Escapologia Fiscale Opinioni e Recensioni 2019

Escapologia Fiscale

L’escapologia fiscale è un modo per evitare di pagare le tasse senza però commettere alcun atto illegale.

Il termine escapologia deriva dal verbo inglese “to escape”, che tradotto in italiano equivale a scappare. In effetti il senso dell’escapologia fiscale è quello di permettere al contribuente di “scappare” dall’obbligo di versare le tasse dovute senza commettere nulla che sia ai limiti della legalità.

Escapologia fiscale: cos’è e come funziona

L’escapologia fiscale è una procedura assolutamente a norma che nasce dall’esigenza di molti imprenditori di alleggerire il carico fiscale che pesa eccessivamente sulle attività aziendali italiane.

L’escapologia fiscale nasce infatti dall’intuizione di un imprenditore, Gianluca Massini Rosati, per far fronte al problema dei tributi che affligge numerosi aziendalisti e che gli ha permesso di ridurre notevolmente il carico fiscale che gravava sulla sua attività aziendale.

Da questa nuova strategia fiscale nasce una figura assolutamente innovativa, ovvero quella dell’escapologo. Stiamo parlando di un professionista che possiede mezzi e conoscenze per liberarsi dalle catene tributarie senza commettere alcun tipo di reato.

Si tratta di una nuova forma di intelligenza, che potremmo definire intelligenza fiscale, grazie alla quale un esperto di tributi riesce a ridurre il carico delle tasse che gravano su un’attività d’impresa in modo assolutamente legale.

Le idee di Rosati sono diventate ben presto un vero e proprio corso dal quale attingere tutte le informazioni utili per pagare meno tasse senza commettere alcun atto illecito. Nel giro di poco tempo il corso reso disponibile online è diventato famoso e un autentico punto di riferimento per molti imprenditori che sono stanchi di dover far fronte ad un imposizione fiscale che, in Italia, è tra le più onerose dei Paesi europei e non solo.

Cos’è il corso di escapologia fiscale?

Il corso di escapologia fiscale promosso dall’imprenditore Rosati suggerisce, utilizzando un linguaggio semplice e diretto, le strategie da adottare, con il relativo riferimento normativo, che poi l’imprenditore deve comunicare al suo commercialista.

Quelli che fin qui abbiamo definito suggerimenti sono dei veri e propri consigli che, se seguiti in modo corretto, permettono a qualsiasi imprenditore di ridurre notevolmente il proprio carico fiscale in sede di dichiarazione dei redditi. Non si tratta di evasione o di escamotage pensati per truffare lo Stato e commettere atti illegali, ma stiamo parlando di metodi per risparmiare sulla tasse utilizzando gli strumenti forniti dalle leggi fiscali stesse.

I consigli che Rosati fornisce mediante il suo corso di escapologia fiscale permette agli imprenditori di risparmiare fino al 40% delle tasse da versare annualmente. Si tratta di cifre davvero importanti che possono rappresentare per ogni azienda un tesoretto grazie al quale investire e far crescere l’attività imprenditoriale.

Stando ai dati raccolti dal Rosati, sembrerebbe che fino ad oggi sono oltre 10 mila gli imprenditori italiani che, trovandosi sull’orlo di una crisi fiscale, sono riusciti a salvare la propria attività aziendale affidandosi al metodo dell’escapologia fiscale.
Si tratta di numeri eclatanti se si considera che una delle principali cause di fallimento delle imprese del Bel Paese è proprio legato al carico fiscale che grava sulle entrate annue a tal punto da impedire la prosecuzione dell’attività aziendale.

Escapologia fiscale: come si struttura il corso?

Il corso di escapologia fiscale pensato e messo a punto da Rosati viene attualmente gestito sfruttando le potenzialità della rete internet e grazie alla collaborazione di trenta commercialisti e sei avvocati, tra i quali c’è anche un ex Capitano della Guardia di Finanza.
Chiaramente tutti questi professionisti, prima di accettare l’incarico, hanno fatto verificare in modo dettagliato che i suggerimenti di Rosati fossero tutti inattaccabili dal punto di vista legale e che le strategie si muovessero sempre nel territorio della liceità.
Una volta appuntato ciò, i 36 professionisti si sono prestati ben volentieri al progetto che finora ha avuto un enorme successo.

Per comprendere fino in fondo quanto “i segreti” fiscali del Rosati fossero legali e inattaccabili dall’Agenzia delle Entrate, ogni singolo consiglio/suggerimento (in tutto sono 59) è stato letteralmente scansionato ed esaminato nel modo più dettagliato è possibile al fine di accertare la liceità del progetto.

Lo scopo dell’escapologia fiscale è quello di fornire ad altri imprenditori delle indicazioni fiscali che poi devono essere riferite al commercialista a cui esso si rivolge abitualmente.
Per non entrare troppo nel dettaglio del corso e dei suoi 59 suggerimenti, vediamo insieme quali sono gli argomenti principali di alcuni di essi in modo tale da comprendere in che modo le informazioni vengono fornite.

Il suggerimento 22 spiega agli imprenditori come gestire le spese di rappresentanza per renderle deducibili al 100%; i suggerimenti 35 e 36, invece, spiegano come registrare le sedi fiscali dell’azienda in modo tale da evitare i controlli fiscali.

Insomma i diversi suggerimenti permettono a ciascun imprenditore di apprendere informazioni che generalmente i commercialisti, per mancanza di conoscenze o per mancanza di volontà, non forniscono ai loro clienti proponendo come metodi per pagare meno tasse strategie bordar line o assolutamente illegali.

Escapologia fiscale: opinioni

L’escapologia fiscale ha come obbiettivo quello di fornire strumenti inattaccabili sia legalmente che fiscalmente. Il corso è costituito da un manuale, diversi video e guide di approfondimento per alcune tipologia di attività. Inoltre, incluso nel pacchetto vi è anche un test che serve a valutare se la condotta tenuta dall’imprenditore sia da considerarsi legale oppure evasione.

L’escapologia fiscale è utile per gli imprenditori che hanno un’attività aziendale ben avviata che però vogliono ridurre il peso che deriva dal carico fiscale, pertanto se l’azienda fa fatica a decollare l’escapologia non può essere in alcun modo un aiuto.
I segreti che vengono svelati nel corso di Rosati in realtà sono tali solo per gli imprenditori che delegano la maggior parte delle questioni fiscali al proprio commercialista, perciò questo corso è senz’altro utile per coloro che ne sanno poco di tributi e fisco e vogliono apprendere alcune strategie che il commercialista spesso non propone.

Una volta acquisite le conoscenze grazie al corso, queste vanno trasferite al commercialista che gestisce l’aspetto fiscale dell’impresa creando così una collaborazione che porterà i frutti sperati in breve tempo.

Lascia un commento