PIU'