Valore 500 lire argento con caravelle

Valore 500 lire argento con caravelle

Valore 500 lire argento rare

Quando si parla delle monete da 500 lire, molto spesso si considerano i pezzi bimetallici, formati cioè da una parte dorata all’esterno e da una argentata al centro. Si tratta della versione più recente e maggiormente diffusa in Italia prima dell’adozione dell’euro.

In realtà all’inizio le monete da 500 lire furono realizzate in argento e nel corso del tempo sono state emessi diversi conii. Proprio per questo motivo in questa categoria si trovano monete anche molto rare, che possono avere un valore notevole.

Di conseguenza è bene conoscere quali sono i valori delle varie monete da 500 lire argento emesse dalla Repubblica Italiana. Innanzitutto bisogna tenere a mente che furono coniate tre emissioni da 500 lire in argento 835 prima di adottare gli esemplari bimetallici nel 1982, prevedendo l’aggiunta del bronzo all’originale metallo. Bisogna ricordare che alcune soluzioni sono state pensate per il mercato collezionistico, mentre altre venivano messe in circolazione e avevano corso legale.

Valore 500 lire caravelle

Le 500 lire caravelle sono state le prime 500 lire argento coniate in Italia e il loro nome deriva dal fatto che sul fronte degli esemplari era impressa una nave con le vele spiegate.

La prima emissione avvenne nel 1957 e venne definita come una coniazione di Prova. Infatti le monete recano incise questa dicitura per distinguere queste 500 lire dalle altre emesse successivamente. I pezzi vennero distribuiti in segno commemorativo ai Deputati e ai Senatori della Repubblica italiana della legislazione 1957.

Questa soluzione risulta avere un valore davvero molto alto e presenta la caratteristica peculiare di avere una caravella con le bandiere degli alberi maestri controvento rispetto alle vele. Di conseguenza sono rivolte in direzione opposta rispetto a quanto dovrebbe avvenire normalmente e a quanto riportato sulle successive emissioni.

500-lire-rare-caravelle controvento

500 lire rare caravelle controvento

Si tratta di un elemento che rende questa determinata emissione la più più famosa nella storia italiana, anche a seguito delle discussioni e delle controversie che seguirono la scoperta dell’errore.

Questo fu rilevato da un capitano della Marina Italiana il 10 dicembre 1957. A oggi le monete 500 lire argento caravelle controvento sono disponibili in soli 1.004 esemplari e proprio per questo motivo vengono considerate tra i pezzi più preziosi e rari di tutta la storia numismatica italiana.

Infatti il loro valore non viene dato dalla quantità di metallo prezioso contenuta e dalla quotazione dell’argento sui mercati al momento della compravendita, ma alla sua rarità e alla domanda da parte dei collezionisti, molto più forte rispetto alla ridotta offerta.

Dal 1958 al 1961 furono battiture regolari coni delle 500 lire argento caravelle con le bandiere degli alberi maestri nella stessa direzione delle vele. L’emissione di questi pezzi venne sospesa nel 1962 e nel 1963, quando fu coniata invece la 500 lire del Centenario dell’Unità d’Italia.

500 lire del Centenario dell’Unità d’Italia

500 lire del Centenario dell’Unità d’Italia

L’emissione venne quindi ripresa a partire dal 1964 fino a quando l’Italia non decise di inserire il bimetallismo. Da questo momento in poi le 500 lire argento caravelle vennero coniate soltanto per finalità collezionistiche e gli esemplari in questione non avevano corso legale ma semplicemente numismatico e commemorativo. Questa tendenza è stata seguita fino all’anno 2001, quando l’Italia ha adottato la moneta unica.

500 lire bimetalliche

500 lire bimetalliche

Il numero totale di queste serie normali di 500 lire argento caravelle si aggira sui 6 milioni e mezzo di esemplari a cui si devono aggiungere i pezzi speciali e i cosiddetti errori di conio.

500 lire controvalore valore

Il valore delle 500 lire argento varia a secondo del numero originale di esemplari messo in circolazione, quello attuale di pezzi sul mercato e dallo stesso stato di conservazione della singola moneta. Lo stesso vale per le 500 lire argento caravelle.

Nella maggior parte dei casi si fa riferimento al semplice contenuto di metallo prezioso dell’esemplare: di conseguenza di per sé il valore della moneta da 500 lire non è elevato, che si aggira su alcune decine di euro.

Ciò non vale tuttavia per le monete in buono stato, quelle rare e quelle che presentano con errori di conio. In questo caso la quotazione dei singoli esemplari può arrivare a qualche centinaia di euro. Di conseguenza il valore delle 500 lire argento caravelle è determinato dalla tiratura della serie di coniazione e dell’anno di riferimento.

In genere le 500 lire caravelle sono abbastanza comuni e il loro valore si attesta sui 3-4 euro per singolo pezzo, anche se le quotazioni possono salire per gli esemplari fior di conio. Si indica con questa espressione le monete perfettamente conservate, prive di graffi, incisioni oppure intaccature di vario genere che ne compromettono la bellezza e abbassano il livello di materiale prezioso presente nel pezzo.

La quotazione sale per le 500 lire caravelle da collezione coniate tra il 1981 e il 1982. Infatti si caratterizzano per essere le meno comuni. Anche in questo caso gli esemplari in fior di conio presentano prezzi maggiori, che tuttavia non superano i 30-40 euro a moneta. Invece le quotazioni per le classiche 500 lire d’argento caravelle del 1958, 1959, 1960 e 1961 sono più basse.

In genere vengono comprate e vendute a 5 euro l’una, tuttavia i prezzi possono essere superiori a 30 euro al pezzo per gli esemplari in fior di conio.

Le valutazioni più alte interessano la versione di prova, sia perché si tratta di una tiratura piuttosto limitata che supera di poco le 1.000 monete che per il fatto di avere un errore di produzione rappresentato dalle bandiere della caravella. Proprio per questo motivo il valore sul mercato di queste 500 lire argento va dai 2.500 ai 12.000 euro a seconda del fatto che si tratti di una moneta in fior di conio oppure meno.

Le prime rappresentano le caravelle d’argento con il valore più alto. I pezzi in buone condizioni in genere vengono valutati dai 5.000 agli 8.000 euro. Esistono altri elementi da tenere a mente quando si parla del valore delle 500 lire argento:

– in questa serie sono comprese anche le 500 lire del Centenario dell’Unità d’Italia coniate il 1962 e il 1963 anche se non presentano la classica caravella. Proprio per il fatto di essere sia una moneta commemorativa che una tiratura limitata le quotazioni di questa serie sono elevate;

– le 500 lire argento caravelle a scopo collezionistico hanno valori diversi a seconda delle annate di emissione. Si possono raggiungere oppure superare quotazioni pari a 100 euro a esemplare nel caso delle tirature riferite agli anni 2001, 1988 e 1983. Sono molto apprezzate anche i pezzi commemorativi del 1995 e del 1997.

Lascia un commento